Home Cani L’Alaskan Malamute: il cane da slitta

L’Alaskan Malamute: il cane da slitta

CONDIVIDI

L’Alaskan malamute è uno dei più antichi cani da slitta dell’Artico: è un cane di taglia grande di Spitz Primitivo appartenente alla categoria dei cani del grande nord insieme al Siberian husky e al Groenlandese. Originario del Grande Nord (Alaska), è stato selezionato dalla tribù dei Mahlemiut, da cui prende il nome. I Mahlemiut erano cacciatori di caribù, animali che poco prima dell’epoca della corsa all’oro cambiarono improvvisamente territorio lasciando gli uomini privi di risorse. I primi americani arrivati nel Grande Nord trovarono perciò pochissimi cani superstiti: per fortuna li condussero con sé negli Stati Uniti e ricostruirono la razza, che oggi è molto diffusa e ben allevata in molte parti del mondo.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE: È un classico cane nordico, dalle spiccate caratteristiche di tipo Spitz. Ha tronco forte e compatto, ma non troppo pesante; arti diritti e possenti; coda a spazzola, portata a falce sopra la schiena senza toccare il dorso (ha l’aspetto di un pennacchio ondeggiante). La testa presenta orecchie erette, ben separate, leggermente rivolte in avanti. Il muso è allungato ma non appuntito. Occhi a mandorla dalla tipica espressione nordica, inseriti obliquamente. Pelo: di lunghezza media, spesso e ruvido, con folto sottopelo. Colore: sono ammessi tutti i colori dal grigio al nero, sempre con la presenza di bianco su parte delle zampe, piedi, parte inferiore del corpo. La testa presenta maschere diverse, che dovrebbero sempre essere simmetriche. Taglia: quella ideale è di 63,5 cm nei maschi; di 58,5 cm nelle femmine.

CARATTERE E ATTITUDINI: È un cane da traino pesante, ma questa occupazione non trova riscontro nel mondo moderno: le gare odierne per cani da slitta sono prove di velocità che richiedono soggetti più agili e snelli (come il “cugino” Siberian husky). Per questo motivo il Malamute è ormai quasi esclusivamente cane da compagnia e da esposizione; alcuni esemplari – ma non tutti – hanno una buona attitudine alla guardia, anche se un Malamute di qualità non dovrebbe mai essere mordace. Un cane da slitta (e quindi da muta) dovrebbe essere socievole anche con gli altri simili, in teoria: purtroppo questo non trova sempre riscontro nella pratica. Con il padrone e la sua famiglia il Malamute è estremamente dolce e affettuoso: sopporta pazientemente anche i bambini, anche se giocare con loro non è la sua massima aspirazione. L’Alaskan malamute è un cane capace di grandissimo amore, ma non di dimostrazioni plateali: in realtà lui è misurato e contenuto in quasi tutto ciò che fa. E’ tranquillo e riservato, posato e riflessivo, casalingo e pantofolaio. Molto giocherellone soprattutto con i bambini, nei confronti dei quali è attento e capace di dosare la sua forza. Essendo stato selezionato per lavorare in squadra, non è un attaccabrighe ed è piuttosto facile far convivere anche gruppi di cani dello stesso sesso, sempre se i cuccioli sono ben socializzati.

SALUTE e CONSIGLI: È un cane di incredibile rusticità e robustezza. Non teme affatto il caldo, come si pensa comunemente, perché in estate si libera del pesante sottopelo, che cade in gran parte. Controllare la displasia dell’anca nei riproduttori. Essendo un cane di mole notevole, che perde… quintali di pelo nel periodo della muta e che ha bisogno di molto esercizio fisico, è consigliabile tenerlo in giardino, badando a mettergli sempre a disposizione acqua fresca e spazi ombrosi nella stagione calda. Come tutti i cani nordici è indipendente e non troppo docile: meglio saperlo in anticipo, per non rischiare brutte sorprese. Per avere un buon rapporto con lui il padrone deve saper interpretare ai massimi livelli il ruolo di “capobranco”, altrimenti verrà spodestato e il cane si farà costantemente gli affari suoi, ignorando ogni ordine.