Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Fagiano Lofoforo splendido: specie rara ornamentale da cortile

Fagiano Lofoforo splendido: specie rara ornamentale da cortile

Il fagiano Lofoforo splendido, uno degli animali da cortile più rari con cui molte persone amano abbellire il loro giardino.

fagiano lofoforo
(Foto AdobeStock)

Il mondo degli animali ornamentali da cortile rari, è molto vasto. Si tratta di tutti quegli animali che non è facile vedere in giro ma che custodiamo nei nostri spazi, cortili e giardini molto caratteristici.

In questo articolo parleremo in particolare, di una razza ornamentale molto particolare, ovvero il fagiano lofoforo splendido, una specie apprezzata per la sua straordinaria colorazione.

Caratteristiche del fagiano Lofoforo splendido

La caratteristica principale del fagiano lofoforo splendido anche chiamato lofoforo himalayano, è il piumaggio.

fagiano Lofoforo splendido
(Foto AdobeStock)

Il maschio della specie, infatti era cacciato per le piume della cresta, le quali venivano usate per decorare i cappelli da uomo, fino al 1982, quando la caccia fu vietata in quello stato.

Infatti la principale minaccia per questo fagiano è il bracconaggio, perché la cresta è preziosa ed è considerata status e autorità per chi la indossa.

Il fagiano Lofoforo splendido misura circa 70 cm e pesa fino a 2,4 kg.

Possiede un meraviglioso piumaggio multicolore, mentre la femmina, come succede in altri fagiani, ha colori più tenui e misure inferiori.

Il maschio ha una lunga cresta di colore verde metallizzato, piume color rame sulla coda e sul collo, e una parte bianca sulla schiena che è più visibile quando l’uccello è in volo.

La coda è corta e presenta sul capo un ciuffo di piume che porta eretto senza che tocchi la nuca. Il piumaggio intero e la maturità sessuale è completo solo al secondo anno di vita.

Si tratta di una specie di fagiano che si riproduce tra il mese di aprile e quello di maggio.

Durante la stagione riproduttiva formano delle coppie, mentre d’inverno preferiscono stare in gruppo. La femmina depone dalle 5 alle 14 uova che cova per circa 28 giorni.

Il fagiano Lofoforo è un uccello prettamente terrestre che trascorre tutto il giorno sul terreno immerso in questa bassa sterpaglia, ragion per cui diventa molto difficile poterlo osservare.

È un animale sfuggente in natura a differenza di quando viene allevato in cattività, anche se è raro.

Origini e habitat

Il Lofoforo splendido è un fagiano originario delle foreste dell’Himalaya che vive ad altitudini di ben 2.100-4.500 metri.

Vive nelle foreste di conifere e querce intervallate da pendii erbosi aperti, dirupi e prati

È possibile vederlo in natura, dall’Afghanistan e dal Pakistan in India, Nepal, Tibet meridionale e Bhutan attraverso l’Himalaya.

Si tratta di un uccello che è possibile allevarlo in voliera, l’importante è garantirgli un buon rifugio.

Il Lofoforo splendido necessita, infatti, di una voliera ben drenata, poiché sensibile più di altri ad alcuni agenti patogeni che possono trovarsi nel terreno.

In cattività diventa molto docile con l’uomo, tanto da mangiare dalla mano dell’allevatore.

Cosa mangia il fagiano Lofoforo splendido

Il fagiano Lofoforo splendido in natura ha una dieta che varia a seconda delle stagioni e disponibilità del territorio, ma è per lo più composta da erbe, germogli, fiori, boccioli, semi di piante selvatiche, frutti, bacche, tuberi e radici.

Non disdegna nemmeno le proteine derivante da insetti di ogni genere e loro larve, chiocciole, lumache e piccoli vertebrati che trovano razzolando e/o scavando con le loro forti zampe soprattutto durante la bella stagione.

Mentre nel periodo invernale, o quando il terreno risulta particolarmente ghiacciato, si nutre principalmente di bacche, baccelli e semi essiccati e spesso congelati, iris, gigli, aghi di conifere.

In cattività, a partire dal secondo mese, è opportuno integrare l’alimentazione del fagiano.

Se allevati in voliera, la dieta dovrà essere composta da:

  • misto di granaglie di mais spaccato e frumento;
  • mangime bilanciato per fagiani;
  • verdure come spinaci, cicoria e cavolo;
  • uova sode sbriciolate complete di guscio (da somministrare) due volte a settimana.

Sarà necessario fornirgli della verdura ulteriore solo nei periodi in cui non è presente in natura e perciò irreperibile per il fagiano.

Inoltre sarà opportuno mettere a disposizione sempre acqua fresca in abbondanza, non solo per abbeverarsi, ma anche per il bagno.

Potrebbe interessarti anche: Fagiano dorato: animali ornamentali rari da cortile e da giardino

Malattie comuni negli uccelli

Il fagiano lofoforo splendido, può essere vittima di varie malattie, dovute da batteri, virus o da acari parassiti, del resto un po’ come tutti gli uccelli.

Ecco le principali patologie dei fagiani e uccelli in generale:

  • coccidiosi;
  • laringotracheite infettiva;
  • microplasmosi respiratoria;
  • pasteurellosi;
  • psicattosi;
  • salmonellosi;
  • vaiolo;
  • spirochetosis;
  • dermatite;
  • posa di uova ritardata;
  • infestazione da gozzo;
  • kloatsit;
  • aspergillosi;
  • malattie di Marek;
  • cannibalismo;
  • congelamento;
  • disordine metabolico;
  • enfisema;
  • fratture;
  • gotta;
  • naso che cola;
  • pidocchi;
  • scabbia.

Queste appena elencate sono tutte malattie a cui il fagiano e gli uccelli in generale possono essere soggetti.

Tuttavia, il fagiano Lofoforo splendido è una specie molto sensibile al vaiolo, ragion per cui è opportuno vaccinare l’uccello già a 4-5 settimane di vita.