Home Non solo Cani e Gatti La tartaruga è maschio o femmina? Ecco come possiamo capirlo

La tartaruga è maschio o femmina? Ecco come possiamo capirlo

CONDIVIDI

Come capire se la tartaruga è maschio o femmina? Distinguere il sesso delle tartarughe non è semplice, ma nemmeno impossibile: ecco come si fa.

tartaruga maschio femmina
Come capire se una tartaruga è maschio o femmina? (Pixabay)

Come nella maggior parte dei rettili, anche nelle tartarughe gli organi genitali sono invisibili a occhio nudo: per questo motivo, capire se una tartaruga è maschio o femmina può essere piuttosto difficile.

A rendere anche più complesso questo delicato compito ci si mette anche il fatto che ciascuna specie di tartaruga ha delle proprie caratteristiche specifiche per quanto riguarda i caratteri sessuali: ecco perchè la cosa migliore sarebbe conoscere la specie di appartenenza della nostra tartaruga.

Una volta individuata la specie, potremmo osservare con maggiore facilità gli aspetti che ci consentiranno di capire se la tartaruga è maschio o femmina, senza bisogno di rivolgerci a un esperto per saperlo.

Come distinguere una tartaruga maschio da una femmina?

tartaruga maschio femmina
Come distinguere il sesso di una tartaruga? (Pixabay)

Le tartarughe sono da sempre molto diffuse nelle nostre case come animale domestico: questi rettili, solitamente, timidi e tranquilli, necessitano di cure specifiche e possono soffrire molto se fa troppo caldo: lo abbiamo visto nel nostro articolo sul tema “Come difendere la tartaruga dall’afa in estate”.

A seconda della specie di appartenenza, bisognerà osservare alcune caratteristiche morfologiche ben precise per individuare il sesso della nostra tartaruga.
Prima di tutto, per distinguere una tartaruga maschio da una femmina bisogna che l’esemplare non sia troppo giovane: il disformismo sessuale in questi animali compare soltanto tra il 4° e il 10° anno di età.

Di seguito, un elenco di caratteristiche da osservare per capire se la tartaruga è maschio oppure è femmina. I fattori indicati sono piuttosto trasversali alla maggior parte delle specie, ma soprattutto sono adatti a definire il sesso della Testudo Mediterranea, la tartaruga più diffusa nella nostra area geografica.

1. Le dimensioni

Una delle differenze più semplici da osservare tra esemplari maschi e femmine di tartaruga è la grandezza: solitamente, le femmine sono più grandi dei maschi. Naturalmente per osservare la differenza bisogna avere la possibilità di confronto.

2. Il piastrone

Sarebbe la pancia della tartaruga, ossia la parte inferiore del suo guscio. Sollevando la tartaruga con molta delicatezza, si può osservare se il piastrone è concavo o piatto: il primo caso è tipico dei maschi di tartaruga, mentre la pancia piatta indica una tartaruga femmina.

3. La coda

Un altro aspetto facile da osservare è la coda della tartaruga: lunga e robusta nel maschio, arrotondata e appena accennata nella femmina. Qui si può osservare anche la cloaca, ossia il forellino da cui fuoriescono i bisogni: nelle tartarughe femmina è alla base della coda e a forma di stella, mentre nei maschi è una fessura che si trova più distante.

4. Gli artigli

Un maschio di tartaruga utilizza gli artigli durante l’accoppiamento, ma anche per combattere e difendere il proprio territorio: per questo motivo, le sue unghie sono più lunghe rispetto a quelle della femmina.

5. La testa

Anche se le differenze in questo caso sono quasi impercettibili, la testa del maschio della tartaruga ha la forma più allungata rispetto a quella della femmina, che presenta tratti più tondeggianti.

Consigli finali sulle tartarughe

tartaruga
Tartaruga (Foto Pixabay)

Come accennato, bisogna aspettare che la tartaruga sia più possibile vicina alla maturità sessuale per osservare gli aspetti sopra elencati. Se non sai quanti anni ha la tua tartaruga, prova a scoprirlo con i nostri consigli nell’articolo “Come calcolare l’età delle tartarughe”.
Se hai dubbi, prova a valutare più fattori e cerca di capire se la tua tartaruga è maschio o femmina dall’insieme delle osservazioni.

Fai attenzione quando maneggi la tartaruga: questi animali non amano essere toccati e potrebbero reagire mordendo. Cerca di prenderla sempre con estrema delicatezza e non afferrarla troppo vicino alla testa.
Ricorda che, per avere la certezza assoluta del sesso della tua tartaruga, puoi rivolgerti al veterinario.

Potrebbe interessarti anche >>> Tartarughe di terra come animale domestico

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI