Home Cani Razze di cani Hokkaido: razza, caratteristiche, carattere e salute

Hokkaido: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

L’ Hokkaido chiamato anche Ainu-Ken è un cane di taglia media, robusto, molto proporzionato, con tanto pelo morbido e nella maggior parte dei casi ha un mantello bianco. Agile, attivo e molto intraprendente. Amante dei bambini, che tende sempre a proteggerli da qualsiasi cosa a costo della vita, e della famiglia. Un aspetto particolare di questa razza sono le labbra che tenono a salire verso le guance e questo permette al cane di avere un accenno di sorriso e quindi viene anche chiamato cane ‘sorriso’. Obbediente e fedele al padrone, ma ciò non toglie che ha un carattere testardo e ostinato. Si abitua con facilità a vivere da qualsiasi parte, ma sarebbe perfetto farlo stare all’aria aperta. Può sopportare climi rigidi, anche cadute di neve, ma non il caldo. Ama moltissimo viaggiare  per il suo istinto da esploratore e ricercatore. E’ sempre stato usato come cane da caccia, ma da tempo è diventato un’esemplare per la compagnia. Non è adatto per gli inesperti. Ed è diffidente con gli estranei.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da caccia e da compagnia
  • Taglia:Media
  • Vita Media:12-15 anni
  • Altezza maschio:48-52 cm
  • Altezza femmina:45-49 cm
  • Peso maschio:18-25 Kg
  • Peso femmina:18-25 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il cane dalle origini giapponesi ha una carattere vispo, scattante, valoroso, indipendente e fedele al padrone. Amorevole e gentile con tutti non è aggressivo ma risulta riservato verso gli estranei. Questo suo distaccamento lo rende perfetto per la guardia della proprietà. Essendo molto riservato con le persone che non conosce, si consiglia di farlo adattare con pazienza alle persone nuove che non ha mai conosciuto. Il suo essere libero e autonomo, come la maggior parte degli animali di questa categoria, non lo rende meno fedele al suo gruppo sociale. E’ sempre stato usato come cane da caccia dal popolo degli Ainu, in particolare per cacciare gli orsi, li avvicinavano alle spalle mordendo il collo. Oltre agli orsi, cacciavano anche cervi e cinghiali, abbaiando e ululando durante l’inseguimento. Oltre ad essere perfetto per il terreno è anche un buon cacciatore d’acqua per i salmoni. Per farlo vivere bene deve stare all’aria aperta come la campagna o in una casa con giardino o terrazzo da potersi sentire libero senza vincoli di spazio o tempi, ma sa adattarsi anche alla vita in appartamento, però non è di suo gradimento. Nel caso dovesse vivere in giardino deve stare in una cuccia per ripararsi dal sole in estate. A tal proposito la sua impostazione del corpo gli permettere di vivere al freddo e sopportare anche la neve, ma il caldo è un grosso problema per questa razza, infatti lo sport in questo periodo deve essere fatto di sera o mattina presto. Essendo anche un cane per la ricerca e di salvataggio può cercare persone o animali anche nel pieno delle bufere, come avviene spesso sui monti innevati della catena Aomori. Diventa difficile mettere nella stessa casa un cane di questa razza e un gatto, ma non è impossibile se ha una buona socializzazione. Per la convivenza con i suoi simili non ci saranno grosse difficoltà.

PREZZO

Per sapere il costo di un Ainu-Ken pedigree occorre andare prettamente nel suo paese d’origine e chiedere negli allevamenti certificati in quanto in Italia non è molto conosciuto come cane. Sicuramente il suo prezzo varia per l’età e il sesso. Noi possiamo stabilire in base alle sue caratteristiche e le sue dimensioni, un costo per accudirlo che si basa approssimativamente su i 40 euro mensili.

ASPETTO GENERALE

Questo cane è di medie dimensioni, con un pelo favoloso e le giuste proporzioni. Ha una struttura ossea possente e muscolosa ma senza risultare pesante e obeso. Ha un’ andatura sciolta, libera e leggera, con un galoppo veloce tramite i suoi ottimi allunghi posteriori.

TESTA E COLLO

La testa non è di grandi dimensioni, ma il suo pelo la rende baffuta. Include un cranio ampio e lievemente schiacciato con stop poco profondo. Il tartufo è di colore nero e può fare eccezione con un colore carne negli esemplari con il manto bianco. Gli occhi hanno una forma quasi triangolare proprio per la loro dimensione eccessivamente piccola. Hanno un ottimo distacco tra di loro e la pupilla è di colore marrone scuro. Le orecchie hanno attaccatura altissima, tendono ad essere lievemente inclinate in avanti nonostante siano erette con una dimensioni piccola e a forma di triangolo. Il collo è massiccio e pieno di peluria, tanto che quando mette il collare si forma una linea che divide la testa con il restante del corpo, infatti non ha la presenza di giogaia. 

TRONCO E CODA

Il tronco non ha una linea superiore perfettamente orizzontale in quanto ha garrese alto e dorso massiccio. Il rene è leggermente vasto con groppa inclinata in modo corretto. Il torace è profondo e delicatamente grande con petto sviluppato e costole ben cerchiate. La coda è sviluppata dalla parte alta del cane, risulta essere molto doppia, con un pelo abbondante e di dimensioni medie. A vista d’occhio, però, risulta essere piccola poiché viene portata arrotolata o curvata a falce.

ARTI

Gli arti anteriori sono ravvicinati tra loro ma perpendicolari al suolo, hanno spalle oblique ed avambraccio diritto. Gli arti posteriori sono massicci e muscolosi con garretti possenti e forti. I piedi sono di piccole dimensioni quasi arrotondati con dita inarcate e ben salde. Le unghie molto dure sono di colore nero o scure.

PELO E MANTELLO

Il pelo dell’ Hokkaido è duro ma a vista d’occhio sembra morbido, questo accade perchè ha un sottopelo soffice e carezzevole. Il mantello può variare di colore e sono ammessi: il sesamo, il tigrato, il rosso, il nero, il bianco o nero focato.

PADRONE IDEALE

Il padrone adatto per l’Hokkaido è una persona dolce, premurosa e non oppressiva. Bisogna infatti lasciare il cane anche libero per la sua indipendenza. Per quanto riguarda l’educazione, questa deve essere graduale sin da cucciolo e c’è bisogno di fermezza ma non di eccessiva severità. E’ in genere un buon compagno anche per i bimbi, purché questi rispettino il suoi spazi senza infastidirlo. E’ un esemplare sportivo e ama passeggiare o fare esercizio fisico, infatti un padrone perfetto dovrebbe essere amante dello sport. Riesce ad eccellere anche il qualche sport canino, come il canicross. Per un anziano o delle persone sedentarie non è un cane ideale, in quanto fare solo un giretto all’aria aperta spesso non basta: essendo molto resistente, preferisce fare delle vere e proprie scampagnate. Questo porta al fatto che tende a seguire anche un padrone viaggiatore, ma data la sua taglia occorre organizzarsi con trasportarlo. In casa invece può restare tranquillamente da solo, ma l’ideale è lasciargli un gioco o una distrazione perché non riesce a stare troppo tempo chiuso senza far niente. Questo lo porta a non essere distruttivo e a resistere per l’assenza dei padroni. E’ un cane spesso esigente, infatti non è consigliabile a padroni novelli. Ma se proprio lo si vuole adottare occorre far riferimento a qualche esperto. Non abbaia mai senza reali motivazioni ma può farlo in maniera intimidatoria se vede il pericolo, perché è molto protettivo verso la sua famiglia. Anche un cacciatore può essere un suo padrone poiché dal popolo dei Ainu è sempre stato usato come cane da caccia sia da terra per gli orsi bruni sia in acqua per il salmone.

ALIMENTAZIONE

Ainu-Ken non ingrassa con facilità, in quanta mangia sano seguendo una dieta per non esagerare con i pasti. E’ preferibile farlo mangiare due volte al giorno con delle razioni di cibo non abbondanti. L’attività fisica deve essere svolta a digiuno per evitare torsione e dilatazione allo stomaco. Deve poter mangiare carne cruda, verdure, legumi e carboidrati. 

TOELETTATURA

Il cane giapponese molto imponente per il suo folto pelo che lo avvolge facendolo sembrare una leoncino. Solitamente ha il pelo bianco molto curato, mai arruffato o spettinato. Anche se ha un pelo particolare non ha bisogno di essere toelettato, ma si deve spazzolare in modo settimanale con molta cura, in particolare se è abituato a vivere all’aperto, occorre controllare il pelo per evitare le infezioni. Durante tutto l’anno ha una caduta del pelo insistente e nei periodi di muta bisogna spazzolarlo quotidianamente per rimuovere il pelo in eccesso.

PATOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie. Cliccate qui per approfondire. 

  • Displasia dell’anca.

CENNI STORICI

Ci sono due versioni per le origini di questa razza, ma entrambe sono molto antiche. Per gli esperti l’Hokkaido è la razza primitiva giapponese più antica che può esistere tanto da essere stata scoperta circa 3000 anni fa. La versione più popolana afferma che discende dai cani antichi giapponesi di taglia media che nel 1140, durante l’epoca Kamakura in cui si erano ampliati gli scambi fra Hokkaido e il Distretto di Tohoku, sono arrivati con il popoli degli Honshu sull’isola di Hakkaido. Con il tempo è stato usato, dalla popolazione dei Ainu, per dare la caccia agli orsi e da loro prende anche il nome Ainu-Ken. I suoi discendenti sono chiamati Matagi-Ken, importati durante il periodo Jomon. Molti secoli dopo nel 1937 la razza venne chiamata ‘monumento naturale’. Alcuni esemplari hanno la lingua blu proprio come il  Chow Chow e lo Shar Pei e questo li rende particolari a differenza degli altri cani. Nel 1964 la FCI ha riconosciuto ufficialmente questa razza.

NOMI

L’Ainu-Ken è un esemplare giapponese che prende il nome Hokkaido di una delle bellissime isole principali del Giappone. E’ famosa per i suoi vulcani. E’ un cane di grande statura dal pelo morbido e coccolone. Per dargli un nome adatto potete farsi trasportare dalle tradizioni e cultura del Giappone nominandolo con un nome giapponese. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro cane.

  • Femmina: Yasu e Runa
  • Maschio: Kazuyo e Sasuke