Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Alimentazione del pappagallo: i cibi da evitare e quelli da preferire

Alimentazione del pappagallo: i cibi da evitare e quelli da preferire

CONDIVIDI

Se vuoi un pappagallo come animale domestico, è giusto conoscere tutti i cibi da evitare per permettere un’alta qualità di vita al tuo amico pennuto.

pappagallo e il cibo
Quali sono i cibi che deve evitare il pappagallo? (foto di pixabay)

Sono oltre 300 le specie di pappagalli che popolano la terra e ormai sono diventati oggetto del desiderio di tantissime persone che si regalano la possibilità di vivere con questi pennuti che hanno delle penne di colori sgargianti e travolgenti. Ma per permettergli una qualità di vita alta, c’è bisogno innanzitutto di offrirgli una corretta alimentazione basata sulla frutta, la verdura, i mangimi e semi.

Alimentazione del pappagallo: cosa può mangiare?

pappagallo cosa mangia
Il pappagallo può mangiare frutta, verdura, semi e mangime. (fonte pixabay).

Il pappagallo ha bisogno di questi cibi per dei motivi particolari:

  • Frutta: il pappagallo può mangiare fino a tre frutti al giorno: l’importante è non dargli sempre lo stesso frutto altrimenti rischia di assimilare troppi zuccheri.
  • Verdure: come per la frutta, è importante variare la tipologia da fargli assumere ma la scelta è da fare tra spinaci, broccoli, bietole, scarola, carote, ravanelli, sedano e peperoni.
  • Mangime: non è strettamente indispensabile visto che già la frutta e la verdura danno il giusto apporto calorico ed energetico al pappagallo, ma il mangime per pappagalli può dare un plusvalore alla qualità dell’alimentazione del nostro uccello.
  • Semi: la somministrazione di semi non deve essere frequente come quella di frutta e verdura, ma è lo stesso importante. Scegli semi secchi e germinati.

Cibi da evitare per il pappagallo

E’ fondamentale per garantire un’ottima condizione di salute al nostro pappagallo, evitare che ingerisca determinati alimenti che possono essere tossici o causargli effetti collaterali anche pericolosi.

I cibi da evitare assolutamente sono i seguenti:

  • Sale
  • Avocado
  • Cioccolata
  • Latte
  • Alcol
  • Carne
  • Bevande gassate
  • Zucchero in generale
  • Caffè
  • Tubercoli crudi
  • Prezzemolo
  • Melanzana
  • Cipolla
  • Aglio
  • Semi di mela e pera
  • Fritture
  • Alimenti con coloranti
  • Alimenti con sapori artificiali aggiunti
  • Conserve
  • Succhi artificiali
  • Spezie

I latticini sono sconsigliati, ma volendo possiamo dargliene in piccolissima quantità purché siano senza sale.

animali salvati pappagallo cenerino
Pappagallo cenerino

Quali sono i sintomi da intossicazione?

Può capitare, ovviamente senza farlo di proposito, magari distratti da altri animali domestici che abbiamo a casa, con cui tra l’altro il pappagallo va molto d’accordo, che il nostro pappagallo possa ingerire degli alimenti che gli possono portare delle reazioni che possono mettere in pericolo la sua salute.

Per farci trovare pronti a ogni evenienza dobbiamo sapere e ricordare che se il pappagallo sta male può avere questi sintomi:

  • Scarsa mobilità
  • Occhi socchiusi
  • Perdita di appetito
  • Aumento significativo dell’appetito
  • Difficoltà a respirare e becco aperto
  • Aumento notevole del consumo di acqua
  • Isolamento in un angolo della gabbia
  • Diarrea
  • Perdita di peso

Se ci rendiamo conto che il nostro pappagallo accusa uno di questi sintomi, dobbiamo immediatamente rivolgerci al veterinario per capire cosa fare e come agire.

Quindi facciamo sempre attenzione a quello che mangiano e non sottovalutiamo questi sintomi, che potrebbero salvargli “le penne”.

Potrebbe interessarti anche >>> Il pappagallo che imita alla perfezione il miagolio dei gatti.

E.A.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI