Home Non solo Cani e Gatti Il leopardo: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Il leopardo: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Il leopardo è un animale che ritroviamo spesso nei cartoni animati e storie per bambini. Famoso per il suo bellissimo corpo dorato e maculato.

leopardo
(Foto AdobeStock)

Queste che tratteremo sono schede destinate ai bambini, per aiutarli ad apprendere particolari argomenti che nello specifico trattano di animali.

Non saremo ne’ i primi ne’ gli unici a trattare questo argomento, ma con l’aiuto di foto e paragrafi semplici, cercheremo di incuriosire e stimolare il bambino, aiutandolo anche visivamente ad assimilare la materia.

Oggi andremo a ricostruire, illustrare e rappresentare quello che è l’animale più solitario della savana e il più sfuggente tra i felini.

Caratteristiche del leopardo

Il leopardo (Panthera pardus) è un grande felino.

leopardo su roccia
(Foto AdobeStock)

Il maschio in genere ha un corpo che può misurare circa 150 a 180 cm, più altri 80-90 cm di coda circa e il maschio adulto, in genere, pesa 60-90 kg.

È dotato di un cranio grande e arrotondato ma con un muso più corto rispetto a quello delle altre pantere.

Il collo è muscolo ma molto corto, lo stesso la mascella è molto muscolosa e ciò è fondamentale per afferrare le sue prede, generalmente più grandi di lui.

Gli occhi sono rotondi e di colore giallo.  Possiede una pelliccia morbida e brillante, con un colore di fondo tipicamente giallastro sopra e bianco sotto.

La maggior parte del corpo è ricoperto da macchie scure, disposte a rosette e prive della macchia centrale, differenti da quelle del ghepardo.

Nonostante tutti i leopardi sembrino uguali, in realtà grazie alla disposizione delle macchie, sono diversi e distinguibili uno dall’altro.

Esistono due varietà di leopardi e sono:

  • il leopardo africano, o panthera pardus pardus, è la sottospecie più comune di leopardo ed occupa tutta l’area africana;
  • il leopardo indiano, o panthera pardus fusca, è una specie classificata come prossima all’estinzione. Vive nel continente asiatico ed è continuamente minacciata dalla progressiva perdita del suo habitat naturale e dal bracconaggio. Il leopardo è un animale territoriale ed in quanto tale ha l’abitudine di marcare l’area in cui vive, tramite graffi sugli alberi, odore di urina e feci.

Questo perché non tollera l’intrusione di altri animali anche della sua stessa specie. L’unica eccezione è fatta per la femmina durante il periodo dell’accoppiamento.

Dove vive il leopardo

Il leopardo vive nell’Africa sub-sahariana, nella penisola arabica, nella Turchia sud-occidentale e orientale, in India, Russia, Cina e nelle isole di Giava e Sri Lanka.

Leopardo disteso sull'albero (Foto Pixabay)
(Foto Pixabay)

Questo felino si adatta a quasi tutti i tipi di habitat, comprese foreste pluviali, boschi, savane, praterie, foreste, habitat di arbusti e zone paludose.

Inoltre il leopardo è presente anche nei più grandi parchi dell’Africa, anche il Botswana è un’ottima meta per avvistare questo animale durante un safari.

Ancor meglio è considerata, però, la riserva nazionale del Maasai Mara in Kenya, che rappresenta un’ottima destinazione per l’osservazione di questo felino, proprio perché nel suo habitat naturale.

Nel periodo dell’anno che va da luglio a novembre, più ci si avvicina alle zone fluviali boscose della regione, più le probabilità di vedere un leopardo aumentano.

Potrebbe interessarti anche: Leone: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Come nascono

Al raggiungimento di circa 2-3 anni il leopardo diventa maturo sessualmente ed è l’unico momento in cui si riunisce in coppia.

cuccioli di leopardo
(Foto AdobeStock)

Avvenuto l’accoppiamento ci sarà un periodo di gestazione di circa 3 mesi. Dopodiché la femmina partorirà 2 massimo 3 cuccioli per gestazione.

I cuccioli alla nascita non pesano più di 500/600 grammi e sono totalmente ciechi. Fino ai 3 mesi la madre li allatta e per le prime 8 settimane di vita, resteranno al riparo dai predatori.

Successivamente saranno in grado di seguire la madre per imparare a cacciare e procurarsi sa soli il cibo.

Tuttavia rimarranno con la madre fino ai 18 mesi, poi, gradualmente, inizieranno ad allontanarsi, per poi diventare solitari e territoriali nella fase adulta della loro vita. Il leopardo vive in media circa 12-15 anni in natura.

Potrebbe interessarti anche: Il Re Leone e non solo: animali della savana, elenco e caratteristiche

Cosa mangia il leopardo

Il leopardo è un animale notturno, ragion per cui invece di dormire passa le notti a cacciare.

leopardo
(Foto AdobeStock)

Inoltre essendo un animale molto forte è in grado di trascinare la sua preda sui rami, pur di impedire che iene e sciacalli gli rubino il pasto.

Generalmente la sua tecnica di caccia è da vero stalker, in quanto pedina le sue prede, tenendo la testa bassa e le zampe piegate per non farsi vedere.

Dopodiché quando sente di averla sotto tiro, attacca con un balzo.  Afferra la sua vittima con un morso alla gola o al collo e la uccide.

Il leopardo è un animale carnivoro, perciò si nutre di tutti gli animali dai piccoli roditori alle antilopi. Non disdegna nemmeno le gazzelle di Thomson, i babbuini, le scimmie, i serpenti, i grandi uccelli e i facoceri.

Curiosità

  • La femmina è più piccola del maschio arriva a 130cm ed ha un peso che oscilla tra i 30/60 Kg.
  • Il leopardo è un animale molto forte in grado persino di trascinare sui rami, una preda di circa 80kg.
  • Il leopardo fa parte della Lista Rossa IUCN, che li classifica come specie vulnerabile a causa della perdita del suo habitat naturale e alla conseguente frammentazione per il globo.
  • Il panthera pardus è il felino con gli artigli più lunghi e più affilati, che lo aiutano nell’arrampicata. I suoi canini, invece, sono lunghi circa 6 centimetri.
  • La sua vista notturna è sei volte migliore della vista umana, ed eccelle anche tra quella degli altri predatori.
  • Il leopardo è un nuotatore provetto
  • Il balzo del leopardo può raggiungere i 3 metri in altezza e i 6 in lunghezza.
  • La pelliccia del leopardo varia in base al clima e al luogo dove vive.
  • È in grado di uccidere animali di oltre 150 kg.
  • Con il nome di Pantera si intende panthera pardus ovvero un leopardo affetto da una forma di melanismo, dovuta alla mutazione di un gene dominante. Ragion per cui si tratta dello stesso animale.

Differenza tra leopardo e ghepardo

Anche se in molti non riescono a vederle sono tante le differenze tra questi due felini.

ghepardo
(Foto AdobeStock)

Queste di seguito sono le principali differenze tra il leopardo e il ghepardo:

  • il leopardo ha una pelliccia ricoperta da rosette scure, mentre il ghepardo sono macchie circolari;
  • il cranio del leopardo è più grande e rotondo ma il naso più piccolo rispetto al ghepardo, inoltre quest’ultimo possiede due strisce nere che partono da sotto gli occhi ed arrivano alla bocca;
  • il leopardo possiede artigli retrattili mentre il ghepardo no e questi gli permettono una maggiore aderenza al suolo essendo l’animale più veloce al mondo;
  • anche a livello comportamentale sono diversi nelle tecniche di caccia, il leopardo usa gli agguati e il ghepardo si basa sulla velocità.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta