Non dimenticarlo mai: è la prima cosa a cui pensare quando adotti un cane

Foto dell'autore

By Laura Bellucci

Cani

Tra i documenti che dovresti richiedere quando adotti un cane c’è il libretto sanitario: ecco di cosa si tratta e a cosa serve.

Salute del cane
Cani al canile in attesa di adozione (Canva – Amoreaquattrozampe.it)

Se hai già un amico a quattro zampe, avrai senza dubbio sentito parlare del libretto sanitario: si tratta di una sorta di diario in cui vengono raccolte tutte le informazioni sulla salute del cane. Averlo con sé è importantissimo. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere a questo proposito.

Libretto sanitario del cane: cos’è e chi lo rilascia

Il libretto sanitario è un documento che certifica le condizioni di salute dell’animale e i trattamenti a cui è sottoposto, come profilassi vaccinale, test per la leishmania e via dicendo.

Libretto sanitario cane
Cane adottato (Canva – Amoreaquattrozampe.it)

Come è fatto il libretto sanitario del cane? Al suo interno sono presenti una serie di voci, che riguardano le caratteristiche dell’animale, il numero del microchip e i dati del proprietario.

Inoltre, nel documento sono specificati:

  • Vaccini eseguiti;
  • Sverminazioni eseguite;
  • Operazioni chirurgiche;
  • Eventuali malattie o allergie;
  • Esami e test diagnostici eseguiti.

Generalmente, a rilasciarlo è il veterinario. L’emissione del documento avviene durante la prima visita di Fido, durante cui l’animale viene registrato all’anagrafe canina della regione di competenza, sverminato e vaccinato.

Qualora il cane sia adulto o rappresenti una cessione di proprietà, dovremo rivolgerci al canile, al precedente proprietario, all’allevatore o, più in generale, alla figura che ci sta affidando il quattro zampe.

Alla persona in questione spetterà il compito di fornirci il libretto sanitario, rilasciato al momento del primo vaccino.

Potrebbe interessarti anche: Adottare il tuo primo cane: le razze consigliate da un esperto addestratore

Libretto sanitario: è obbligatorio? Quanto costa?

Sebbene, a differenza del microchip, non sia obbligatorio detenere il libretto sanitario del cane, si tratta di un documento davvero utile, il cui possesso è caldamente raccomandato.

In questa sorta di diario, infatti, sono annotate informazioni preziose sulla salute di Fido, che potrebbero tornarci utile nel caso in cui decidiamo di cambiare veterinario o qualora, a causa di un emergenza, ci rivolgiamo a un altro professionista per un intervento tempestivo.

Potrebbe interessarti anche: Vaccini cane: consigliati, facoltativi, tempi e costi

In caso di viaggio, inoltre, questo documento potrebbe essere obbligatorio.

In Italia, ad esempio, esso è richiesto affinché Fido possa viaggiare in treno o in aereo, poiché al suo interno sono annotate tutte le vaccinazioni a cui l’animale è stato sottoposto.

In ogni caso, le regole dipendono dalle specifiche compagnie di viaggio e dai singoli Paesi.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

Quanto costa il libretto sanitario del cane? Il rilascio di questo documento non ha un costo di per sé: poiché esso viene rilasciato durante la prima visita dell’animale, il prezzo è incluso nella stessa.

Gestione cookie