Home Non solo Cani e Gatti Polmonite nel criceto: le cause, i sintomi e il trattamento

Polmonite nel criceto: le cause, i sintomi e il trattamento

Polmonite nel criceto, una patologia di natura batterica, colpisce esemplari di tutte le età. Vediamo quali le cause, i sintomi e la cura.

polmonite nel criceto
(Foto AdobeStock)

Quando si decide di adottare un animale inconsueto di cui si conoscono poco sia i comportamenti che le malattie, è opportuno informarsi su quali possono essere i segnali che l’animale è in grado di trasmettere in caso di disagio o sofferenza.

Imparare a riconoscere il linguaggio del corpo e dei suoni che può emettere un criceto è fondamentale per poter capire il suo stato di saluto psicofisico.

Intervenire in tempo, su determinate patologie può talvolta salvare la vita dell’animale.

Nell’articolo di oggi, andremo a capire, come riconoscere i segnali della polmonite nel criceto, quali sono le cause e come poterlo curare.

Cause della polmonite nel criceto

Generalmente, la polmonite nel criceto è dovuta ad un’infezione con uno o più tipi di batteri.

criceto infezione
(Foto AdobeStock

Talvolta invece, è la combinazione con virus o altri tipi di agenti infettivi.

Altre cause che possono portare alla polmonite nel criceto possono essere le seguenti:

La polmonite nel criceto può colpire qualsiasi esemplare di ogni fascia d’età ma in particolare i soggetti immunodepressi e quelli stressati. ù

La malattia può essere trasmessa nell’aria da un criceto infetto tramite starnuti e/o tosse.

Sintomi

I sintomi che si possono manifestare nel criceto affetto da polmonite possono essere i seguenti:

  • febbre;
  • apatia;
  • depressione nel criceto;
  • perdita di appetito e successiva perdita di peso;
  • starnuti;
  • scarico di muco dal naso e dagli occhi;
  • respiro affannoso e rapido;
  • respiro sibilante;
  • tosse.

Inoltre, spesso la malattia è accompagnata da congiuntivite, gli occhi del criceto sono acquosi e le palpebre si gonfiano.

Potrebbe interessarti anche: Il criceto non esce dalla casetta: le cause di un comportamento così strano

Diagnosi e trattamento della polmonite nel criceto

Per poter effettuare una diagnosi il veterinario dovrà eseguire i seguenti esami:

  • esame fisico approfondito del criceto;
  • test di laboratorio (possono aiutare a confermare una diagnosi di polmonite)
  • esame di secrezioni dagli occhi o dal naso;
  • campioni di sangue;
  • raggi X (possono anche confermare la presenza di polmonite. Tuttavia a causa delle piccole dimensioni dell’animale, non sempre è efficace).

Stabilita la diagnosi, per i criceti colpiti lievemente da polmonite è possibile trattare i sintomi piuttosto che la malattia ma con ottimi risultati.

Il veterinario prescriverà una terapia basata sulla somministrazione di antibiotici a lungo termine (se la polmonite è causata da un’infezione batterica) e ossigenoterapia nel caso l’animale avesse difficoltà a respirare.

Oltre alla terapia principale, i medici raccomandano glucosio e vitamina C.

Molto spesso se il criceto accusa una forte tosse, vengono utilizzati preparati naturali a base di farfara o ortica, naturalmente se il veterinario autorizza la somministrazione.

In fase di ripresa, è importante, incrementare la dieta del criceto e dargli cibo ricco di vitamine, come ad esempio: foglie di dente di leone, ortica in forma fresca o secca, barbabietole, carote, cavoli e piselli.

Purtroppo, nei casi gravi di polmonite nel criceto, questo tipo di trattamento non da molte speranze. La prognosi non è favorevole e generalmente, l’animale muore dopo 3-4 giorni.

La prevenzione dell’infezione consiste nell’allontanare i soggetti colpiti da quelli sani.

Tuttavia in linea di massima per evitare la patologia è importate non sovraffollare le gabbie dei criceti e tenerle sempre in una condizione igienico-sanitaria più che ottimale.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta