Home Non solo Cani e Gatti Anche gli insetti possono essere felici: lo svela uno studio

Anche gli insetti possono essere felici: lo svela uno studio

Gli insetti sono spesso considerati privi della capacità di provare emozioni: uno studio ha svelato che anche loro possono essere felici.

Insetti felici
(Foto Pixabay)

Un curioso esperimento scientifico ha svelato che il verificarsi di fatti positivi sia in grado di modificare l’umore degli insetti. Incredibile ma vero, anche queste creature spesso ritenute semplici e inferiori celano delle capacità straordinarie. Anche gli insetti possono essere felici: scopriamo come e perché.

Gli insetti possono essere felici: è davvero così?

La capacità di provare emozioni implica essere in grado di sperimentare degli stati mentali soggettivi, causati da accadimenti esterni.

bombo
Il Bombo: caratteristiche dell’insetto impollinatore (foto Pixabay)

Non c’è dubbio che oltre a noi esseri umani, non solo cani e gatti ma tutti i mammiferi ne siano in grado.

Gli scienziati della Queen Mary University di Londra, però, hanno svelato che c’è anche un’altra categoria di creature in grado di sentire le emozioni: si tratta degli insetti.

Dei fatti positivi, in particolare, sarebbero in grado di apportare delle modifiche al loro umore, migliorandolo.

Potrebbe interessarti anche: Casetta per insetti fai da te: come realizzare un Bug’s Hotel

L’esperimento della Queen Mary University

Per dimostrare la strabiliante tesi secondo cui anche gli insetti possono essere felici, gli scienziati hanno condotto un esperimento con due gruppi di bombi.

Come allontanare api e vespe
(Foto Unsplash)

Agli insetti sono stati presentati due cilindri: il primo, segnalato da una placca di colore blu, conteneva acqua zuccherata, mentre il secondo aveva al suo interno solo dell’acqua ed era segnalato da un’etichetta verde.

In men che non si dica, i bombi sono entrati in massa nel cilindro più dolce, imparando a riconoscere il colore che segnalava il recipiente contenente il goloso spuntino.

Potrebbe interessarti anche: Api, Vespe, bombi e calabrone: come distinguerli

In un secondo momento, i bombi hanno attraversato un percorso per raggiungere un unico cilindro, attraversando un tunnel che poteva contenere, in maniera del tutto casuale, goccioline di acqua e zucchero o di sola acqua.

Il contenitore alla fine del percorso era marcato da un’etichetta di colore ambiguo, tra il verde e il blu.

Questo ha dato modo di verificare agli scienziati che gli animali che sotto il tunnel avevano bevuto acqua e zucchero risultavano più ottimisti rispetto a quelli che avevano assunto solo acqua.

Infatti, entravano nel cilindro con più rapidità, come se aspettassero la ricompensa. Gli altri insetti, invece, risultavano più svogliati e disillusi: sembrava che non avessero affatto voglia di scoprire il contenuto del recipiente.

Insomma, non c’è che dire: l’ottimismo e il pessimismo sembrano essere presenti anche nel mondo animale