Home Cani Avvelenamento cani: la app per segnalazioni in tempo reale

Avvelenamento cani: la app per segnalazioni in tempo reale

CONDIVIDI
Bocconi avvelenati

App segnalazioni bocconi avvelenati cani in tempo reale

Un progetto nato con l’intento di segnalare i pericoli ai cittadini in tempo reale. La Shelly App è una applicazione ideata dalla startup innovativa Top Evolutions srl creata per Smart City. Attraverso accordi con gli enti territoriali la Shelly App offre molte opportunità agli utenti, informati costantemente riguardo a diversi problemi riguardanti il loro territorio.

Dalla viabilità, incidenti stradali e deviazioni, pulizia strade, chiusura dei principali parcheggi in occasione di manifestazioni pubbliche. Ma non solo, Infatti l’applicazione consente di segnalare casi di scomparsa di persone, informazioni turistiche o eventi.

Leggi anche–> Shelly: la nuova app per segnalare abusi o aree di pericoli per i nostri pet in tempo reale

La Shelly App si avvale del contributo delle Amministrazioni Pubbliche, ma anche organi di Polizia, associazioni ed imprese del territorio e delle segnalazioni dei cittadini. Un’applicazione fruibile in tutta Italia che si sta espandendo.

Come funziona App segnalazioni cani?

Inoltre, come ha sottolineato la Top Evolutions srl, la Shelly App, il cui utilizzo è gratuito, è risultata soprattutto molto utile per la segnalazione di cani vaganti o anche di pericoli relativi agli animali, come ad esempio la presenza di bocconi avvelenati.

Le segnalazioni sono visibili con un pin sulla mappa per un periodo di tempo sufficiente a far in modo che gli utenti vicini possano essere avvisati. Le informazioni sono geolocalizzate e in tempo reale. Non appena avviene la segnalazione, compare una notifica sugli smartphone delle persone vicine al luogo di segnalazione (se ha il GPS attivo), anche se l’applicazione è chiusa.

Segnalazioni bocconi avvelenati

Gli ideatori del progetto Shelly app hanno evidenziato che “le segnalazioni più utilizzate dai cittadini riguardano la sezione dedicata agli animali, ovvero i bocconi avvelenati e gli animali vaganti”.

I bocconi avvelenati non sono solo un pericolo per gli animali, ma sono nocivi anche per i bambini che potrebbero toccarli. Lo stesso per gli animali vaganti che sono un pericolo per la circolazione stradale, per le persone o per altri animali. La App ha in tal senso contribuito al ritrovamento di molti animali smarriti.

Infatti, la geolocalizzazione sulla mappa è estremamente utile per il loro ritrovamento.

Ecco perché, la startup ha anche aperto una pagina facebook dedicata agli animali e una relativa ai bocconi avvelenati nello specifico. Shelly App ha anche creato una rete con i gruppi Facebook che segnalano i bocconi avvelenati, nonché con associazioni di protezione degli animali.

“Un contributo per sensibilizzare sul tema e per contrastare il fenomeno dei bocconi avvelenati e dell’abbandono di animali”. Sostengono gli ideatori del progetto.

Secondo quanto viene specificato, la segnalazione di boccone avvelenato ha una durata di 20 giorni così da avvertire anche gli utenti che arrivano in quella zona anche dopo qualche giorno che è stata segnalata l’esca sull’app.

Il ruolo attivo degli utenti è fondamentale. Grazie a loro è possibile salvare molte piccole vite. Non solo si tratta d’informazioni istituzionali, ma le segnalazioni degli utenti stessi vengono inviate alle forze dell’ordine per fare la bonifica dell’area.

Un successo premiato da nuovi recenti accordi con il Comune di Trento e la Polizia Municipale oltre che con altri 5 comuni del bellunese non solo per la viabilità ma proprio per l’eventuale ritrovamento di esche killer direttamente da parte della Polizia Locale.

Consulta la pagina Facebook clicca La Community per gli animali di Shelly App