Home Cani Il cane sta sempre seduto: cosa è importante sapere su fido

Il cane sta sempre seduto: cosa è importante sapere su fido

Il cane sta sempre seduto ed è difficile convincerlo a rialzarsi? Potrebbe trattarsi di un serio problema. Vediamo di capire il significato del comportamento canino.

Il cane sta sempre seduto
(Foto Pixabay)

Prendersi cura dell’amico a quattro zampe vuol dire anche imparare a conoscerlo e a capire i suoi messaggi tramite il linguaggio del corpo. Fido utilizza i suoi gesti e alcuni atteggiamenti per dirci qualcosa e, in molti casi, ci chiede aiuto perché potrebbe avere un disturbo fisico o soffrire di un disagio interiore. Analizziamo uno dei suoi comportamenti più comuni. Vediamo perché il cane sta sempre seduto.

Il cane sta sempre seduto: il significato della posizione

Parliamo di uno dei comportamenti più diffusi e conosciuti nell’amico a quattro zampe. Capita a tutti di notare fido sempre seduto ad ogni buona occasione, restìo a rialzarsi e non si sa per quale motivo. Un motivo che, in realtà, c’è! Leggiamo meglio più avanti.

Il cane resta seduto
(Foto Pexels)

Il cane ha, anche lui, i suoi strumenti per comunicare con il suo amico umano. Le espressioni e gli atteggiamenti quotidiani di fido sono tutti messaggi delle sue emozioni e delle sue condizioni di salute.

Ci sono alcuni comportamenti canini, poi, a cui non si è mai pronti e che possono sempre confondere il suo padrone. Dobbiamo imparare a riconoscere il linguaggio del cane, l’unico mezzo a disposizione dell’animale per esprimersi e sta a noi sforzarci di capire.

Esistono delle posizioni di fido che sono chiare richieste di aiuto, conseguenze di un disturbo presente in lui che va approfondito. Ad esempio, se il cane sta sempre seduto, non lo fa soltanto perché si sente stanco o è troppo pigro.

Questa posizione canina è conosciuta come la carriola e, se ripetuta spesso da bau, può significare la presenza di un disturbo. Se fido sta sempre seduto, infatti, potrebbe avere un fastidio alle ghiandole nell’ano.

Quando fido resta seduto è perché ha prurito anale e sta cercando di grattarsi, strusciando il sedere per terra.

La carriola nel cane

Si tratta di una posizione che il cane assume quando le sue ghiandole perianali provocano delle infezioni durante l’espletamento delle feci, poiché restano intatte.

Fido, infatti, tende a grattare il sedere su qualsiasi superficie, in particolare quelle più ruvide, ad esempio i tappeti, per cercare di schiacciarle. Se non dovesse riuscirci in questo modo, sarà necessario intervenire schiacciandole a mano, come vedremo più avanti.

Causa di questa posizione può essere la tenia nel cane, ovvero un verme che infesta il suo intestino. Nel caso si trattasse di questo problema, il caro bau potrebbe espellere, insieme alle feci, piccoli pezzettini bianchi che segnalano la presenza di questo parassita.

Il colore di questi pezzi espletati dall’animale può variare e la prima cosa da fare, in questa situazione di disagio per lui, è portare fido dal veterinario di fiducia per una visita.

Potrebbe interessarti anche: Perché il cane si siede vicino alla porta? Il significato di questo comportamento

Fido e il suo restare seduto: come risolvere il problema

Se si ha il sospetto che il proprio cane possa soffrire di questo problema alle ghiandole perianali e lo si vede stare sempre seduto è importante rivolgersi subito al medico veterinario. L’esperto si occuperà subito del suo caso. Vediamo in che modo agire per aiutare l’animale domestico in difficoltà.

Il comportamento del cane
(Foto Unsplash)

Quando si nota un comportamento strano nel proprio peloso, che continua a voler restare seduto e sembra essere sofferente, è un chiaro esempio di un dolore fisico, come abbiamo già detto sopra.

Il cane avrà sicuramente difficoltà a schiacciare da solo le sue ghiandole perianali, che gli procurano fastidio e forte prurito. Il veterinario potrà intervenire a mano e provvedere con questa pratica.

Sotto il suo controllo, il medico potrà anche verificare che fido non abbia contratto un’infezione durante quel tempo.

Il veterinario chiederà anche il colore dei corpi estranei che il cane avrà espletato insieme alle feci, per capire il tempo trascorso dall’emissione.

Dopo aver visitato l’animale, molto probabilmente verrà prescritto dall’esperto un vermifugo che dovrà essere assunto per via orale dal caro fido.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G