Home Cani Il cane riconosce i volti umani: come fa e come funziona il...

Il cane riconosce i volti umani: come fa e come funziona il suo cervello

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:41
CONDIVIDI

Come riesce Fido a distinguere da persona a persona, e non solo quello del padrone? Il cane riconosce i volti umani di tutti: ecco come fa.

Il cane riconosce i volti
Il cane riconosce i volti: come fa secondo la scienza (Foto Pixabay)

Non può essere un caso: il cane riconosce il padrone, ma riesce a distinguere i volti delle persone, anche quelle che non vivono con lui in casa. A quanto pare c’è un modo preciso che consente a Fido di riconoscere un viso e di non riconoscerne un altro, perché sconosciuto e, alle volte purtroppo, malintenzionato. Insomma i cani hanno un sistema nervoso molto particolare e anche questa è una delle loro particolarità. Vediamo come fa il cane che riconosce i volti umani.

Potrebbe interessarti ancheIl cane lecca mani, piedi e viso: ecco perché lo fa

Mente umana e canina a confronto: come funzionano

Fido gioca con bambina
Fido gioca con bambina (Foto Pixabay)

Per capire come fa un cane a riconoscere i volti, può aiutare spiegare come fa la nostra mente a distinguere uno da un altro. Tutto parte dal cervello, una macchina fondamentale che aziona tutto il nostro corpo: più è efficace il funzionamento della memoria selettiva, più saremo capaci di farlo. Ma la funzione di questa corteccia cerebrale è di memoria ‘falsamente selettiva’: infatti abbiamo quasi sempre difficoltà a distinguere dei volti con caratteristiche fisiche (apparentemente) molto simili. Pensiamo ai giapponesi che potrebbero sembrare quasi indistinguibili tra loro.

La memoria dei cani invece funziona attraverso un comportamento sociale avanzato: fin dalla nascita essi imparano a distinguere i loro simili e le persone (leggi qui: Memoria del cane: come funziona e come la utilizza). Si tratta di questione di sopravvivenza: infatti per i cani è importante capire chi vuole far loro del male e chi invece se ne prende cura.

Il cane riconosce i volti umani: la parola alla Scienza

Il cane riconosce i volti
Il cane riconosce i volti: gli studi scientifici (Foto Pixabay)

Studi approfonditi hanno rilevato che Fido riesce a distinguere un volto noto da uno sconosciuto: non a caso, se siamo assenti e in casa nostra entra un malintenzionato, è facile che il cane lo riconosca e abbai, proprio perché non sa chi è. La ricerca non è stata condotta solo su cani, ma prima su pecore, corvi e scimmie.  Dai risultati ottenuti pare che i cani siano dotati di una sezione del cervello che si occupa del riconoscimento dei volti umani.  Le aree del cervello preposte a questa funzione sono due: corteccia cerebrale e nucleo caudato.

  • Corteccia cerebrale: questa sezione distingue un aumento dell’attività cerebrale quando Fido è impegnato a riconoscere il volto di una persona.
  • Nucleo caudato: in questa sezione il lavoro di riconoscimento del volto viene vissuto come ‘rinforzo positivo’, come se fosse la ricompensa dopo il lavoro.

Potrebbe interessarti ancheCinque stati d’animo dell’uomo che il cane riconosce

Le altre teorie sul riconoscimento dei cani

Fido
Cane felice (Foto Pixabay)

Alcuni sostengono che, anziché essere una questione anatomica, il cane riconosca i volti umani solo con l’apprendimento. Come se gli antenati dei cani avessero da sempre, grazie alla costante convivenza con l’essere umano, a distinguerne il volto. Sebbene possa sembrare un’ipotesi azzardata, la cosa certa è che i cani imparano presto a capire quando siamo arrivati, prima ancora che varchiamo l’ingresso di casa.

Un’altra teoria, condotta dal laboratorio DogUp dell’Università di Padova, ha chiarito che i cani riconoscono i volti del proprio padrone anche dalle fotografie e indipendentemente da altri fattori (come spazi e movimenti). Infatti questo studio sta a dimostrare che i cani non utilizzano solo l’olfatto o altri sensi per riconoscere i padroni, ma anche la sola vista dei cani può essere sufficiente a riconoscerli.

Francesca Ciardiello