Home Cani Il Fila Brasileiro: il cugino del bloodhound

Il Fila Brasileiro: il cugino del bloodhound

CONDIVIDI

fila-4ORIGINI: Il fila brasileiro è una razza canina di origine brasiliana (mastino brasiliano) dal forte temperamento e grande devozione al padrone, riconosciuto dalla FCI nel gruppo 2 sezione 2. Le origini sono molto antiche e piuttosto controverse: molti sostengono che il Fila derivi dall’incrocio tra Mastiff, Bulldog e Chien de SaintUbert (Bloodhound); altri sostengono che derivi da incroci fra Levrieri spagnoli e molossoidi. Il riconoscimento della razza è datato 1946, anche se il suo allevamento ha avuto inizio qualche decennio prima. Il nome Fila deriva dal portoghese filar, che significa “prendere, afferrare”.
CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE: È un molossoide di grande taglia, ma molto agile. Ha ossatura poderosa e struttura rettangolare, compatta, armoniosa e proporzionata. La testa è grande, pesante, massiccia, ma sempre proporzionata al corpo. L’occipite è molto sporgente, specie nei cuccioli. Lo stop basso e inclinato. Gli occhi sono medi o grandi, a mandorla, mediamente infossati o infossati, di colore adeguato al mantello (da giallo a marrone scuro). Orecchie larghe e spesse, pendenti, a forma di “V”. Gli arti sono paralleli e diritti, con ossatura forte. Caratteristica della razza è l’andatura ad ambio. La coda è molto larga alla radice e si restringe rapidamente quando arriva all’altezza del garretto. Pelo: corto. Colore: sono ammesse tutte le tinte unite tranne il bianco, il grigio topo (squalifica nelle esposizioni) e il mantello pezzato o a macchie (idem). I mantelli in tinta unita possono avere fasce di colore meno intenso o molto scuro. La maschera nera è facoltativa. Taglia: maschi 63-75 cm, con peso minimo di 50 kg; femmine 60-70 cm, con peso minimo di 40 kg.

fila-2CARATTERE E ATTITUDINI: È prevalentemente un cane da guardia, pur essendo impiegato anche per la caccia grossa e per la custodia del bestiame. Dolce e docile con il padrone, buono e paziente con i bambini, con gli estranei manifesta invece molta aggressività, che non va assolutamente stimolata (tantomeno con metodi cruenti), perché il cane potrebbe diventare pericoloso data la grande mole. È quindi una razza adatta a mani esperte.  Il centro brasiliano per la guerra nella giungla (CIGS), ha effettuato per l’esercito brasiliano una prova nel mezzo della giungla dell’Amazzonia. Il fila brasileiro è stato usato con successo da CIGS come cane da esercito nella giungla. Un rapporto completo è stato steso sulle prestazioni, nelle stesse circostanze, su fila, dobermann e pastori tedeschi per cinque anni. Ogni razza ha le relative proprie possibilità e temperamento inerenti con differenti reazioni una volta disposti nel mezzo di un ambiente ostile.

SALUTE E CONSIGLI: Come tutti i molossoidi a crescita molto rapida, va seguito e controllato soprattutto durante il periodo dello sviluppo. Da cucciolo è preferibile che non faccia troppo moto (meglio che si muova in modo spontaneo, senza essere forzato). Da adulto ha invece bisogno di muoversi maggiormente. Date le grandi dimensioni e l’impiego prevalente come guardiano, la sua collocazione ideale è il giardino, ma deve vivere il più possibile accanto alle persone, perché ha bisogno di compagnia umana.