Home Cani Comportamento sessuale, animali: quando il cane rifiuta l’accoppiamento

Comportamento sessuale, animali: quando il cane rifiuta l’accoppiamento

CONDIVIDI
accoppiamento cani
Corteggiamento tra cani

Perché la cagna rifiuta l’accoppiamento

E’ piuttosto diffuso che nel periodo del calore, la femmina rifiuti il maschio così come può capitare che anche il maschio non sia pronto per l’accoppiamento.

Cha sia un cane di razza o un meticcio nel caso in cui si decide di non farlo accoppiare si consiglia di sterilizzare il cane. Questo soprattutto se il cane è una femmina, onde evitare i tumori alle mammelle. Questa operazione va effettuata dopo il primo ciclo della femmina.

Ci sono diversi fattori che portano la femmina a rifiutare il maschio. In primo luogo, il maschio potrebbe non essere di suo gradimento. In secondo luogo, se l’esemplare femmina è troppo viziata, è possibile che non si faccia dominare dal maschio nella fase dell’accoppiamento. La femmina potrebbe anche arrivare a scappare, ad abbaiare e a mordere per allontanare il maschio che a sua volta, di fronte ad una situazione nuova, non saprà proprio come riuscire a dominare la femmina.

Maturità sessuale del cane

accoppiamento cani
Corteggiamento tra cani

Tra le cause principali di un rifiuto dell’accoppiamento vi è il raggiungimento della maturità sessuale che varia in base alla razza e alla taglia dell’animale.

Nei cani di piccola taglia e i toy, le femmine vanno in calore per la prima volta intorno ai 6 mesi, mentre i maschi diventano sessualmente maturi a 6-7 mesi. Nelle taglie grandi la femmina può avere il primo calore intorno ai 12-15 mesi, mentre il maschio è maturo a partire dagli 8 ai 9 mesi.

E’ tuttavia sconsigliata la riproduzione negli esemplari giovani. In quanto, sul piano emotivo-comportamentale, proprio come avviene nell’uomo, non hanno ancora raggiunto una buona solidità caratteriale.

E’ pertanto suggerito per le femmine un accoppiamento non prima dei due anni, mentre per il maschio, bisogna aspettare, 1anno e mezzo. In questi casi, potrebbe risultare inesperto e rifiutato dalla femmina.

Calore delle femmina e accoppiamento

accoppiamento cani
Corteggiamento tra cani

Le femmine hanno una media di due calori l’anno, tra i quali passano intervalli di almento 6 mesi. La stessa durata del calore piò variare in base alla taglia e alla razza del cane. Ad esempio, nelle razze nordiche come gli Husky, si può verificare un solo calore all’anno. Un comportamento sessuale che deriva alle orgini ambientali della razza.

Ciclo riproduttivo della cagna

Per l’accoppiamento è imporante controllare la regolarità del calore. Il ciclo riproduttivo del calore che dura circa 18-20 giorni, si manifesta attraverso diverse fasi.

1-9° giorno del calore: la femmina appare più irrequieta e urina pià spesso per rilasciare i suoi odori. Compare un flusso vaginale sanguigno. In questa fase, la femmina rifiuta ancora il maschio.

9-18° giorno del calore: in questa fase la femmina è più ricettiva e cerca il compagno anche attivamente. Assume infatti atteggiamenti “civettuoli” nei riguardi degli esemplari maschi. Ad esempio tende a spostare la coda.  In questa fase, si verifica anche il “riflesso dell’immobilità”, ovvero se il maschio le poggia il muso sul dorso/spalla, lei resta ferma. Il colore del ciclo si schiarisce e diventa quasi incolore.

Ovulazione della cagna e accettazione del maschio

L’ovulazione della cagna avviene di norma 1-3 giorni dopo che ha accettato il maschio. La durata dell’ovulazione varia dalle 12 alle 72 ore. Arco temporale in cui la femmina è feconda.

Per incoraggiare l’accoppiamento e favorirlo, è pertanto importate presentare il maschio 3 giorni dopo l’inizio del calore e lasciarlo assieme alla femmino per il periodo dell’accettazione.

Leggi anche–> La riproduzione nella cagna: le 4 fasi del ciclo estrale

C.D.