Home Non solo Cani e Gatti Lanciato più volte contro una parete e preso a calci: arrestate tre...

Lanciato più volte contro una parete e preso a calci: arrestate tre ragazze dai 13 ai 14 anni

CONDIVIDI
@Facebook
@Facebook The Southwest Florida House Rabbit Rescue

Lo scorso 28 maggio era stato diffuso sui social, un video in cui un gruppo di giovani adolescenti di Jacksonville, in Florida, si sono riprese mentre maltrattavano un coniglio: il povero animale è stato più volte lanciato contro una parete e preso a calci mentre cercava di fuggire.

L’esemplare chiamato Fuzzy Pants si è guadagnato il soprannome di “guerriero” per essere sopravvissuto a questa violenza gratuita. Le tre giovane tra i 13 e i 14 anni sono state individuate dalle autorità, dopo la diffusione del video, condiviso sui social da un utente che chiedeva di rintracciarle. Le ragazzine sono state arrestate con l’accusa di maltrattamento di animali e successivamente trasferite ad un penitenziario per minori.

Il povero animale è stato sequestrato e soccorso dal centro Animal Service della città, ma nel giro di poche ore sul posto sono giunte le fondatrice del The Southwest Florida House Rabbit Rescue, associazione che si occupa della tutela e del recupero dei conigli, Lisa Walkup e Jennifer MacBeth che hanno provveduto a recuperare il piccolo coniglio per garantirgli le cure migliori presso il loro centro attrezzato per questa specie.

Fuzzy Pants ha riportato due fratture al bacino e ha subito un intervento per la rimozione di un pezzo di femore fratturato che avrebbe potuto creare disagi al coniglietto e limitare i suoi movimenti.

A distanza di due settimane da quel crudele episodio, il tenero Fuzzy è stato portato a casa dalla MacBeth dove proseguirà la sua degenza prima di essere dato in adozione. Nelle fotografie di aggiornamento delle sue condizioni, si può vedere l’accoglienza riservata a Fuzzy, con tanto di cuscini rosa, giocattoli e cibo a volontà: esattamente quello che meritano queste piccole e indifese creature.

“E’ molto dolce e vuole tanto affetto, si rannicchia sotto la mano e chiude gli occhi. Sa che è al sicuro adesso”, ha commentato la Walkup. Nelle fotografie condivise sul profilo facebook dell’associazione

Ecco il terrificante video clicca qui