Home Cani Amore incondizionato: non tutti i cani amano il padrone

Amore incondizionato: non tutti i cani amano il padrone

CONDIVIDI

L’amore dei cani per molti è scontato. Ma non tutti gli esemplari provano n amore incondizionato per i padroni

cane aggressivo con il padrone
Legame cane padrone

E’ luogo comune parlare di “amore incondizionato” dei cani nei riguardi dei padroni. Il legame uomo cane è dato spesso per scontato così come la fedeltà e la devozione della specie. Eppure non è sempre così. Infatti, non solo la tendenza aggressiva del cane potrebbe essere legata all’indole della razza, al carattere dell’animale, alla sua genetica o alla reazione del cane ad una minaccia.
In ultimo, un recente studio a collegato l’aggressività dei cani alla flora batterica intestinale.

Leggi–> Aggressività cani: dipende dalla flora batterica intestinale

Ci sono diversi fattori che incidono sull’aggressività del cane, a partire dal sentimento di “paura”.
Il cane può rivelarsi geloso del proprio territorio, dei suoi oggetti e prima di aggredire invia dei segnali a chiunque si avvicini anche al padrone stesso. A volte si tratta di cani dominanti che non si sottomettono in alcun modo. L’odio di un cane nei riguardi del padrone può derivare da diversi fattori.

Cani: non è sempre amore incondizionato

Ci sono casi in cui in una famiglia il cane rispetta tutti i membri tranne il padrone. Si tratta di un tipo di aggressività chiamata “aggressività unidirezionale“. Il cane può arrivare a tollerare la presenza del padrone o di altri membri della famiglia.
Tutto dipende dal tipo di relazione che s’instaura. Nello specifico, questo comportamento è spesso riscontrato in cani adottati che ad un tratto di trovano a convivere con persone “estranee” che non sono per loro interessanti o che possono sembrare “punitive”. In tal caso, i cani possono accettare questa condizione, sopravvivendo senza pretendere altro, oppure si ribellano.

Paura e odio nei riguardi del padrone

L’odio del cane per il padrone può scaturire dalla paura. Ad esempio i maltrattamenti incidono sul legame uomo-cane. Un cane per la caccia, addestrato con il collare elettrico, un giorno si è ribellato contro il padrone.

La paura nei riguardi dell’uomo è presente nei cani adottati che hanno subito maltrattamenti. Traumi che il cane può aver vissuto da cucciolo e che non ha mai dimenticato. Il comportamento del cane non sarà aggressivo quanto timoroso fino a quando potrebbe reagire.

Amore incondizionato dei cani

Ci sono esempi di amore incondizionato dei cani. Cani che salvano i padroni da crisi di diabete o da pericoli imminenti, avvertendoli in caso d’incendio o difendendoli da persone malintenzionate. Cani devoti pronti a lasciarsi morire al fianco del padrone. L’amore dei cani li aiuta a superare qualsiasi ostacolo, ad avere coraggio anche per un membro della famiglia che non è il padrone.

L’amore di un cane non è scontato, sottolinea Nicholas Dodman, esperto in comportamento canino. “L’amore incondizionato di un cane può realizzarsi solo se la persona che adotta un cane investe tempo e dedica attenzione all’animale. Condividendo momenti con il cane, passeggiando, giocando e mostrandogli cure a partire dalla regolarità dei pasti”. Spiega l’esperto.
Ma non solo. Come più volte evidenziato, la relazione con il cane deve essere coerente, fondata su una comunicazione chiara, accompagnata da una buona leadership e da una buona dose di affetto.

Insomma, come sempre vale il detto “quello che semini raccogli”. Se una persona tende ad essere severa con il cane, di sicuro non avrà quel legame straordinario che si può creare con questa specie.

Ti potrebbe anche interessare–> Siete sicuri che il vostro cane vi stia dimostrando affetto?

Fonte in inglese: Nicholas Dodman/theconversation.com

C.D. 
Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI