Home Cani La genetica del comportamento del cane: l’influenza del DNA della razza

La genetica del comportamento del cane: l’influenza del DNA della razza

Quanto influisce la genetica sul comportamento del cane? Ecco i risultati di un nuovo studio sul legame tra carattere e DNA canino.

ipokaliemia nel cane
(Foto Unsplash)

In passato, era già stato individuato un legame tra il carattere e il DNA  della razza di un cane. Tuttavia, i ricercatori si sono spinti oltre, proseguendo lo studio per confermare che, in realtà, non solo i tratti caratteriali sono influenzati dalla genetica della razza, ma lo stesso comportamento del cane dipende dal DNA della razza. Scopriamo insieme i sorprendenti risultati della ricerca.

Il legame tra genetica e comportamento del cane: lo studio

Lo studio statunitense pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences avrebbe scoperto che circa la metà di 14 comportamenti misurati tra le diverse razze canine potrebbe essere attribuita alla genetica.

Il cane sbadiglia sempre
(Foto Pixabay)

Lo studio ha individuato una serie di comportamenti che sarebbero ereditari e specifici della razza, influenzati dai geni piuttosto che da fattori ambientali o sociali in cui è nato e cresciuto un animale.

Gli studiosi hanno fatto emergere ben quattro comportamenti che variano in base alla razza e che sono influenzati tra il 60 e il 70% dei casi da fattori genetici. Tra questi rientrano:

  • la trainabilità (cani da slitta)
  • l’inseguimento della preda (cani da caccia)
  • l’aggressività (cani da guardia)
  • la richiesta di attenzione.

James A. Serpell dell’Università della Pennsylvania ha rivelato che per quanto riguarda il comportamento relativo all’addestramento o all’allenamento del cane, come ad esempio nelle razze Border Collie, i cani devono rispondere maggiormente ai segnali umani per svolgere compiti complessi.

Mentre l’attitudine alla caccia, è innata anche in un Levriero, che è predisposto in modo innato a inseguire tutto ciò che corre.

Per quanto riguarda un cane da difesa è possibile individuare alcune razze di cani da guardia, che risultano estremamente protettive.

Questi esemplari, infatti, tendono a rispondere in modo ostile a persone non familiari.

Potrebbe interessarti anche: L’albero genealogico canino più completo al mondo rivela affinità incredibili

I geni responsabili del comportamento canino

Se queste differenze nella genetica influenzano il comportamento del cane, per i ricercatori significava che in qualche modo influenzavano il cervello.

insegnare al cane il comando guardami
(Foto Pixabay)

Ecco perché, lo studio ha cercato di rintracciare i geni in cui apparivano le varianti chiave che erano espressi nel corpo.

La maggior parte dei geni considerati avevano molte più probabilità di essere espressi nel cervello che in altri tessuti del corpo.

Potrebbe interessarti anche: Cambiamenti di carattere nel cane: cause e soluzioni

“È importante tenere presente che abbiamo esaminato un campione di razza per il comportamento”, ha spiegato afferma Snyder-Mackler, uno degli autori dello studio.

I risultati della ricerca, comunque, sono ancora provvisori. Infatti, gli scienziati hanno spiegato che per ora non sono ancora riusciti nell’impresa di esaminare il genoma di un individuo e prevedere il suo comportamento.

Del resto, è bene sottolineare il ruolo della genetica sul comportamento del cane, ma non bisogna dimenticare che l’ambiente e l’educazione hanno molta influenza sul modo di agire di Fido.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

C.D.