Home Non solo Cani e Gatti I poliziotti alla dogana non ci credono: c’è un tigrotto nel pacco...

I poliziotti alla dogana non ci credono: c’è un tigrotto nel pacco postale

CONDIVIDI

Una scoperta probabilmente mai avvenuta prima è accaduta a Jalisco, una località del Messico. A restare estremamente sorpresi sono stati gli agenti di polizia locali, che stavano effettuando un normale controllo in una dogana. Le forze dell’ordine erano dotate di cani poliziotti, e si sono insospettiti quando gli stessi hanno cominciato ad abbaiare incessantemente. I quattrozampe sono predisposti in particolare nello scovare droga. Da quelle parti infatti il traffico illegale di stupefacenti rappresenta una fonte di guadagni enormi per i cartelli del posto, noti per la loro ferocia. Solo che in questa circostanza in un pacco non erano nascoste sostanze stupefacenti. Dopo aver aperto un plico, i poliziotti sono stati colti da meraviglia per quello che hanno trovato al suo interno. Infatti c’era un cucciolo di tigre. Una cosa del tutto impensabile.

L’animale era disidratato e sedato, ed era stato spedito via posta per aggirare le normative ed i divieti di animali esotici.Il loro commercio infatti è vietato, e l’unico modo per avere un esemplare del genere è quello di rivolgersi a canali alternativi. O per meglio dire illegali. Il destinatario era un individuo domiciliano nello stato di Queretaro. Per quanto riguarda il tigrotto, un veterinario se ne è subito preso cura. Ma intanto le autorità hanno aperto una inchiesta a riguardo, visto che ci sono tutti i presupposti per dare corpo a delle accuse con reati ben precisi. Oltre al maltrattamento di animali si può infatti ipotizzare il commercio illegale, e ci sono anche varie altre aggravanti.

Maltrattamento di animali, dalla tigre inviata per posta a quella costretta a farsi i selfie

Un altro episodio di maltrattamento di animali, ed in particolare di una tigre, si è verificato in Thailandia. Parliamo di qualcosa accaduta a dicembre. Qui un felino veniva costretto anche e soprattutto con le cattive a sottostare alle foto ricordo con i turisti. In queste situazioni però, se la gente può trovare la cosa divertente ed innocua, deve tenere in considerazione diversi fattori che influiscono sulla salute dell’animale. Infatti gli animali stessi avvertono lo stress in maniera diversa rispetto agli umani. Ne sono maggiormente inclini e spesso questo comporta una fatica ed uno sforzo fisico e mentale che sovente può ucciderli.