Home Cani Le razze di cani ibride che somigliano ai lupi

Le razze di cani ibride che somigliano ai lupi

CONDIVIDI
Northern Inuit Dog

Tutte le razze di cani derivano dall’addomesticamento avvenuto con il lupo che risale ad almeno 30 mila anni fa. Un processo che ha comportato anche l’evoluzione stessa da un punto di vista genetico e di conseguenza morfologico dell’animale anche in base alla sua utilità e al contesto geografico. Recentemente con il tanto discusso “Piano lupi” proposto dal Ministero dell’Agricoltura e respinto in sede della Conferenza delle Regioni è tornato in primo piano il tema degli ibridi. Infatti, molte persone sono del parere che considerando la differenza del patrimonio genetico l’accoppiamento tra cani e lupi non può avvenire. Si tratta invece di un falso luogo comune per cui ci sono alcune razze recenti scaturite proprio da questo tipo di selezione. Essendo affini, lupi e cani possono accoppiarsi e produrre una prole fertile. Ecco perché nel piano del ministero dell’agricoltura italiano era stata inserita una parte dedicata proprio all’ibridazione per cui era previsto non solo l’abbattimento dei cani ibridi lupo ma anche quello dei cani randagi nelle aree popolate dai lupi per evitare appunto gli accoppiamenti. In base a degli studi condotti sull’argomento in Toscana sarebbero stati accertati degli esemplari ibridi stanziali sull’Apennino Toscoemiliano, nel Senese, nell’Amiata e nel Parco della Maremma, dove ci sarebbe un branco di 2-3 esemplari.

A febbraio 2017, vi è stato un maxi sequestro condotto al termine di una lunga indagine su diversi allevamenti che per migliorare l’estetica dei lupi cecoslovacchi allevati venivano fatti incrociare con dei lupi veri, attraverso un traffico illegale di lupi provenienti da un po’ tutta l’Europa.

Considerando una ricerca effettuata da un gruppo di scienziati russi sull’addomesticamento delle volpi per cui sarebbero stati necessari 50 anni e oltre 10 generazioni di volpi per completare l’addomesticamento, si può facilmente dedurre la pericolosità di un incrocio diretto per cui permane nel patrimonio genetico della prole l’aspetto e il carattere selvatico dell’animale che può di conseguenza ribellarsi alle persone. Già di per sé, a detta di alcuni esperti, i lupi ibridi come il lupo Cecoslovacco, il cane lupo di Saarloos, il cane lupo di Kunming, il lupo italiano e le altre razze americane siano in realtà razze inserite nella lista delle “razze pericolose” non adatte a chiunque. Eppure vengono commerciate senza problemi. In Francia, come in Italia e in buona parte dell’Europa ci sono alcune razze di lupi americani vietate proprio per questo aspetto. Non a caso, nel 2016 esplose sui media la drammatica storia di una ventina di esemplari detenuti “illegalmente” da alcune persone che furono sequestrati per essere soppressi, alla disperazione dei proprietari che condussero una battaglia per salvare i loro cani.

Togliendo i cani da slitta, tipo Alaskan Malmute, il Caanan dog, l’eskimo americano e altre razze come il Salmoiedo o il Groenlandese la cui origine dal lupo è ormai nota, vi proponiamo un percorso su alcune razze, ibride, somiglianti al lupo, molte non ancora riconosciute dalla Federazione Cinologica Internazionale (FCI).

Scopritele, clicca successiva