Home Cani Congedo “pet-ternità” a chi adotta un cane

Congedo “pet-ternità” a chi adotta un cane

CONDIVIDI

@Getty images

@Getty images

Recentemente era rimbalzata sulle pagine dedicate agli animali, la notizia riguardante i giorni di lutto concessi da alcune aziende americane ai loro dipendenti in caso di perdita di un compagno 4zampe. Gli animali sono diventati ormai un membro della famiglia a pieno titolo e molte realtà fanno sempre più attenzione alle esigenze dei proprietari di animali.

Se nel Bel Paese, le istituzioni stanno cercando di avviare dei piani con dei bonus che prevedono delle riduzioni delle tasse a coloro che adottano un cane, per far fronte al fenomeno del randagismo e alle spese per la gestione dei canili municipali, dall’altra, nel Regno Unito, il tema è sentito come un problema della collettività tanto che anche le aziende private si spingono fino ad accordare ai dipendenti dei giorni di congedo nel caso di adozioni.

L’azienda in questione BitSol Solution ha pertanto concesso dei congedi pagati ai dipendenti che adottano un cane da un rifugio.

“Abbiamo adottato un cucciolo e grazie al congedo sono potuto restare al suo fianco per una settimana in modo che si ambientasse e adattasse alla sua nuova casa. Oggigiorno gli animali sono come dei figli e mi sono chiesto perché non dare ai dipendenti un congedo nel caso di nuovo arrivati. Ovviamente, analizziamo le richieste e di certo non è che diamo il congedo ad un dipendente che ha preso un pesciolino rosso”, ha spiegato il titolare dell’azienda.

Il congedo mira ad aiutare i neo proprietari dei cani ha prendere dimestichezza con il nuovo arrivato, di accompagnarlo dal veterinario o di dedicare qualche giorno alla sua educazione.

Nel Regno Unito vi sono molte aziende che hanno già concesso il lutto per la perdita di un animale come la Kimpton ou Trupianon che permettono inoltre ai dipendenti di recarsi al lavoro con il proprio compagno 4zampe.

Tuttavia, questa politica aziendale, incontra anche qualche parere sfavorevole di esperti comportamenti di cani, i quali sostengono che il congedo in caso di adozione non è per forza benefico per il cane. Gli esperti infatti sono del parere che i cuccioli devono abituarsi subito al nuovo stile di vita del padrone, per cui il congedo sarebbe un mododi confondere il cane che dovrà poi rimanere da solo quando il padrone tornerà al lavoro.