Home Cani Cane morde gatto: cosa rischia il proprietario di Fido

Cane morde gatto: cosa rischia il proprietario di Fido

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10
CONDIVIDI

Quando il cane morde un gatto, cosa rischia il proprietario del primo? Quando scatta la sua responsabilità? Scopriamolo insieme.

Cane morde gatto (Foto Adobe Stock)
Cane morde gatto (Foto Adobe Stock)

Quando decidiamo di adottare un animale, sappiamo che da quel momento saremo responsabili di ogni suo comportamento. È nostro compito evitare che possa cagionare danni ad altre persone o ad animali, pagando eventualmente, quando sussiste la nostra responsabilità, quelli causati. Se il nostro cane morde un gatto, se e quando siamo tenuti a risarcire il proprietario del felino?

Cane morde gatto: i vari scenari possibili

(Foto Pixabay)

Essere come cane e gatto non è proprio il miglior complimento possibile da ricevere; ma a dispetto del famoso detto, cane e gatto sono in grado di instaurare, all’interno del nucleo familiare del quale fanno parte, un rapporto più che civile. E di certo non sono rari in casi in cui tra i due animali si instauri un legame di vero e proprio amore.

Insomma, la convivenza tra cane e gatto è più che possibile. Certo, ogni caso va valutato a sé, e vi sono anche cani con cui la convivenza con i piccoli felini non è possibile, o è sconsigliata.

Al di là di questo aspetto, il vostro cane, pur andando d’amore e d’accordo con gli altri animali componenti il nucleo familiare, potrebbe aggredire altri animali, ad esempio per questioni territoriali (si pensi al cane che morda il gatto del vicino perché intrufolatosi nel vostro giardino).

Oppure può accadere durante la passeggiata quotidiana con Fido, o, ancora, nel momento in cui l’animale non sia sotto il vostro controllo (si pensi all’ipotesi in cui il cane riesca a scappare dalla vostra proprietà andando in giro e magari intrufolandosi nelle proprietà altrui).

Insomma sono vari i possibili scenari che si possono delineare.

Potrebbe interessarti anche: Cane morde altro cane: quale dei due proprietari è responsabile? Cosa stabilisce la legge

La responsabilità del proprietario del cane

veterinario condannato riciclaggio
(Foto Pixabay)

A norma dell’art. 2052 c.c., il proprietario di un animale (o chi in quel momento ne ha la custodia) è tenuto a risarcire i danni che quest’ultimo cagiona ad altre persone; questo anche se in quel momento l’animale fosse fuggito o smarrito, salvo che non sia provato il caso fortuito, ovvero un evento eccezionale, e pertanto imprevedibile, che assolve dalla responsabilità.

Nel caso in cui il cane morda un gatto i danni economici saranno verosimilmente da quantificare nelle spese mediche sostenute dal proprietario del gatto (cure e compenso del veterinario), sempre che dal fatto non sia derivata la morte dell’animale; valutando il mero aspetto patrimoniale, il risarcimento corrisponderà al valore dell’animale, a cui può aggiungersi il danno morale, da identificarsi della sofferenza patita per la perdita dell’animale di affezione.

Ma quando sussiste la responsabilità del proprietario del cane che morda un gatto? Di certo non può scattare automaticamente, ogni qualvolta si verifichi l’evento.

Dalla disciplina generale, ovvero dall’art. 2043 c.c., apprendiamo che si è tenuti a risarcire il danno ingiusto cagionato a terzi, che sia conseguenza di un fatto doloso (dunque voluto) o colposo (non voluto ma evitabile con il rispetto di regole cautelare o di comune prudenza, che invece sono state eluse).

Dunque ogni caso andrà valutato a sé. Ad esempio, se il vostro cane morde un gatto mentre portate a spasso Fido, la vostra responsabilità sussiste laddove non abbiate rispettato tutte le norme in materia di passeggiata con il cane (ad esempio non servendovi dell’obbligatorio guinzaglio).

Egualmente sussiste la vostra responsabilità nell’ipotesi in cui il vostro cane riesca ad uscire dalla vostra proprietà, e morda un gatto (ad esempio introducendosi nella proprietà del vicino). Al contrario non può esservi mosso alcun addebito laddove sia stato il gatto del vicino ad entrare nella vostra proprietà, luogo nel quale poi si è verificato il fatto.

Potrebbe interessarti anche: Cosa rischio se il mio cane morde una persona? Ecco cosa dice la legge

A. S.