Home Cani Il nastro giallo al cane per prevenire aggressioni

Il nastro giallo al cane per prevenire aggressioni

CONDIVIDI

nastrogiallo

Da ormai circa 3 anni è stato avviato il Yellow dog project, ovvero un progetto con il quale disporre sul guinzaglio del vostro cane un nastro o un altro tessuto giallo per segnalare alle persone e agli altri proprietari di cani che il vostro fedele compagno non è dell’umore giusto né il cane adatto a socializzare.

Il progetto è stato lanciato su scala globale e tradotto in ben 65 lingue, attraverso i social network e il sito (clicca qui), con lo scopo di educare i proprietari dei cani a rispettare gli spazi e il carattere individuale del proprio fido, prevendo rischi anche per le altre persone e animali.

Il nastro giallo funziona come segnalatore di pericolo e indicherà pertanto che il cane non può essere avvicinato né da persone né da altri cani.

I motivi per cui al cane viene disposto un nastro giallo possono essere vari, spaziando dal cane malato, convalescente, in calore, anziano, stanco, impaurito, poco socievole o un cane che ha avuto in passato delle brutte esperienze con altri cani.

Fattori che portano il cane a non rapportarsi con i suoi simili. Si tratta di un interessante progetto non solo educativo per i proprietari che dovranno prendersi cura del loro animale, ma anche di prevenzione per non far scaturire risse o aggressioni, tenendo lontane le persone e gli altri cani.

Il nastro può essere portato dal cane anche per periodi limitati o a vita, in base alle problematiche dell’esemplare.

Ovviamente, il nastro non deve sostituire la museruola e nel caso in cui il cane continua ad avere problemi comportamentali, viene suggerito di seguire una formazione con un comportamentista per cani.

Consulta anche: I fattori che scatenano l’aggressività del cane