Cosa fare se si trova un pipistrello: tutto ciò che c’è da sapere

Foto dell'autore

By Marianna Durante

Non solo Cani e Gatti

L’estate è la stagione dei pipistrelli, quindi possiamo facilmente vederli. Ecco cosa fare se si trova un pipistrello in difficoltà.

cosa fare se si trova un pipistrello
(Foto Adobe Stock)

L’estate è la stagione dei pipistrelli, chi non ha mai visto uno di questi mammiferi girare sotto le luci dei lampioni? Ciò però accade principalmente nei luoghi dove l’aria è più pulita.

Inoltre questi piccoli mammiferi, tendono a rifugiarsi nelle grotte, nelle rocce ma anche nelle soffitte e nelle fessure dei muri. Per questo motivo possiamo trovarci facilmente nella situazione di doverne aiutare uno in difficoltà. Vediamo qui di seguito cosa fare se si trova un pipistrello.

Hai visto un pipistrello in difficoltà? Ecco cosa fare per aiutarlo

Può capitare durante una passeggiata in strada o anche mentre sistemiamo la soffitta di ritrovarci dinanzi ad un pipistrello che non riesce più a volare.

pipistrello
(Foto Pixabay)

Sebbene, possa terrorizzarci l’idea, in quel momento è necessario pensare al bene dell’animale, quindi fare di tutto per aiutarlo. Come?

Innanzitutto è importante distinguere se il pipistrello che ha bisogno di aiuto è un cucciolo o un adulto. Ciò perché a seconda “dell’età” del mammifero, ci si comporta in maniera diversa per aiutarlo.

Come possiamo distinguerli? Pochi sono a conoscenza del fatto che durante alcuni mesi, con l’esattezza giugno-luglio-agosto, possiamo trovare in giro pipistrelli cuccioli, che presentano un corpo ricoperto da una sottilissima peluria.

Mentre nei mesi che vanno da settembre a maggio possiamo osservare svolazzare nel cielo pipistrelli adulti, i quali presentano una folta peluria.

Potrebbe interessarti anche: Pipistrello comune: caratteristiche comportamento e curiosità VIDEO

Ritrovamento pipistrello cucciolo: ecco cosa fare

Nel caso in cui il pipistrello ritrovato sia cucciolo, è necessario innanzitutto mettere i guanti prima di raccoglierlo delicatamente dopodiché bisogna dare dell’acqua all’animale.

Successivamente porre il pipistrello in una scatola di cartone chiusa, bucherellata e con all’interno uno straccio. Quando il sole sta per tramontare, prendere un bicchiere alto, ricoprirlo con una garza, e porre il bicchiere capovolto in una ciotola più bassa di quest’ultimo.

Dopodiché porre quest’ultima sul davanzale della finestra o balcone e poggiare delicatamente il pipistrello in cima al bicchiere. Quest’ultimo con gli ultrasuoni comunicherà alla sua mamma la sua posizione, la quale verrà a prenderselo. Se ciò non accadesse è necessario contattare un esperto.

Potrebbe interessarti anche: Pipistrello domestico: cosa dice la Legge e come averne uno in casa

Ritrovamento pipistrello adulto: ecco cosa fare

Nel caso in cui il pipistrello ritrovato sia adulto, è necessario dargli dell’acqua.

pipistrello
(Foto Pexels)

Dopodiché, dopo aver messo i guanti, bisogna prendere il piccolo mammifero e porlo nella scatola con uno straccio o della carta assorbente, chiudendo e forando il coperchio.

Successivamente, al tramonto, prendere il pipistrello delicatamente con i guanti e porlo su di un muro. Se il mammifero è sano spiccherà il volo da solo. In caso contrario è necessario chiamare un esperto.

Gestione cookie