Home Cani Salute dei Cani Malattie estive del cane: le principali patologie più frequenti

Malattie estive del cane: le principali patologie più frequenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:07
CONDIVIDI

Le malattie estive nel cane ossia quelle patologie che si presentano maggiormente nel periodo della bella stagione. Vediamo quali sono e come evitarle.

cane beve
Malattie estive del cane.(Foto AdobeStock)

Durante la stagione calda proprio a causa delle alte temperature, possono scatenarsi tutta una serie di malattie estive nel cane, dovute proprio alla maggior esposizione agli agenti atmosferici. Approfondiamo insieme di quali patologie può essere vittima il nostro amico a quattro zampe.

Malattie estive del cane: le principali patologie

cane che beve
Le malattie estive di Fido.(Foto AdobeStock)

Con l’arrivo delle belle giornate è facile che si possano incrementare il numero di passeggiate per noi insieme a Fido, ciò comporta una maggiore esposizione dell’animale ai raggi del sole e ad alte temperature. Il nostro migliore amico ama passeggiare e giocare con noi, ma tocca proprio a noi umani avere cura della sua salute cercando di non esporre Fido a pericoli stagionali.

Ecco perché diventa perciò basilare aumentare l’igiene e mantenere alta la routine di pulizia su tutto il corpo dell’animale. Questo risulta essere il modo migliore per prevenire o forse meglio dire limitare, le più frequenti malattie estive nel cane. Le malattie di cui parleremo in questo articolo sono principalmente tre e sono: le infezioni gastrointestinali, l’otite canina e i problemi di pelle.

Potrebbe interessarti anche: Un ghiacciolo per cani all’anguria sarà molto rinfrescante per Fido in estate

Infezioni gastrointestinali

Le infezioni sono spesso dovute alla combinazione di diversi fattori. (Foto Pixabay)

Durante la stagione estiva garantire una buona idratazione al cane è fondamentale, in quanto proprio in questo periodo l’animale è soggetto a variazioni di temperatura per iil cane e ai cambiamenti nella dieta. In generale è difficile sapere qual è la causa della gastroenterite, quindi si segue un trattamento sintomatico che aiuta ad alleviare i sintomi del cane, accelerando la guarigione.

Idratare e fornire degli alimenti leggeri per cani di qualità particolarmente elevata e facili da digerire. I prodotti particolarmente adatti ai cani con sensibilità alimentari comprendono crocchette altamente digeribili o alimenti in fiocchi.

In ogni caso, la cosa migliore è offrire al cane un’idonea quantità giornaliera di alimento distribuendola in diverse piccole porzioni. Evitare di cambiargli autonomamente la dieta in particolare in estate e soprattutto evitare di dare all’animale domestico quel che resta del nostro pasto: i suoi bisogni nutrizionali e il suo sistema digestivo sono totalmente diversi da quelli umani.

Cercare anche di mantenere il più possibile le sue abitudini e la sua di dieta e ogni volta che senti il bisogno di cambiarla, chiedi il parere ad uno specialista per farsi consigliare sul modo più appropriato per farlo.

Evitare colpi di calore, di conseguenze cercare di fare le passeggiate ad orari meno assolati e con temperature non molto alte. Laddove il cane dovesse presentare, insieme alla dissenteria, anche vomito del cane, occorre rivolgersi al medico veterinario e fare ulteriori indagini.

Potrebbe interessarti anche: Disidratazione nel cane: sintomi, cause possibili e rimedi

Otite

pulire orecchie cane
Come pulire le orecchie del cane (foto iStock)

Sempre le temperature elevate possono essere causa di otite nel cane, questo perché le alte temperature e l’umidità possono infatti favorire la proliferazione di batteri. Questa infezione colpisce tutte le razze ma possiamo affermare che le razze di cani con le orecchie lunghe sono quelle maggiormente colpite.

Poiché hanno una maggiore difficoltà nel far circolare area nelle zone interne dell’orecchio, dove si formano i batteri. L’otite è una patologia che colpisce il senso più importante dei cani: il senso uditivo. I sintomi di questa malattia nelle orecchie dei cani sono più che confermati e dipendono dal tipo di otite di cui l’animale soffre.

Anche se alcuni di essi sono comuni, come ad esempio: lo scuotere la testa, il cattivo odore dell’orecchio, graffi eccessivi, febbre e malessere generale. Le cause a parte l’umidità possono essere anche la presenza di un corpo estraneo per esempio o la conformazione dell’orecchio che non permette una buona ventilazione.

Per tale ragione è sempre necessario l’intervento del veterinario in modo che possa diagnosticare le cause di questa otite e prescrivere i farmaci più adatti. Purtroppo questa infezione se non trattata nei tempi giusti può essere al quanto pericolosa. Per tanto bisognerà effettuare dei controlli regolari sulle orecchie del cane.

Grazie a loro, saremo in grado di rilevare piccole complicazioni che possono peggiorare nel tempo. Oltre a questi controlli, è necessario effettuare la pulizia quotidiana in queste aree sensibili, con soluzioni otologiche e garze sterili ma mai tamponi o bastoncini.

Potrebbe interessarti anche: Che cos è l’otite esterna del cane

Problemi di pelle

Dermatomicosi nel cane
La dermatomicosi nel cane è una patologia abbastanza frequente e si tratta di una malattia parassitaria.(Foto iStock)

Le malattie estive nel cane riguardano anche i problemi di pelle, maggiormente essi si fanno presenti proprio con l’arrivo del caldo e del sole. Bisogna tener presente che la pelle del cane è sensibile ai raggi del sole proprio come la nostra pelle. Le alte temperature possono causare dermatite e infezioni della pelle.

La dermatite è una reazione della pelle dell’animale a causa della presenza di batteri infettivi. Questi sono attivati ​​con temperature elevate, causando la presenza di forfora, brufoli e piccoli grumi sulla pelle. Inoltre, peggiorano anche le condizioni del pelo dell’animale. Infatti le razze più soggette a dermatite sono proprio quelle con pelo lungo o bianco.

Inoltre è sempre utile ispezionare regolarmente il loro mantello per rilevare eventuali parassiti che hanno attraversato la barriera protettiva. In estate in particolare, parassiti come zecche, pulci e zanzare non aspettano altro che trovare una preda a cui succhiare il sangue.

Il metodo migliore per impedire ciò è prevenire la loro presenza con appositi dispositivi medici come pippette e collari antiparassitari. Consultare sempre uno specialista per capire come procedere per la migliore delle soluzioni per il nostro amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche: Hot spot nei cani: cause, sintomi e rimedi alla dermatite piotraumatica

Raffaella Lauretta