Home Cani Il Groenlandese: un cane nordico

Il Groenlandese: un cane nordico

CONDIVIDI

Il groenlandese è la razza canina nordica di tipo spitz che è rimasta più vicina alle sue origini e che per alcune caratteristiche morfologiche, come ad esempio l’occhio obliquo si fa discendere, secondo alcuni, direttamente dal lupo artico.La Groenlandia rappresentò l’ultima tappa della migrazione che portò verso Nord-est le popolazioni mongoliche. Qui i cani da slitta che seguivano i nomadi si stabilizzarono e rimasero puri dato l’assoluto isolamento dal resto del mondo: erano adibiti alle più diverse mansioni, dal traino alla guardia e alla caccia all’orso.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE: È un classico Spitz polare, molto forte, adatto a sopportare il duro lavoro dei cani da slitta nei climi artici. Il cranio è largo e leggermente a cupola; lo stop pronunciato ma non brusco. Il muso è forte, a forma di cuneo, largo alla base e affilato verso il tartufo. Gli occhi sono preferibilmente scuri, ma possono corrispondere al colore del mantello. Le orecchie sono piccole, triangolari, tondeggianti in punta, portate erette. Il tronco è forte e muscoloso. Gli arti sono perfettamente diritti. La coda è spessa e piuttosto corta, attaccata alta e portata ben arrotolata sul dorso. Pelo: il mantello è doppio, con sotto compatto, diritto e ruvido; piuttosto corto sulla testa e sugli arti, è più lungo sul tronco e sulla coda. Colore: sono accettati tutti i colori, uniti e non, a eccezione degli albini. Taglia: maschi 60 cm e oltre; femmine La Groenlandia rappresentò l’ultima 55 cm e oltre.

CARATTERE E ATTITUDINI: Mostra il carattere fiero e indipendente classico dei cani nordici. È affettuoso in famiglia, anche se non è mai troppo docile. È ancora un cane da slitta in tutto e per tutto. Può fare la guardia avvertendo all’arrivo di un estraneo, ma come tutti i nordici non è mai aggressivo o mordace verso l’uomo. Per chi ama i cani naturali e poco manipolati dalla selezione rappresenta l’ideale assoluto, essendo rimasto attraverso i secoli nella sua forma primitiva. C’è però il rovescio della medaglia, perché è molto indipendente ed è difficilissimo addestrarlo. Può essere risso- so con gli altri cani. È un lavoratore instancabile, appassionato al traino che è in grado di compiere per chilometri e chilometri senza fermarsi mai. Deve essere il padrone a impedirgli di continuare, perché il Groenlandese sarebbe capace di trainare fino a crollare per la stanchezza.

SALUTE E CONSIGLI: È un cane robustissimo che non si ammala praticamente mai. Può vivere benissimo in famiglia purché abbia sufficiente spazio per correre e sfogare le sue energie. Non è un cane facile da gestire: prima di acquistarne uno bisogna accertarsi di volere “proprio” un Groenlandese, il che significa accettarne tutti i pregi e i difetti. Quindi bisogna informarsi a fondo sulla razza.