Home Curiosita Il gatto più grasso del mondo star del web: un felino da...

Il gatto più grasso del mondo star del web: un felino da milioni di followers

I felini sono tutti particolari ma alcuni è difficile che passino inosservati. Scopriamo chi è il gatto più grasso del mondo, star del web.

il gatto più grasso del mondo
(Foto Pinterest)

Con l’avvento dei social network non è difficile scoprire l’esistenza di dolci e buffi amici a quattro zampe che hanno delle caratteristiche uniche al mondo, diventando delle vere e proprie star del web.

Coby è il gatto con gli occhi più belli, Omar il felino più grande, Keon che detiene il primato di cane con la coda più lunga al mondo, Hamilton un micio dai baffi Hipster, e molti altri ancora.

Insomma, amici a quattro zampe che si ritrovano ad avere milioni di followers vantando un enorme successo in tutto il mondo, da fare invidia anche al più noto influencer.

E Manggo sicuramente non è da meno: è lui il gatto più grasso del mondo star del web, seguitissimo su tutti i social e con milioni di followers su Instagram.

Manggo: il gatto più grasso del mondo

Manggo, un simpatico esemplare della razza felina Dragon Li (razza cinese molto particolare e rara), conta 408 mila follower sul suo account instagram, @bo_mang_co, il motivo di tale successo? Il suo particolare aspetto: buffo nelle espressioni e con un corpo decisamente rotondo.

il gatto Manggo seduto
(Foto Pinterest)

Questo simpatico felino vive in Corea del Sud in una simpatica famiglia che ospita non solo lui ma anche altri due felini: Boss, un British Shorthair di colore grigio e Coca, la sua tenera figlia.

Come già detto Manggo è una vera e propria star del web, e sta diventando virale per due ragioni: per il suo aspetto selvatico ma decisamente in sovrappeso, ed anche per le sue esilaranti espressioni del viso, che rapiscono il cuore di tutti.

Sicuramente a guardarlo strapperà un sorriso a tutti, perché il suo viso paffuto è tenero e simpatico, ma la sua “abbondante forma” sta facendo preoccupare molti dei suoi fan: questo perché un gatto obeso può sviluppare molti problemi di salute, alcuni molto gravi e dolorosi.

Proprio per questo, Manggo adesso è a dieta ferrea: la sua famiglia ha finalmente deciso di fargli seguire un’alimentazione sana ed equilibrata accompagnata da un costante esercizio fisico, e voci certe affermano che nel giro di poco tempo questo meraviglioso micio ha già perso due chili.

Questo processo di dimagrimento vedrà tempi lunghi ed anche momenti di difficoltà ma noi siamo fiduciosi: Manggo riuscirà ad ottenere una forma perfetta, ed aiuterà così anche la sua salute. Che dite, diamo qualche suggerimento ai “genitori” di Manggo?

Potrebbe interessarti anche: Omar: il gatto da record: è il più grande del mondo

Obesità nel gatto: cosa fare

L’alimentazione sana ed equilibrata è il punto di partenza per garantire a micio una forma perfetta e soprattutto un’ottima salute, ma ad affiancarla devono esserci movimento e soprattutto porzioni di cibo ben “misurate”.

il gatto Manggo
(Foto Pinterest)

L’obesità nel gatto non è da sottovalutare, e quando notiamo che il nostro gatto è decisamente grasso dobbiamo agire immediatamente, e per fargli perdere peso questi sono degli utili consigli da seguire:

  • dieta: vista la sua natura (non smetteremo mai di ripeterlo) micio è un carnivoro, ciò significa che per una dieta sana ed equilibrata necessita di: proteine animali (circa il 70% del consumo giornaliero), pochi grassi così come pochi carboidrati, il giusto apporto di frutta e verdura (per il 20%). Naturalmente quando decidiamo di mettere micio a dieta mai affidarsi al “fai da te”, ma è consigliatissimo consultare un nutrizionista: sarà lui ad indicarci il giusto “percorso” che il nostro gatto dovrà affrontare;

Potrebbe interessarti anche: Errori nell’alimentazione del gatto: quali sono e come evitarli

  • movimento: micio deve riprendere a muoversi, a fare attività non solo per consumare calorie ma anche per divertirsi. All’inizio sarà difficile smuoverlo dalla comodità del suo divano, ma con il tempo e gradualmente riusciremo a farlo diventare di nuovo un gatto attivo e lui lo apprezzerà tanto. Sempre in accordo con il veterinario, puoi cominciare con delle brevi passeggiate in giardino o al parco: 20 minuti al giorno sono davvero un ottimo inizio;
  • mai più ciotole piene di cibo: ammettiamolo, siamo stati noi ad abituarlo male, pensando che potesse “soffrire la fame” abbiamo sempre riempito in modo esagerato le sue ciotole di cibo, e lui, approfittandosene, ne ha sempre chiesto di più. Ma adesso questo non è più possibile: seguendo la dieta che ci ha fornito il nutrizionista, noteremo che le porzioni del cibo per micio sono ben regolate, e noi non dobbiamo far altro che rispettarle. Il nostro amato felino ce ne metterà di tempo per abituarsi a questo nuovo regime alimentare, e non mancheranno occasioni in cui verrà da noi per chiedercene ancora, ma noi non dobbiamo impietosirci: continuiamo costantemente a mettere nella sua ciotola sempre e solo la giusta quantità di cibo.

Ricorda che prevenire è meglio che curare ma se micio è in sovrappeso meglio non andare oltre: agiamo subito, per regalargli una vita in splendida forma e soprattutto in salute.

Rossana Buccella