Home Cani Bevande gassate al cane: cosa c’è da sapere e cosa fare se...

Bevande gassate al cane: cosa c’è da sapere e cosa fare se Fido le beve

Credi che dare da bere bevande gassate al cane non gli crei alcun problema? Forse è meglio informarsi bene prima sugli effetti che queste hanno sul suo organismo.

Bevande gassate al cane
(Foto AdobeStock)

Il tuo cane vuole provare tutto e mette il suo muso in piatti e bicchieri ovunque si trovino? O sei tu padrone che vuoi fargli assaggiare tutto perché credi che in fondo non gli faccia male? Purtroppo non è sempre così e, anche se in buona fede, potremmo danneggiare la sua salute e creargli non pochi problemi. Uno di questi ‘esperimenti’ di assaggio può riguardare le bevande gassate al cane, che possono dare effetti inaspettati: vediamo quali sono.

Bevande al cane: ciascuna ha il suo effetto

Se siamo attenti al fabbisogno nutritivo di Fido e compriamo pappe industriali adatte alle sue esigenze, oppure ci preoccupiamo di preparare in casa piatti sempre di prima qualità, non sarebbe meglio sapere qualcosa in più pure su cosa dargli da bere?

Cane e birra
(Foto Pixabay)

Può sembrare banale, ma in realtà la scelta migliore in fatto di bevande è sempre e solo l’acqua liscia, magari a temperatura ambiente: è l’unica che disseta e che soprattutto non ha alcun effetto collaterale su di lui. E’ ovvio che deve essere un’acqua pulita, di quelle che berremmo anche noi, perché non sono solo le bollicine a dare problemi.

Pensiamo al latte: senza contare quello materno, il latte dato ai cani adulti potrebbe creare difficoltà a livello intestinale, anche perché sarebbe piuttosto pesante da digerire. Infatti i cani, così come gli animali in genere, hanno un apparato digestivo molto diverso dal nostro quindi i nostri cibi e bevande non sono ‘interscambiabili’ con i loro.

Per non parlare delle intolleranze alimentari che latte e prodotti caseari in genere possono far scaturire in Fido. Stesso discorso per tutte le bevande che contengono caffeina e il thè. Se proprio vogliamo rendere più gustosa la bevanda al nostro amico a quattro zampe, possiamo pensare di dargli del brodo, ma mi raccomando: non bollente e soprattutto non salato!

Se poi vogliamo affidarci a frutta e verdure fresche, scegliamo dei succhi (magari fatti in casa) a base di carote, che contengono fibre, vitamine e minerali ma anche l’acqua di cocco, ricca anche di elettroliti. Evitiamo di aggiungere zuccheri ulteriori ai succhi di frutta: quindi non pensiamo di dargli bevande energetiche, perché non ne ha bisogno e sono troppo dolci!

Bevande gassate al cane: che effetti ci sono sulla sua salute

La risposta deve essere chiara e secca: No! Se proprio vogliamo dirla tutta anche noi umani dovremmo limitarne l’uso perché non fanno bene. Più che per la questione del gas contenuto in esse, per quanto riguarda i cani, si dovrebbe evitarle soprattutto per la caffeina che contengono.

Bevande gassate al cane
(Foto AdobeStock)

Quest’ultima potrebbe far sorgere in Fido i tipici segnali di avvelenamento nel cane: in quel caso l’esperto potrebbe scegliere, come unica soluzione, di indurre in lui il vomito e somministrargli liquidi in via endovenosa per idratarlo nuovamente.

Inoltre possono contenere coloranti alimentari, zuccheri ma anche alcool e se il cane ha bevuto alcol dobbiamo subito portarlo dal veterinario. Quindi il rischio non è solo di avvelenamento, ma anche di obesità nel cane, poiché gli zuccheri possono far sorgere anche questo problema per la sua salute.

Bevande gassate al cane: come capire se ne ha bevute

Lo sappiamo: a volte basta un attimo di distrazione, che può essere fatale per la salute di Fido. Oltre a fare estrema attenzione, dobbiamo anche conoscere i vari segnali che il suo organismo ci invia e che devono farci pensare alla possibile assunzione di bevande gassate.

Fido beve acqua
(Foto Pixabay)
  • Eccitazione: il cane sembrerà irrequieto, agitato e fin troppo attivo,
  • tachicardia: il cuore accelera i suoi battiti,
  • alta temperatura;
  • episodi di vomito;
  • problemi respiratori,
  • ulcere alla bocca e problemi a deglutire,
  • tremore e convulsioni.

Se notiamo questi sintomi nel nostro cane, non esitiamo a portarlo dal veterinario: perdere tempo potrebbe essere fatale per la sua salute.

Francesca Ciardiello