Home Non solo Cani e Gatti Documenti del furetto: tutto ciò che occorre sapere per essere in regola...

Documenti del furetto: tutto ciò che occorre sapere per essere in regola con la legge

Libretto sanitario, passaporto, pedigree: sono vari i documenti del furetto. Ma quali sono obbligatori? Scopriamo cosa stabilisce la legge.

Documenti del furetto
(Foto Adobe Stock)

Sul proprietario di un animale domestico incombono diversi obblighi di legge, tra cui alcuni adempimenti di carattere burocratico. Anche il furetto, così come altri animali domestici, ha i propri documenti: ma quali sono quelli che il proprietario deve detenere obbligatoriamente? Ecco una breve panoramica sull’argomento.

Gli animali di affezione

Sempre più frequentemente gli animali di affezione vengono considerati come veri e propri membri del nucleo familiare: il cambiamento culturale è stato recepito anche dalla legge italiana, che ha predisposto in loro favore dei mezzi di tutela, sia di carattere civilistico che penalistico.

furetto domestico
(Foto Adobe Stock)

Per ciò che concerne il primo aspetto, la normativa di riferimento è costituita dalla Legge n. 281/1991 (Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo).

La disciplina tuttavia ha ormai compiuto 30 anni, senza aver subito particolare modifiche nel corso degli anni; e, almeno per ciò che concerne la definizione dell’animale d’affezione, che pur non essendo esplicitata nella suddetta normativa, rimane ancorata alle sole figure del cane e del gatto, dimostra tutta la sua vetustà.

Invero i costumi della nostra società dimostrano come tale nozione debba ritenersi ormai superata: l’affezione indica un sentimento che lega due o più esseri, ed appare evidente come l’essere umano sia in grado di stabilire tale relazione con una pluralità di animali, e non solo con il cane ed il gatto.

La Legge quadro n. 281/1991 si limita a disciplinare solo gli obblighi gravanti sul proprietario del cane; il possessore di un gatto, definito quale animale in libertà, sembra già esonerato dagli adempimenti gravanti sul primo. Degli altri animali d’affezione non v’è alcuna traccia.

Potrebbe interessarti anche: Libretto sanitario del furetto: cos’è, a cosa serve e da chi viene rilasciato

I documenti del furetto

Tra gli animali d’affezione più diffusi non si può non annoverare il furetto: fermo restando l’obbligo del proprietario di cura del benessere psicofisico dell’animale, quali sono gli adempimenti burocratici impostigli a norma di legge? In particolare, quali sono i documenti del furetto che deve necessariamente possedere?

Passaporto furetto
(Foto Adobe Stock)

Iscrizione all’anagrafe canina

Partiamo dal certificato di iscrizione nel Registro dell’Anagrafe degli animali di affezione: ebbene, in tale registro il furetto è l’unico a poter essere iscritto insieme al cane ed al gatto.

Tuttavia non si tratta di un obbligo di legge: il proprietario non incorrerà in nessuna sanzione laddove non proceda all’iscrizione del suo amico a quattro zampe. Si tratta, tuttavia, di un adempimento fortemente consigliato.

Contestualmente all’iscrizione del Registro dell’Anagrafe regionale degli animali di affezione infatti, si procederà all’inoculazione di un microchip al furetto.

Il dispositivo, contrassegnato da un codice univoco di 15 cifre, consentirà l’identificazione dell’animale e del suo proprietario; un meccanismo particolarmente utile, soprattutto nel caso in cui il piccolo animale venga smarrito.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sul furetto: 10 cose che forse non sai sul mammifero

Libretto sanitario

Anche il libretto sanitario non rientra fra i documenti obbligatori del furetto. Di norma viene rilasciato dal proprio veterinario di fiducia, all’atto della prima visita del piccolo mustelide. Sul documento verrà attestata l’intera storia sanitaria del furetto: vaccinazioni, trattamenti antiparassitari, visite mediche, patologie avute.

Passaporto

Il passaporto del furetto, di norma, non è obbligatorio; lo diviene nell’ipotesi di viaggio o trasferimento all’estero con il piccolo mustelide. Una volta rilasciato, è possibile dismettere il libretto sanitario, in quanto contenente le medesime informazioni.

Pedigree

È il documento attestante l’appartenenza dell’animale ad una data razza: ragion per cui non è obbligatorio. Viene rilasciato dall’allevatore che cede la proprietà del furetto.

Antonio Scaramozza