Home Cani Il cane ha paura della macchina: come farlo salire a bordo

Il cane ha paura della macchina: come farlo salire a bordo

Anche Fido può avere le sue fobie: la paura della macchina è tra le più comuni per un cane. Ecco alcuni consigli per superare il problema.

Il cane ha paura della macchina
(Foto Adobe Stock)

Ognuno di noi ha le sue paure: alcune affrontabili, altre apparentemente insuperabili. Anche il nostro Fido ha il suo bel daffare; insomma, le fobie non sono esclusive dell’essere umano. Tra le più comuni per il cane, la paura della macchina; molto spesso, tuttavia, si tratta semplicemente della mancanza di abitudine verso il mezzo di trasporto. Un piccolo problema che con il tempo e le tecniche giuste può essere risolto.

Le cause della paura

Non tutti amano i mezzi di trasporto a motore. Alcuni, infatti, preferiscono spostarsi a piedi.

Lasciare il cane in macchina
(Foto Adobe Stock)

Nel partito dei camminatori, di certo, rientrano i nostri amici a quattro zampe. Insomma, il momento preferito della giornata del nostro Fido, (pappa a parte – certo) è quello della passeggiata.

Per un cane la macchina, molto spesso, è solo un oggetto misterioso, che serve ad annunciargli, con qualche secondo d’anticipo, il fatto che state tornando a casa; è piuttosto noto che sia in grado di riconoscere il rumore della nostra auto.

Tuttavia, talvolta, l’uso del nostro veicolo è indispensabile, anche per trasportare Fido. Ed è così che finiamo per accorgerci che il cane ha paura della macchina, e che a bordo proprio non vuole salirci.

Perché accade? La fobia di Fido potrebbe essere legato a qualche trauma del passato; certo, specie se lo abbiamo adottato quando era già adulto, non possiamo sapere con precisione qual è l’evento che lo ha segnato e lo ho portato a temere così tanto il veicolo.

Altre volte la paura deriva semplicemente dalla mancata conoscenza dell’auto; anche per questo sarebbe opportuno abituare il cane a “passeggiare” in macchina con noi fin da cucciolo

Potrebbe interessarti anche: Il cane sbava in auto: le possibili cause e consigli pratici

Come far salire il cane a bordo della macchina

Preso atto del problema, non resta che adottare le soluzioni migliori per cercare di far superare al cane la paura della macchina.

zona rossa spostarsi animali
(Foto Freepik)

Il migliore approccio consiste nell’abituare gradualmente Fido al veicolo a motore, sfruttando il cibo come attrattiva e premio da dargli per ogni progresso compiuto.

L’obiettivo è quello di fargli associare il veicolo ad un ricordo positivo. Come iniziare? Tutto dipende da quanto è grande la paura del cane: se ha paura perfino di avvicinarsi al veicolo spento, dovremo iniziare da molto lontano.

Il primo obiettivo è quello di far avvicinare Fido all’auto, senza timore. Ricordiamo di avere molta pazienza, di non sgridare l’animale (servirebbe solo a spaventarlo, allontanandolo dal vostro vero obiettivo) e di premiarlo ogni qual volta ottiene un risultato positivo.

Il passo successivo è quello di farlo salire in macchina, a motore spento. Certo, il cibo può essere un’enorme attrattiva; ma il vero obiettivo è quello di portare Fido a rimanere dentro il veicolo a portiere chiuse, senza essere costretto e senza che abbia paura.

Per questo dovremo passare con il cane il tempo necessario dentro l’abitacolo, affinché si tranquillizzi e comprenda che è sicuro anche all’interno del veicolo. Potrebbe passare del tempo prima di superare questo secondo step.

Una volta completato anche questo passaggio, potremo passare alla fase successiva, con l’accensione del motore. Il veicolo non deve essere in movimento; il cane si deve abituare al rumore del motore.

Le reazioni dell’animale potrebbero essere diverse, ma il nostro atteggiamento deve essere simile a quello delle fasi precedenti. Soltanto quando avremo superato positivamente anche questo step (non dimentichiamo mai di premiare il cane, al fine di fargli associare ricordi positivi dell’esperienza), passeremo all’ultimo stadio del percorso.

Poiché saremo impegnati nella guida, sarebbe opportuno farsi assistere da un’altra persona, per tenere sotto controllo il cane. Anche in questo caso le misure da adottare dipendono dal livello di paura presente nell’animale.

Stargli vicino, parlargli sottovoce, accarezzarlo, premiarlo con il cibo, possono essere fattori tali da fargli associare all’auto in movimento delle esperienze positive.

Per le prime volte rammentiamo di guidare molto piano (una strada privata potrebbe essere l’ideale): tra tutte le possibili reazioni, ricordiamo che il cane potrebbe soffrire di mal d’auto.

A. S.