Home Cani Parassiti primaverili e come riconoscerli: quanto sono pericolosi?

Parassiti primaverili e come riconoscerli: quanto sono pericolosi?

CONDIVIDI

Con l’arrivo delle belle stagioni avremo sempre più piacere nel portare a spasso il nostro cane a far uscire in giardino il nostro gatto, ma dobbiamo considerare i piccoli e invisibili rischi che si corre a stare in mezzo alla natura con un animale domestico.

Il principale pericolo per i nostri animali sono le infestazioni da ectoparassiti e patologie correlate. Il problema sta diventando sempre più evidente grazie ai nuovi studi che dimostrano che le pulci e le zecche provocano danno anche all’uomo, e visto che i nostri amici a quattro zampe vivono e dormono con noi sarà bene proteggere loro e noi indirettamente.

L’infestazione da pulci e zecche può divenire un problema serio e rischioso sopratutto per quanto riguarda le zecche. Proprio per questo motivo, è fondamentale tenere il problema sotto controllo, verificando di tanto in tanto l’eventuale presenza di questi insetti sul corpo di cani e gatti.

Il problema principale è il prurito che danno sia all’animale che all’uomo( anche se sono rari i casi di infestazione), in secondo luogo possono scaturirsi vere e proprie dermatiti da pulci assai invalidanti. Provocano perdita di pelo, prurito intenso, lesioni dovute al grattarsi e perdita di peso perchè se le pulci sono parecchie, la loro attività ematofaga può anche portare a condizioni di anemia.

Per pulci e zecche esistono molti tipi di repellenti e antiparassitari. Alcuni sono in formulazione spray, altri in spot-on (pipette da spremere in genere tra le scapole, punto in cui l’animale non può leccarsi). Di solito lo spot-on è migliore perché di più facile utilizzo: con lo spray è infatti difficile calibrare la quantità di sostanza somministrata e distribuirla uniformemente sulla cute. Al contrario lo spot-on, legandosi alle sostanze grasse della cute, si distribuisce da solo nelle ore successive alla somministrazione su tutta la superficie corporea dell’animale.

Il problema delle zecche invece riguarda da vicino anche l’uomo, poiché questi insetti sono in grado di parassitare la nostra specie e di trasmettere delle gravi patologie. E’ fondamentale tenere d’occhio cani e gatti da queste infestazioni (specie dopo che si sono recati in aree verdi), onde accertare l’eventuale presenza delle zecche e intervenire con i rimedi specifici.

SE AVETE DOMANDE SULLA SALUTE DEL VOSTRO AMICO A QUATTRO ZAMPE SCRIVETECI ALL’INDIRZZO E-MAIL:  espertorisponde@amoreaquattrozampe.it  IL NOSTRO ESPERTO VI RISPONDERA’.

 B.M