Home Cani Razze di cani American Bulldogs: razza, caratteristiche, carattere e salute

American Bulldogs: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Il bulldog americano è una razza originaria degli Stati Uniti d’America, attualmente non riconosciuta dalla FCI, ma solo nel suo Paese d’origine. E’ un molossoide, di taglia grande con tanti muscoli e molto possente. Riesce ad adeguarsi a qualunque stile di vita, ma fa difficoltà a trovare l’intesa con qualsiasi padrone. Non è adatto, infatti ai novizi o gli anziani, che non riescono a gestirlo. Il padrone sportivo può aiutarlo poiché è un cane dinamico e con la voglia di fare esercizio fisico, ma si deve tener conto alla caratteristica del naso. D’aspetto imbronciato, ma è tenero quando si affeziona. E’ diffidente con gli estranei. Preferisce lavorare da adulto, anziché giocare con i bambini, però da cucciolo è un giocherellone. Sembra un cane da combattimento, ma non lo è mai stato. E’ perfetto come cane da guardia e riesce, con il tempo, a diventare un compagno perfetto di vita quotidiana.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego: Cane da difesa
  • Taglia: Grande
  • Vita Media: 16 anni
  • Altezza maschio: 58-68 cm
  • Altezza femmina: 53-63 cm
  • Peso maschio: 40-54 Kg
  • Peso femmina: 32-45 Kg
  • Riconoscimento: Non riconosciuto

CARATTERE E STILE DI VITA

L’American Bulldogs ha uno stile di vita attivo, essendo agile, atletico e sportivo. Ha un carattere deciso ed è testardo. I cambiamenti climatici sono un vero problema per questa razza a causa della sua morfologia brachicefala, infatti non riesce a reggere il forte caldo e altrettanto il freddo. Si consiglia, infatti, di farlo dormire dentro in inverno. Non è molto socievole, infatti la maggior parte non riescono a coabitare con altri animali, che siano gatti o i suoi simili. Questo succede per il forte istinto predatorio. Da cucciolo riescono a gestire una convivenza con altri esemplari, ma da adulti vivere con tipologie di cani maschi sarebbe un grosso pericolo. Può sembrare aggressivo, visto il suo aspetto, ma non ha motivo di esserlo se non viene provocato. Sicuramente è vigile e coraggioso tanto da essere un eccellente guardiano, anche se non abbaia tantissimo. Preferisce lavorare tantissimo, anziché giocare con i bambini. La sua intelligenza la usa per svolgere i compiti che gli sono stati affidati. Nei confronti degli estranei è distaccato, non si fida a primo impatto, però è tantissimo leale al gruppo sociale a cui appartiene. Lo stile di vita per questa razza è stare in campagna all’aria aperta, ma riesce anche ad adeguarsi alla vita in città, se viene portato spesso a passeggio. Oppure, la soluzione sarebbe una casa con giardino, però bisogna fare molta attenzione. Dato il suo istinto predatorio, potrà scappare per inseguire una preda, ecco perché si consiglia di recintare il perimetro. Alcuni esemplari, però sono così legati alla famiglia che non fuggono.

PREZZO

E’ difficile trovare un cucciolo registrato con pedigree, infatti non ci sono allevamenti registrati dall’ENCI poiché questa razza non è riconosciuta ufficialmente dall’ente. Il costo varia in base alle origini, al sesso e all’età, parliamo di una cifra che parte dai 400 fino ai 1600 euro. Il budget per il sostentamento è di 50 euro al mese, per poter soddisfare i suoi bisogni.

ASPETTO GENERALE

L’american Bulldog è d’aspetto grande, ma risulta più lungo che alto. E’ massiccio, muscoloso e possente. Ci sono due tipi, quello standard e quello classic. Il primo risulta leggermente più snello rispetto al secondo che è più potente.

American Bulldogs cucciolo
American Bulldogs cucciolo

TESTA E COLLO

La testa è proporzionata al corpo con tartufo di colore nero, anche se sono ben accetti anche altri colori, come: il rosso, il marrone o il grigio. Gli occhi sono di forma rotonda con dimensioni medie. Ben distanti tra di loro con un colore scuro che sia nero o marrone. Le orecchie hanno attaccatura alta, e possono essere a rosa oppure piegate in avanti con dimensioni medie. Il collo deve essere forzuto con una lunghezza media e lievemente curvato.

TRONCO E CODA

Il tronco è compatto e saldo, ma leggermente corto. Ciò nonostante, risulta bilanciato, atletico e possente. Il dorso deve essere in discesa dal garrese alla groppa. Il petto è avvallato e largo. Il torace non deve essere né stretto né troppo largo con gomiti non troppi angolati. La coda è inserita bassa con una base doppia che va a restringersi verso la punta.

ARTI

Gli arti posteriori sono in appiombo e ben diritti con muscoli definiti ed evidenti. Gli arti posteriori devono essere lievemente angolati rispetto a quelli anteriori. I piedi sono di forma rotonda, con unghie di colore chiaro.

PELO E MANTELLO

Il pelo è raso e può essere di consistenza ruvida o soffice. Il mantello può essere di vari colori: completamente bianco; con sfumature; rosso; marrone chiaro.

PADRONE IDEALE

Questa razza non ha un padrone perfetto poiché ogni persona può fargli da proprietario, ma bisogna conoscere bene l’esemplare. Ama giocare con i più piccoli però è opportuno la presenza di qualche adulto poiché occorre stabilire delle regole di gioco per la massima sicurezza del bambino. Il suo essere dinamico potrebbe non coincidere con una persona anziana sedentaria, perché hanno bisogno di sfogare la loro energia e non stare sul divano di casa. Preferisce la compagnia di una persona sportiva che gli consente di passeggiare almeno un tre volte durante la giornata, bisogna fare, però, attenzione agli sport canini, perché soffrendo di problemi respiratori derivati dal naso schiacciato non è adatto per qualsiasi attività. Il padrone inesperto non fa al suo caso, si consiglia la presenza di qualche professionista poiché è testardo. L’educazione, infatti si deve basare su metodi dolci, pacati ma anche con la giusta fermezza per non farsi sopraffare. È possibile usare anche degli snack, perché è molto goloso, ma attenzione a non esagerare. Si preferisce educarlo da cucciolo, così da avere una socializzazione serena, anche da adulto, con gli altri esemplari. Non è un cane da portare con sé durante i viaggi, però essendo legato molto al padrone è difficile lasciarlo da solo in casa. Gestisce non bene la solitudine ed è sconsigliato farlo stare solo per molti giorni. Deve scaricare l’energia, se non lo fa, tende a distruggere gli oggetti del proprietario. Ecco perché va abituato da cucciolo e in modo progressivo, alla solitudine.

ALIMENTAZIONE

La razza americana è molto golosa, mangerebbe di tutto e in quantità eccesive. Ecco perché è soggetto ad ingrassare in fretta, e questo porta all’aiuto di un veterinario. Deve seguire una dieta equilibrata e sana che non gli crea problemi, specie alla pelle. I pasti devono essere specifici per una dita ipoallergenica o light. Si sconsigliano gli snack fuori pasto.

TOELETTATURA

Il pelo è molto corto, spesso anche raso quindi non occorre una toelettatura. Una spazzolata a settimana è sufficiente per avere sempre il mantello lucido e in buona salute. La perdita di pelo è molto moderata, tanto che non ci si deve molto preoccupare, nemmeno nei periodi di muta. Per le infezione che potrebbe prendere alla pelle, è consigliato di non fare troppi bagni, durante tutto l’anno.

PATOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie.

CENNI STORICI

Questa razza ha come antenati gli esemplari di Old English Bulldog, questi vennero portati in America durante la colonizzazione dei britannici, infatti vediamo dal suo nome che deriva dagli Stati Uniti. All’inizio venivano usati come cani da guardia o da fattoria, oggi invece può essere anche un compagno di vita eccezionale. Erano utilizzati anche dal governatore Richard Nicolls, li addestrava per tamponare il problema dei bovini selvatici nell’isola di Manhattan. Distraevano il l’animale mordendolo sul muso e gli uomini bloccavo la bestia con una corda in torno al collo. A differenza del Bulldog inglese, che ha cambiato le sue caratteristiche grazie all’incrocio con un carlino, il Bulldog americano ha mantenuto le sue peculiarità principali, poiché è stato usato in modo costante come cane da utilità, quindi da guardia o da caccia. Solo con la selezione moderna possiamo trovare tipologie di questa razza che si adattano ad un ruolo da compagnia. Lo sviluppo si deve a John D. Johnson et Alan Scott. Nel 1970 è stato riconosciuto negli Stati Uniti come una razza ufficiale. Ma non ha ancora l’ufficializzazione da parte dell’Enci.

American Bulldogs adulto
American Bulldogs adulto

NOMI

Questo cane dal pelo raso e tanti muscoli, per il naso tarchiato presenta un’espressione buffa, quasi con il broncio. Per dargli un nome adatto potete farvi trasportare dalle tradizioni e cultura americana, così da poter fantasticare. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro cane.

  • Femmina: Faith e Nanny
  • Maschio: Sammy e Cookie

CHICCHE

Questa razza non è riconosciuta dall’Enci, ma possiamo trovare un’esemplare simpatico che appartiene a questa specie, nel film d’animazione Rio. Il cane si chiama Luiz ed è parte integrante delle avventure di Blu, personaggio principale.