Home Non solo Cani e Gatti Poca o troppa luce per i pesci? Come gestire l’illuminazione dell’acquario

Poca o troppa luce per i pesci? Come gestire l’illuminazione dell’acquario

Quante volte ci siamo chiesti: la luce è poca o troppa per i pesci? Imparare a gestire l’illuminazione dell’acquario è vitale per i pesci.

luce pesci acquario
(Foto Pexels)

E’ vero, l’illuminazione dell’acquario lo rende più bello, facendone esplodere i colori. Ma la sua vera importanza è di salvaguardare la vita al suo interno. Infatti la luce, quella giusta, influisce sull’equilibrio biologico dell’acquario. Permette di mantenere al suo interno un ottimo tasso di ossigeno, necessario per far sviluppare le piante e far crescere nel benessere i nostri pesci.

E’ dunque necessario imparare delle piccole regole fondamentali, in grado di farci capire come gestire il numero di ore necessarie di illuminazione dell’acquario, per non eccedere sia nella poca che nella troppa luce.

Gestire le ore di illuminazione per il benessere dei pesci, e non solo

Una delle prime regole fondamentali per il benessere dei nostri pesci, è evitare la luce diretta del sole, posizionando il nostro acquario lontano da finestre o vetrate.

gestire illuminazione acquario
(Foto Pexels)

Questo perchè la luce del sole varia nell’arco della giornata, è difficile da gestire e non ci consente di mantenere una costanza nell’illuminazione. Ma soffermiamoci sull’illuminazione artificiale, ed impariamo a gestirla.

Nell’arco di una giornata, saper bilanciare le ore di illuminazione della vasca è fondamentale. Nè poca nè troppa. Quella giusta. Vediamo perchè:

  •  Un bassissimo numero di ore di luce farà appassire le nostre piante, quindi niente fotosintensi. Il che significa che le piante non depureranno più l’ambiente e quindi l’acqua sarà priva di ossigeno. Si andrà a creare all’interno dell’acquario un gravissimo squilibrio che comporterà gravi conseguenze sul benessere dei nostri pesci.
  • Al contrario, un altissimo numero di ore di luce comporterà un eccesso di fotosintesi, quindi lo sviluppo di alghe parassite indesiderate all’interno della vasca, difficili da contrastare. Di conseguenza le piante cominceranno a crescere tantissimo, abbassando notevolmente i parametri chimici e biologici ottimali per l’ambiente, ma soprattutto per i pesci.

Potrebbe interessarti anche: Il sistema respiratorio dei pesci

Cosa fare dunque? L’ideale è di tenere la luce accesa dalle 8 alle 12 ore al giorno, naturalmente in base alla tipologia di piante presenti nell’acquario, alle specie di pesci che abbiamo e alla luce ambientale presente nella stanza.

Fondamentale è essere puntuali e rispettare sempre gli stessi orari nell’accensione e nello spegnimento dell’illuminazione. Solo così riusciremo ad assicurare un ottimo bioritmo ai nostri pesci. E perchè no, conquistare anche una vasca sempre pulita.

Piccolo consiglio, se siete smemorati o per il lavorare non potete assicurare ai vostri amati pesci la giusta puntualità con l’illuminazione comprate un timer per acquario, sarà lui ad accendere e spegnere la luce all’occorrenza.

Potrebbe interessarti anche: Acquario esposto al sole: rischi per i pesci e consigli per evitarli

Diverse specie di pesci con i propri bisogni di luce

L’illuminazione dell’acquario fa di esso un oggetto di design. Riempie di colori, quelli dei pesci, la stanza che lo ‘ospita’. Ci rende fieri nel vedere così tanta luce esplodere. Ma attenzione. Quando allestiamo l’acquario ricordiamoci che l’illuminazione non deve far bene a noi, ma ai nostri amici pesci.

illuminazione per pesci
(Foto Pexels)

Solitamente l’illuminazione dell’acquario non influisce sul pesce. Ad esempio, esistono specie di pesci che non vogliono ‘più luce’ in quanto prosperano con poca luce, e se gliene diamo di più li influenzeremo negativamente.

Per imparare a gestire al meglio la luce artificiale in aggiunta, dobbiamo prestare molta attenzione a quelle che naturalmente sono le condizioni dei pesci.

Se nel nostro acquario sono presenti Pesci Tropicali, dobbiamo ricordarci che vivono in zone con almeno 12 ore di luce naturale al giorno. Dunque, per garantirgli un ottimo equilibrio, dobbiamo fornirgli almeno 12 ore di illuminazione (da bilanciare tra luce naturale e luce artificiale).

Se invece abbiamo riempito il nostro acquario di Pesciolini Rossi (dunque pesci di acqua fredda), sappiamo che provengono da ambienti il cui clima è temperato, quindi fondamentale per il loro benessere è variare l’aggiunta di luce artificiale in base alle stagioni dell’anno.

Posizionare un acquario in casa regala un sogno marino, ma occhio alla luce.

Rossana Buccella