Home Non solo Cani e Gatti Freezing del criceto: perché sembra morto e come interpretare la sua immobilità

Freezing del criceto: perché sembra morto e come interpretare la sua immobilità

Vederlo così vi ha fatto venire un colpo? Ecco come spiegare il freezing del criceto, perché lo fa e come interpretarlo senza avere paura.

Freezing del criceto
(Foto Pixabay)

E’ un comportamento che possiamo riscontrare facilmente nei conigli, ma a quanto pare anche i criceti adottano un sistema identico: si immobilizza e sembra morto. Naturalmente, vedendo il nostro piccolo roditore in quelle condizioni, si pensa immediatamente ad un malore improvviso e a una morte imminente. Ma in che altro modo si può spiegare il freezing del criceto e come va interpretato? Tutto quello che c’è da sapere.

Freezing del criceto: copiato dal coniglio?

La parola ci suggerisce l’idea del ghiaccio, freddo e immobile quando appunto l’acqua si cristallizza e non è più fluida. Ed è proprio questa forma di irrigidimento a cui ci si riferisce se si parla di ‘freezing’. In realtà si tratta di una pratica messa in atto dal coniglio, che si blocca e si immobilizza quando vuole ingannare i potenziali predatori.

criceto
(Foto AdobeStock)

In pratica è come se si fingesse morto volontariamente, come se fosse congelato, ed è non solo la sua arma di ‘difesa’ nei confronti di coloro che crede possano fargli del male ma anche il suo modo di sfogare la paura. Si tratta di animali molto delicati e sensibili, e bisogna fare attenzione a come li ‘maneggiamo’.

Ma allora il criceto segue la stessa tattica del lagomorfo quando ha paura? Probabilmente sì, per questo bisogna stare attenti ad altri fattori per escludere che non si tratti davvero di un malore del criceto.

Potrebbe interessarti anche: Come capire se il criceto è felice: ecco a cosa fare attenzione

Il criceto sta male: non basta vederlo immobile

Non basta solo il suo irrigidimento per suggerirci l’idea che qualcosa in lui non va o che addirittura sia ad un passo dalla morte. Per capire se il criceto non sta bene, bisogna prestare attenzione ad una serie di altri fattori e circostanze:

criceto
(Foto Adobe Stock)
  • si rifiuta di mangiare,
  • dorme più del solito,
  • la pelle è screpolata e irritata.
  • soffre di prurito,
  • perdita improvvisa e cospicua di pelo,
  • episodi di diarrea (‘sindrome della coda bagnata’).

Freezing del criceto: le cause e come interpretarlo

Premesso che avere un animale in casa comporta delle responsabilità ma anche delle preoccupazioni, non possiamo totalmente escludere la possibilità di un infarto nel criceto quando lo vediamo bloccarsi di colpo.

Freezing del criceto
(Foto Pixabay)

Questo malanno improvviso può essere di certo dovuto alla paura, la stessa che potrebbe immobilizzarlo in un freezing. Quando infatti non ama essere accarezzato, non vuole essere toccato, o peggio, preso in braccio, si irrigidisce e si immobilizza.

Il suo sguardi sembra fissare il vuoto e riflettere, come se la paura lo ‘bloccasse’ appunto. Potrebbe non essere colpa nostra e anzi restare immobilizzati dopo un rumore forte e improvviso. Come per il coniglio, possiamo interpretarla come una tecnica di autodifesa.

Francesca Ciardiello