Home Cani Insegnare al cane a non chiedere cibo: soluzioni per la sua ingordigia

Insegnare al cane a non chiedere cibo: soluzioni per la sua ingordigia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:36
CONDIVIDI

Come possiamo insegnare al cane a non chiedere cibo? Intanto basta non passargli quello che abbiamo sulla tavola. Non dobbiamo cedere alla sua ingordigia.

Insegnare al cane a non chiedere cibo
Insegnare al cane a non chiedere cibo: prenderci cura di loro vuol dire anche saper dire di “no” (Foto Unsplash)

L’ingordigia, nel Medioevo, era considerato addirittura un peccato capitale, poiché è sinonimo di una totale mancanza di autocontrollo e, negli esseri umani, porta spesso a gravi problemi di salute. Non fanno certo eccezione i cani, che sono animali ingordi per eccellenza. Magari non allo stesso livello dei maiali, che come tutti sanno ingurgitano qualsiasi cosa (i nostri cagnolini hanno dei gusti decisamente più schizzinosi), ma anche loro, se messi nelle condizioni, non spetterebbero di nutrirsi. Forse si formerebbero soltanto per fare i loro bisogni e dormire.

Purtroppo per loro, prendono peso esattamente come gli umani (cioè, bruciano più in fretta, ma sono comunque soggetti a malattie come l’obesità) e inoltre molte tipologie di alimenti, anche a seconda di come sono cucinati, fanno loro molto male: per fare un esempio, Fido non può assolutamente toccare dolci.

Alcuni padroni, convinti che gli animali domestici possano tranquillamente mangiare tutto quello che mangiano loro, non si limitano a passare le briciole dalla tavola, ma direttamente piatti pieni zeppi di cibo, cucinati in maniera impropria. Addirittura, fanno assaggiare al cane le patatine fritte del pacco confezionato: non c’è niente di più errato per la l’alimentazione del cane e per la salute del suo intestino.

Ma allora come si fa a convincere quei teneri cagnetti a non farci gli occhi dolci e le fusa (manco fossero dei gatti) tutte le volte che ci sediamo a tavola? Come si possono trattenere dal tuffarsi sul cibo ogni qual volta iniziamo a versare i croccantini nella ciotola? Come si combatte, in pratica, l’ingordigia del cane?

Insegnare al cane a non chiedere cibo: le 5 tecniche ci aiuteranno a bloccare la sua fame insaziabile

Insegnare al cane a non chiedere cibo
Insegnare al cane a non chiedere cibo: a volte, basta semplicemente distrarlo con oggetti e altre attività (Foto Unsplash)

Quando è stata l’ultima volta che hai mangiato a casa senza un paio di occhi supplicanti che ti fissavano? La maggior parte dei cani ama il cibo, ma se il tuo cane ha l’abitudine di chiedere l’elemosina, potrebbe essere il momento di apportare alcune modifiche. La prima domanda da porsi: fai parte del problema? Perché se sei tu che gli passi il cibo da sotto il tavolo, hai qualche bel problemino comportamentale da risolvere.

Non puoi dare continuamente qualche leccornia al tuo cane, puntualmente, tutte le volte che ti siedi e poi sentirti infastidito quando è lui a chiederti quel tipo di attenzioni: non ha senso. Finché continuerai a nutrirlo con quello che c’è sul tavolo, anche se raramente, il tuo cane continuerà a chiedere l’elemosina.

E la cosa peggiore è che, mentre lo fai, non gli stai affatto facendo del bene: alcuni alimenti fanno molto male ai cani, perché non riescono a digerirli. Inoltre gli animali soffrono di disturbi e problemi di peso, esattamente come noi.

Queste sono le cinque tecniche che ti aiuteranno a insegnare al cane a non chiedere cibo.

Insegna l’attesa

  • Prendi la ciotola vuota del tuo cane e chiedigli di “aspettare”.
  • Sposta la ciotola del cibo verso il pavimento di alcuni centimetri. Se il tuo cane rimane in posizione, continua ad abbassare la ciotola fino a quando non puoi posizionarla a terra.
  • Se cerca di saltare, prendi la ciotola e dì semplicemente “No!” e riporta di nuovo la ciotola.
  • Fai pratica abbassando la ciotola di qualche centimetro alla volta e lodalo mentre aspetta pazientemente. Muoviti a poco a poco, di pochi centimetri alla volta, in modo da controllare ogni sua reazione. Alla fine, dovresti essere in grado di posizionare la ciotola sul pavimento mentre il tuo cane aspetta fino a quando non gli dici che va bene mangiare.

Insegnare l’indicazione di dietro front

Puoi anche insegnare al tuo cane una nuova routine durante i pasti. Inizia insegnandogli a rimanere dietro una “linea invisibile”. Questa tecnica è molto più semplice se hai già insegnato al tuo cane un segnale di “dietro front”. Ecco come puoi farlo:

  • Mettiti di fronte al tuo cane con le gambe leggermente divaricate. Metti un pezzo di cibo a terra tra le gambe e incoraggia il tuo cane a muoversi verso di te e mangiare il cibo.
  • Una volta che il cane ha mangiato il cibo, naturalmente farà qualche passo indietro per guardarti di nuovo. Quando lo fa, usa una parola marcatore come “sì” e dagli un pezzo di cibo dalla tua mano.
  • Ripetere la sequenza, contrassegnandola e premiandola per l’ubbidienza, sempre con un croccantino.
  • Quando il tuo cane è abituato a questo sistema e il suo comportamento aderisce ai comandi, inizia a usare l’indicazione “dietro front” mentre cammina all’indietro.
  • Dopo aver ripetuto con successo, rimanda la ricompensa di cibo dalla tua mano fino a quando il tuo cane non esegue un ulteriore dietro front. Una volta che capisce cosa significa il segnale di dietro front, è pronto per imparare a rimanere dietro la linea.

Insegnare a rimanere dietro la linea

  • Scegli un punto lontano dal tavolo e traccia una linea invisibile che non vuoi che il tuo cane attraversi fino a quando non hai finito di mangiare.
  • Chiedigli di “tornare indietro” e poi “rimanere” dietro la linea, e tornare al tavolo e sedersi.
  • Se il tuo cane inizia a camminare verso il tavolo, chiedigli di tornare indietro oltre la linea invisibile.
  • In nessun momento dovresti urlare al tuo cane e non spostarlo fisicamente in alcun modo.
  • Siediti e fingi di mangiare mentre lui è in silenzio e lodalo per essere rimasto dietro la linea. Se si sposta di nuovo oltre la linea, bloccalo delicatamente con il tuo corpo e incoraggialo a tornare di nuovo dietro la linea con l’indicazione di “dietro front”.
  • Quando il tuo cane sta costantemente dietro la linea, puoi tirar fuori del cibo per te stesso e iniziare a mangiare. Prova prima i cibi freddi e gradualmente affronta le cose molto odorose e calde, che sono più allettanti per il tuo cane e lui più difficilmente riesce a resistere a quel bendidio. Se hai più di un cane, insegna questa tecnica a ciascun cane separatamente prima di metterli insieme.

Gestisci il problema

Cosa succede se il tuo cane è troppo tentato dal cibo sul tavolo e trova difficile rimanere dietro la linea? La gestione è un’ottima opzione. Metti il ​​tuo cane nella sua casetta o cuccia, dietro un cancelletto o in una stanza diversa con un giocattolo interattivo che può divertirsi a masticare mentre tu invece mangi.

Cane che chiede ancora cibo

Se il tuo cane continua a lottare con il controllo degli impulsi riguardo al cibo o in qualsiasi altra situazione, potrebbe essere perché ha bisogno di altri sbocchi per riempire la sua giornata. I cani diventano ultra-focalizzati su qualcosa quando non hanno nient’altro su cui dedicare la loro attenzione e il loro tempo. Il cibo diventa l’unica attività che spezza la monotonia del giorno (questa cosa ci accomuna incredibilmente a loro), e per i cani che hanno sempre fame, l’aspettativa e il consumo di cibo è ciò che li spinge. Quindi, stremiamo i nostri cani (in senso positivo), tenendoli occupati con queste attività:

  • Esercizio fisico.
  • Fornire una maggiore stimolazione mentale attraverso l’aggiunta di allenamento o giocattoli alimentari.
  • Dare tre pasti al giorno anziché due.
  • Oppure, alimentare i loro pasti attraverso giochi di attività che li sfidano, piuttosto che avere cibo fornito direttamente da una ciotola.

Capire perché i cani chiedono l’elemosina e usare tecniche di addestramento e gestione per preparare il cane al successo estinguerà quello che può essere un comportamento fastidioso e invadente.

Potrebbe interessarti leggere anche:

S.S.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI