Home Cani Cani grandi vs Cani piccoli. Chi ha più coraggio?

Cani grandi vs Cani piccoli. Chi ha più coraggio?

CONDIVIDI

Quante volte siamo in area cani o al parco con il nostro cane magari di taglia grande e incontriamo uno di taglia piccola sciolto? Il primo dubbio che ci viene in mente è: “Potremo sciogliere il nostro senza che il piccoletto venga ad istigare il nostro bestione?” Esatto, questa è la paura più grande, che il nostro cane possa ferire involontariamente il cane altrui, rischiando davvero grosso. L’area cani è un posto dove i cani possono stare sciolti se buoni e pacati, solo che la maggior parte delle volte i cani piccini di taglia mettono alla prova la pazienza dei più grandi.

Infatti i cani non si rendono conto della loro mole, per cui se dovessimo imbatterci in un Pinscher dominante e di contro un Mastino Napoletano, dovremo sicuramente accertarci che la padrona sia consapevole dei rischi. 

Nei cani, l’aspetto più importante, è la preponderanza caratteriale, e quindi una certa dose di coraggio.

L’ego di questi cagnolini, è spesso aumentato anche dal fatto che sono trattati come “piccoli principi” dai loro padroni: all’interno delle borsette, perennemente in braccio a guardare il mondo dall’alto in basso, e via dicendo. Anche questa è una ragione avvalorata per cui non abbiano paura di niente e di nessuno.

Il cane di taglia grande spesso li ignora, ma non è detto che vada sempre a finire così. Ricordatevi che in una eventuale zuffa tra un cane di grossa taglia e uno di piccola taglia, chi ci rimetterà sarà sempre quest’ultimo. Anche se molto spesso l’istinto di buttarsi nella lite parte dal senso di paura che pervade il cane non abituato ad altri cani.

Una delle principali cause di lite è proprio tenere in braccio il proprio piccolo pensando di farlo calmare e cercando di chiudere la lite, mentre invece si accentua solamente, perchè il cane si sente protetto e incoraggiato dal padrone a fare il bulletto. Questo atteggiamento alla lunga non permette al cagnolino di interagire con altri cani.

Chi ha cani di piccola taglia non deve permettere loro di assumere atteggiamenti arroganti, né tantomeno deve incoraggiarli su questa strada.

Fin da piccoli i cani di piccola taglia devono essere educati a socializzare in maniera positiva con gli altri cani e con gli esseri umani, e ciò vuol dire non prendere in braccio cane ogni volta che ha paura di una situazione nuova.

Nei casi più estremi rivolgetevi ad un educatore cinofilo, perchèsaprà indirizzarvi meglio sul tipo di educaione che manca al vostro cane.