Home Cani Razze di cani Hamilton stovare: razza, caratteristiche, carattere e salute

Hamilton stovare: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

L’Hamiltonstovare o segugio svedese è un segugio che preferisce lavorare solo e non in muta. La sua capacità è quella di prendere la selvaggina di media o grande dimensioni come: la lepre, la volpe o il cervo. Dall’aspetto robusto, possente e con buon proporzioni è perfetto come cane da lavoro. Può essere anche un ottimo compagno per le giornata quotidiane, ma se non lavora si deve tenere in continuo movimento. Molto intelligente, affettuoso, determinato, amabile e risoluto. Non si hanno difficoltà nell’addestrarlo essendo docile e tranquillo, perché sa ascoltare i comandi del padrone. Riesce a sopportare la solitudine, ma l’assenza del padrone non deve essere molto prolungata. Può cacciare su qualsiasi terreno da quello roccioso e paludoso a quello piano e pieno di neve. Ama stare all’aperto e giocare con i suoi simili, ma anche con i bambini.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da segugio
  • Taglia:Media
  • Vita Media:10-12 anni
  • Altezza maschio:53-61 cm
  • Altezza femmina:49-57 cm
  • Peso maschio:22-27 Kg
  • Peso femmina:22-27 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il segugio svedese si adatta alla vita casalinga con il solito appartamento in città, ma questo lo rende triste e nostalgico perché gli piacerebbe vivere nel suo habitat naturale. Vuole stare all’aria aperta in zone di compagna per esprimere tutta la sua energia. Un’alternativa sarebbe una casa con giardino o terrazzo dove poter divertirsi con i bambini e passare giornate intere a fare sessioni di gioco che lo stimolano mentalmente e fisicamente. Occorre recintare questi luoghi per evitare che scappi e seguire una pista per la sua cacciagione. Se proprio deve respirare lo smog della città è bene portarlo quotidianamente in delle zone con il verde per poterlo lasciare libero e farlo sentire a casa. Farlo vivere con i suoi simili è possibile, se da cucciolo ha imparato a socializzare cosi da renderlo, in età adulta, cordiale e disponibile. Questo però non è realizzabile con gli animali di piccola taglia perché con il suo istinto da cacciatore potrebbero diventare delle prede. Sa bene sopportare le temperature sia calde che fredde, però in estate è preferibile ridimensionare le sue attività da caccia per il troppo caldo. In inverno può vivere anche in una cuccia all’esterno riesce a persistere con pioggia e vento. La sua specialità nel lavoro è la caccia alla volpe, al cervo e alla lepre. Tende a non lavorare in muta, ma da solo con il padrone cacciatore. Ha un saldo temperamento, è amabile, adora fare giochi per l’olfatto o la ricerca, può anche stare ore intere a dormire nella cuccia dopo aver fatto una giornata di lavoro. Riesce a stare in famiglia e si affeziona ai suoi membri. Con gli estranei non è molto sospettoso riesce a legare con chiunque solo se vengono rispettati i suoi spazi.

PREZZO

L’Hamiltonstovare è un cane della Svezia poco diffuso e quasi sconosciuto in Italia. Non possiamo definire un costo poiché gli allevamenti non ci sono nel nostro Paese. Sicuramente varia per il sesso e l’età. Per un cane di questa misura il costo mensile per le varie spese è circa 40 euro.

ASPETTO GENERALE

L’aspetto di questo cane risulta rigoroso, vivace e sicuro di se con una struttura ossea proporzionata al corpo. Non risulta pesante ma è forte e possente. le femmine riescono a distinguersi molto bene dai maschi. Preferisce il passo libero ed ha una falcata ampia e sciolta. 

TESTA E COLLO

La testa è molto longilinea con un muso lungo ed una forma quasi a ventosa, con il cranio poco bombato e stop marcato ma non in modo eccessivo. Il tartufo è sviluppato di colore nero. Gli occhi leggermente obliqui hanno il giusto distacco tra di loro e sono di colore marrone scuro. Le orecchie hanno attaccatura alta, sono morbide e non troppo lunghe, arrivano a metà guancia. Risultano sottili, abbastanza larghe con la il finale leggermente a punta. Il collo, è lungo con un ottima attaccatura alle spalle, massiccio e con la pelle molto aderente.

TRONCO E CODA

Il tronco visto lateralmente è leggermente obliquo con dorso forte e rene muscoloso poco incurvato. La groppa è lievemente inclinata, molto lunga, invece il torace è ben disceso e ampio. Le costole sono delicatamente cerchiate. La coda ha l’attaccatura sulla linea dorsale, può essere portata diritta o lievemente ricurva a forma di sciabola. Risulta molto doppia dalla base alla punta.

ARTI

Gli arti superiori sono diritti, perpendicolari al suolo e paralleli tra di loro. L’ossatura è eccellente per la sua statura massiccia. La spalla è longilinea e attaccata al corpo con braccio che forma angolo retto con la spalla. I gomiti sono aderenti al torace. Gli arti posteriori sono delicatamente ricurvi con coscia possente e sviluppata. Tra le ginocchia si intravede una lieve angolazione. I piedi hanno forma ovale con dita raggruppate ed arcuate.

PELO E MANTELLO

Il pelo dell’Hamiltonstovare deve essere ruvido al tatto, ma non troppo corto e delicatamente aderente corpo. Non è uguale su tutta la sua superficie, più liscio e corto sulla testa, sulle orecchie e sulla parte anteriore degli arti. Nella parte inferiore della coda e sulla parte posteriore delle cosce, deve essere lungo senza avere delle frange. Il colore del manto è tricolore. La parte superiore deve avere il colore nero. La testa, gli orecchi, gli arti, i lati del collo, il tronco e la coda sono di colore fulvo. E’ concessa una striscia bianca sul muso, macchie bianche su collo, petto, coda e zampe.

PADRONE IDEALE

Il padrone ideale per questa razza può essere qualsiasi persona, deve solo essere disponibile nel fargli fare tanto movimento che siano delle semplici passeggiate o dei veri e propri sport canini. Può essere un cane per tutta la famiglia adatto per giocare con i bambini. Grazie alla loro vivacità lo aiutano a stare in forma facendolo molto correre. Si adatta alla vita quotidiana e casalinga ma ha difficoltà nello stare insieme a persone sedentarie che adorano solo il divano e la televisione. E’ un cane resistente, agile ed energico per fare qualsiasi sport come: Agility dog, Canicross, Coursing, Dog balance, Flay Ball etc..Deve avere al suo fianco un padrone sportivo per sfruttare le sue capacità fisiche e mentali in modo da far vedere come è un compagno ideale di vita. E’ perfetto per i giovani cacciatori che vogliono fare le prime esperienze di caccia, questo cane lo accompagnerà nella sua avventura facendolo sentire a suo agio e aiutandolo senza creare difficoltà. Viaggiare è una delle sue cose preferite, anche il carattere e la taglia lo aiuta a seguire il padrone. La solitudine non è il suo punto di forza, preferisce stare sempre in compagnia e farlo stare troppo tempo solo lo porta a diventare distruttivo con qualsiasi cosa. Si suggerisce di addestrato da cucciolo per i momento di solitudine e da adulto occorre lasciargli un giochino per potersi sfogare. Non è consigliato come cane da guardia per la proprietà, perché si fida di chiunque ed è poco diffidente con gli estranei.

ALIMENTAZIONE

Essendo cane da seguita, cammina tantissimo e lavora intensamente, questo è un gran pregio che non gli permette di prendere peso in modo eccessivo, ma di mantenersi in forma. E’ un cane rurale che si adatta a qualsiasi alimentazione, senza pretese. Si consiglia di farlo mangiare una volta al giorno, preferibilmente di sera per evitare che durante la giornata di lavoro sia a pancia piena. Anche se non ci sono preferenze di cibo, l’alimentazione deve essere sana con le giuste dosi e tutto quello che gli fa bene alla salute come: carne cruda e verdure fresche. 

TOELETTATURA

Durante tutto l’anno la caduta del pelo di questo cane non è eccessiva e questo permette al padrone di prendersi cura con molta facilità. Avendo un pelo raso e poco esteso, le spazzolate si devono fare una o massimo due volte a settimana per tenere il manto curato, senza detriti e peli morti.

PATOLOGIE

Questa razza non risulta predisposta a patologie particolari anzi non vi è alcuna patologia nota, ma come qualsiasi altro cane deve essere tenuto sotto regolare controllo veterinario e correttamente vaccinato.

CENNI STORICI

Dal Medioevo fino al 1700 la caccia con il cane da segugio, in Svezia era una concessione solo per i ricchi, la classe alta della scala sociale, come i nobili. Solo a fine secolo tolsero il divieto ai contadini di cacciare, e iniziarono a diffondersi i segugi in tutto il Paese. Dopo la libertà di caccia, iniziò la selezione degli Hamiltonstovare. Questa razza deriva dall’incrocio tra segugi tedeschi e svizzeri, e fra Foxhound e Harrier. La loro prima esposizione fu ad una mostra canina in Svezia nel 1886 in cui erano presenti all’incirca 189 segugi. I più visti e che attiravano l’attenzione erano Pang e Stella, un maschio e una femmina di questa razza che appartenevano al padrone Adolf Patrik Hamilton, uno dei conti della Svezia. Da questa coppia si diede origine ad una serie di cani e possiamo dire che sono gli antenati degli Hamiltonstovare. Solo nel 1921 assunsero in nome del conte che li ha fatti nascere. Da questo episodio si diffusero fino ad arrivare ad oggi. Sono stati anche riconosciuti ufficialmente dalla FCI e sono inseriti nel gruppo 6 tra i segugi e cani per pista di sangue. Oltre al suo Paese, nei giorni nostri, questa razza è poco diffusa e qui in Italia de quasi del tutto sconosciuta.

NOMI

Per trovare il nominativo giusto a questo esemplare, cane da caccia per le volpi, potete cliccare sulla lista sottostante e sbizzarrirvi tra i nomi. La redazione si è ispirata ai nomi da caccia per femmine e maschi, ora tocca a voi.  Qui potete trovare la lista per il nome al vostro amico a quattrozampe.

  • Femmina: Nikita e Beretta
  • Maschio: Bidi e Chuck