Home Cani Il cane sbatte contro gli oggetti: cosa è importante sapere

Il cane sbatte contro gli oggetti: cosa è importante sapere

Il cane sbatte contro gli oggetti e ha l’aria di essere confuso? Il suo comportamento può nascondere un problema che va approfondito. Vediamo di capire, insieme, quali sono i motivi per cui fido fa così.

Il cane sbatte contro gli oggetti
(Foto Pixabay)

Quando l’amico a quattro zampe inizia a vivere con noi, impara presto a conoscere la casa e le sue insidie. Sa bene che ci sono degli angoli o dei passaggi in cui può rischiare di farsi male o cadere, perciò si muove furbo in modo da evitarli. Ma cosa succede se fido inizia a confondersi e a perdere il senso dell’orientamento, scontrandosi contro mobili o porte? Si tratta di un comportamento che non va mai sottovalutato e su cui si deve indagare. Oggi, infatti, vediamo perché il cane sbatte contro gli oggetti, qual è il suo significato.

Il cane sbatte contro gli oggetti: possibili cause e sintomi

Se notiamo che il cane sbatte contro gli oggetti, perde l’equilibrio e cade spesso, questi sono segnali di qualcosa che non va nel nostro animale. Scopriamo quali sono le cause probabile e i vari sintomi di questa sua condizione.

Fido sbatte contro mobili
(Foto Pexels)

Siamo abituati a vedere fido sempre attivo e attento a tutto, capace di memorizzare l’ambiente in cui vive con la sua famiglia, che sa bene come muoversi per evitare ostacoli e possibili pericoli in casa. Oltre ai nostri insegnamenti, il cane ha occhio e fiuto per la sua sicurezza.

Quando questa sua attenzione inizia a diminuire e il peloso sembra entrare in confusione per ogni minimo movimento, bisogna prendere consapevolezza che è presente in lui un problema. Prima di qualsiasi sintomi, un comportamento simile nell’animale ci deve insospettire, soprattutto se parliamo di segnali quali:

  • Cane maldestro: quindi, il cane inciampa e cade, sbatte contro mobili e oggetti.
  • Alterazione del campo visivo: quando, cioè, fido si avvicina in modo sbagliato ad un oggetto o un’altra superficie, con difficoltà a distinguere.
  • Mancanza di reazione: ad esempio, se il peloso non reagisce o non risponde ad uno stimolo o ad una situazione.
  • Fido non risponde a stimoli esterni (all’esterno di sera, durante il passeggio).

Il disorientamento è uno dei sintomi comuni nel peloso e si verifica anche nell’ambiente che gli è familiare. Può capitare di notare il cane sbattere contro le porte oppure cadere fuori in giardino. É un segnale importante, il quale indica che è stata colpita la parte del suo cervello che riguarda l’orientamento. Fido potrebbe non rendersi conto dello spazio in cui si trova né di come uscire di casa o allontanarsi da qualcosa.

Questi comportamenti anomali nell’animale potrebbero segnalare la presenza di un malfunzionamento nel sistema nervoso e, probabilmente, di una perdita della vista progressiva nel cane. Ma quali sono le cause di questo problema? Leggiamo di più.

Cause del suo disorientamento

Esistono varie cause che provocano disorientamento e smarrimento nel cane, come:

Potrebbe interessarti anche: Come capire se il cane non vede bene: individuare i problemi alla vista

Fido sbanda: diagnosi e trattamento

Una volta accertato che il cane presenta uno o più sintomi, senza allarmarsi occorrerà informare il proprio veterinario ed effettuare una diagnosi, prima di prescrivere qualsiasi cura o trattamento per lui. Vediamo in cosa consiste la visita di fido e perché.

Il comportamento di fido
(Foto Unsplash)

In caso di problemi di vista e dopo aver notato che il cane cade spesso, la visita veterinaria è necessaria. Dopo aver fornito tutte le informazioni sui sintomi, sui tempi e sull’intensità dei vari eventi che l’hanno visto vittima di questo problema, si effettuerà subito l’oftalmoscopia insieme all’esame fisico completo dell’animale.

Ovviamente, saranno richiesti gli esami delle urine, emocromo completo e profilo biochimico. Il medico potrebbe anche decidere di effettuare un’elettroretinografia, per verificare le risposte dei fotorecettori nella retina ed anche una risonanza magnetica.

Il veterinario, dopo aver sottoposto l’animale a tutti gli esami, potrebbe consigliare un ulteriore controllo oculistico per il cane. Se non dovesse trattarsi di forme di patologie troppo gravi, dei semplici interventi possono migliorare anche la vista di fido.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G