Home Cani Fischietto a ultrasuoni per il cane: cos’è, a cosa serve, come si...

Fischietto a ultrasuoni per il cane: cos’è, a cosa serve, come si usa

Il fischietto a ultrasuoni può rivelarsi un prezioso alleato nell’addestramento del cane: ecco quando e perché utilizzarlo.

Fischietto ultrasuoni cane
(Foto Canva)

Avete mai sentito parlare del fischietto a ultrasuoni per il cane? Questo strumento permette di emettere un suono non udibile dall’orecchio umano e che, quindi, non risulta fastidioso o assordante. Al contrario di noi, invece, Fido può udirlo e associarlo a determinati comandi. Scopriamo insieme come si usa.

Cos’è il fischietto a ultrasuoni per il cane

Sappiamo bene che l’udito dei cani, rispetto a quello degli esseri umani, è decisamente ben più sviluppato.

fischietto
(Foto Canva)

Le orecchie di Fido, infatti, sono in grado di percepire le onde sonore fino a 40mila Hertz. Le nostre, invece, non arrivano neanche a 20mila heartz.

Gli ultrasuoni dispongono di una frequenza superiore ai 20mila heartz. Essi, dunque, non risultano udibili all’orecchio umano ma possono essere sentiti dai nostri amici a quattro zampe.

Questi dispositivi, dunque, consentono di comunicare con Fido anche a grandi distanze, senza essere uditi da nessun altro essere umano.

Potrebbe interessarti anche: Udito canino: quanto lontano il cane può sentire i rumori? (Video)

Come e quando usare il fischietto a ultrasuoni per Fido

In passato, il fischietto per cani veniva impiegato esclusivamente con gli animali da lavoro, come i cani deputati alla protezione delle greggi.

Tuttavia, recentemente il suo riutilizzo è stato rivalutato anche alla luce dell’utilità nell’addestramento.

Come funziona il fischietto a ultrasuoni? È possibile regolare questo strumento per emettere suoni più acuti o più gravi, così come fischi udibili fino a una distanza di ben 3 km.

Potrebbe interessarti anche: Personalità del cane: addestramento o indole? Qual è la componente prevalente

In primo luogo, dovremo far abituare Fido allo strumento, emettendo un piccolo fischio. Dopodiché, dovremo associare al suono il comportamento desiderato e ricompensare il comportamento del cane ricorrendo alla tecnica del rinforzo.

Grazie alla possibilità di emissione di numerosi suoni, potremo insegnare al cane più comandi con un unico strumento.

Infatti, ogni gesto potrà essere associato a uno specifico fischio, che potrà risultare più o meno lungo, ripetuto, intervallato da pause e così via.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Naturalmente, in prima battuta sarà indispensabile scegliere suoni e comandi semplici da associare tra loro, ripetendo più volte la procedura fino a quando l’animale non avrà operato il collegamento adeguato.

Altresì, è importante effettuare gli esercizi in un luogo chiuso e tranquillo. Con il migliorare del quattro zampe, potremo scegliere di condurre l’addestramento in luoghi sempre più affollati e rumorosi, così da perfezionare l’attenzione e la capacità di risposta del pelosetto.