Home Cani Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute: i pro e i contro

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute: i pro e i contro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:09
CONDIVIDI

Uno dei cani più affascinanti, famoso per essere un cane da slitta grande e resistente. Ma prima di adottare un cucciolo di Alaskan Malamute c’è qualcosa da sapere.

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute
Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute: cosa aspettarsi (Foto Flickr)

Quando si adotta un cucciolo di cane, è sempre importante informarsi sulle caratteristiche e le esigenze di quella specifica razza. Se stiamo pensando di adottare un cucciolo di Alaskan Malamute, dobbiamo capire se siamo pronti a soddisfare quelli che sono i bisogni di questo meraviglioso cane da slitta. Certo, a guardarlo è impossibile resistere a quel soffice pelo e al suo sguardo dolce, ma dobbiamo sapere che non possiamo pretendere di inserire un cucciolo nella nostra vita se non siamo pronti a venire incontro a quelle che sono le sue necessità. Vediamo allora quali sono i pro e i contro di questa razza.

Potrebbe interessarti anche: L’Alaskan Malamute: il cane da slitta

Cose da sapere prima di adottarlo

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute
Cosa dobbiamo sapere prima di prenderlo a casa? (Foto Flickr)

La predisposizione per alcuni problemi di salute

I cuccioli di Alaskan Malamute sono soggetti a problemi nelle articolazioni, specialmente perché una volta cresciuti saranno cani di grossa taglia. I più comuni problemi di questo tipo sono la displasia dell’anca e del gomito.

Sono due condizioni che possono causare artrite e problemi nel movimento quando il cane diventa più anziano. Se vogliamo adottare un cucciolo di questa razza, quindi, è importante prevedere che potremmo trovarci ad affrontare questi problemi di salute. Per prevenire il più possibile queste malattie, dobbiamo sempre fornire il giusto esercizio e una dieta sana al nostro cucciolo di Alaskan Malamute, anche se non è una soluzione definitiva.

Questi cani devono fare molto esercizio

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute
L’Alaskan Malamute ha bisogno di molto esercizio (Foto Pinterest)

Come tutti i cani da lavoro di grossa taglia, anche questi pelosetti hanno bisogno di fare tanto esercizio una volta che sono adulti. Di certo, da cuccioli avranno tanta energia da bruciare: dobbiamo tenerli occupati con giochi che li impegnano fisicamente, lunghe passeggiate, ma anche attività stimolanti mentalmente.

Quando crescono, invece, possiamo fornire il corretto esercizio fisico con altre attività: lezioni di agilità, tirare un carretto, correre all’aperto. Si tratta non solo di un modo per tenere in forma il nostro cucciolo, ma anche di fornire una valida alternativa a rompere qualcosa in casa per divertirsi.

Il loro pelo necessita di molta toelettatura

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute
Questo cane perde molto pelo e ha bisogno di molta toelettatura. (Foto Pinterest)

Una delle prime cose che si nota (e si ammira) di un Alaskan Malamute è certamente che è una nuvola soffice di pelo. Ma purtroppo, proprio questo meraviglioso pelo può essere un grande problema per un potenziale padrone: ha infatti bisogno di una toelettatura regolare, con spazzolatura quotidiana.

Il suo pelo, con uno spesso doppio strato, può annodarsi facilmente se saltiamo se non lo spazzoliamo abbastanza spesso. Certo, non succede saltando un solo giorno di spazzolatura, ma è meglio non dimenticarlo troppo spesso. I grovigli nel pelo, infatti, possono portare a irritazioni e infezioni fungine.

Inoltre, questo cane ha bisogno di fare bagni regolari sia perché è un cane con un forte odore di cane, non certo piacevole, ma anche per ridurre lo spargimento di peli. In ogni caso, il grande impegno necessario per la sua bellezza e salute viene ampiamente ricompensato dal suo essere un perfetto animale da compagnia.

L’Alaskan Malamute è una razza “naturale”

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute
Un cane da slitta molto resistente e amante del freddo. (Foto Flickr)

Questi cani vengono considerati una razza “naturale”, cioè la loro evoluzione non è stata modificata in modo drastico dall’uomo. Questo significa che, anche se fin dall’antichità sono cresciuti con gli esseri umani, non sono stati allevati per interagire con loro in senso stretto.

I nativi dell’Alaska, gli Inupiat, erano chiamati Mahlemut e usavano questi grandi cani atletici per cacciare animali di grandi dimensioni, e anche per il trasporto di provviste. Li allevavano certamente per tenerli in famiglia, ma non per cambiare alcun tipo di caratteristica che li rendevano anzi perfetti per il loro utilizzo.

Questo significa che se adottiamo un cucciolo di questa razza, dovremo pazientare un po’ prima di farci amare davvero da questo animale meraviglioso. Ma di certo, l’impegno sarà ampiamente ricompensato dalla sua enorme lealtà.

Se non correttamente socializzati, possono essere aggressivi

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute
Non si direbbe, ma può diventare aggressivo. (Foto Pinterest)

Certo, i cuccioli di Alaskan Malamute sono ottimi animali da compagnia, ma se non vengono addestrati nel modo giusto, potrebbero anche diventare piuttosto aggressivi verso altri animali, e anche bambini. Se poi deve convivere con un altro Malamute dello stesso sesso, sarà davvero pericoloso presentare il nuovo cucciolo: facciamo molta attenzione.

Nel caso abbiamo dei bambini a casa, dobbiamo insegnar loro come interagire correttamente con il cucciolo. Dovranno imparare che il cane ha bisogno che vengano rispettati alcuni confini (e viceversa), così che possano andare veramente d’accordo.

Perdono davvero TANTO pelo

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute
La muta dura da primavera ad autunno. (Foto Flickr)

Questi cani possono perdere molto pelo durante tutto l’anno, ma fanno anche una muta stagionale, tra primavera ed autunno. Anzi, durante questo periodo di muta perdono una quantità di pelo davvero impressionante! Di solito, i cuccioli fanno una prima muta all’età di un anno e mezzo / due anni. Sarà una muta per perdere la pelliccia da cucciolo e mettere quella da adulto.

Le femmine di questa razza perdono più pelo dei maschi, di solito. La sterilizzazione non risolverà del tutto il problema, ma ridurrà il numero di ormoni che contribuiscono all’elevato livello di perdita di pelo durante la stagione estiva. E poiché combacia con il periodo delle allergie, assicuriamoci che in famiglia nessuno abbia allergie o saranno grandi problemi.

Hanno un carattere indipendente e intelligente

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute
Dei cuccioli di Alaskan Malamute: hanno un caratterino! (Foto Flickr)

Gli esperti di cani non raccomandano solitamente un cucciolo di Alaskan Malamute a un potenziale padrone senza esperienza. Il loro carattere è molto indipendente, amano il freddo, e sono cani molto intelligenti. Questo significa che addestrarli può essere complesso anche per un cinofilo esperto.

Soprattutto, hanno un forte senso della gerarchia nel branco: bisogna fargli capire da subito che il capo siamo noi. E proprio in quanto ad addestramento, che è ovviamente fondamentale per ogni tipo di cane, in un cane grande e forte come questo diventa ancora più importante perché con una tale stazza diventa tutto più complicato se è poco collaborativo. Fortunatamente, sono meno testardi dei loro “cugini”, i Siberian Husky.

Potrebbe interessarti anche: I pro e i contro di avere un Siberian Husky come cane domestico

Nonostante tutto, sono perfetti animali domestici

Adottare un cucciolo di Alaskan Malamute
Nonostante tutto quanto, resta un ottimo cane da compagnia (Foto Flickr)

Anche se la maggior parte di quello che abbiamo detto finora sembra essere un modo per scoraggiare chi vuole adottare un cucciolo di Alaskan Malamute, in realtà non possiamo che sottolineare quanto questi cani siano dei fantastici animali domestici.

Una volta addestrati correttamente e curati come abbiamo detto, sono perfetti in casa e con i bambini, sono amorevoli e grandi compagni di vita. Quindi, non c’è da pensarci due volte: sapendo come comportarci con loro, possiamo adottare un cucciolo davvero meraviglioso.

F. B.