Home Cani Razze di cani Kooikerhondje: razza, caratteristiche, carattere e salute

Kooikerhondje: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Il Kooikerhondje oppure come lo chiamano gli olandese ‘piccolo cane cager’ è legato ai padroni, gli piace giocare con i bambini, si adegua con facilità ma bisogna sempre ricordare che non è esclusivamente un cane da compagnia. Nato in Olanda per attirare anatre nelle trappole e con il tempo si è adeguato ad essere anche un buon cane da compagnia. È solare, affettuoso e gli piace stare in movimento. Non si consigliano padroni inattivi e sedentari. Può essere anche la prima scelta di un padrone novizio per il suo temperamento docile e obbediente. I suoi bisogni devono essere soddisfatti se viene lasciato solo per qualche giorno. Non può immettersi nel ruolo da guardiano per l’eccessiva complicità con chiunque. È apprezzato nel suo lavoro che lo fa con determinazione e in maniera scrupolosa. È un cane di taglia media, robusta ma non eccessivamente, ricoperto dal lungo pelo ed ha un movimento sciolto e leggero. Si affeziona subito alla famiglia che lo adotta e diventa geloso se si fanno delle coccole verso gli altri cani o altri animali, però se capisce che hanno altri padroni non ci sono problemi.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da caccia e compagnia
  • Taglia:Medio-Piccola
  • Vita Media:12-14 anni
  • Altezza maschio:34-40 cm
  • Altezza femmina:34-40 cm
  • Peso maschio:9-11 Kg
  • Peso femmina:9-11 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Questo esemplare ha un temperamento sensibile, dolce, garbato ed è cordiale con tutti. Nato come cane da lavoro ma può essere addestrato come cane da compagnia e riesce subito ad adattarsi. I cacciatori lo apprezzano per il suo essere pignolo e meticoloso durante le battute di caccia. Hanno sempre fatto da esca per attirare le anatre nelle loro trappole. Fuori dai periodi di caccia preferisce prendere prede d’acqua o piccoli roditori. Dal carattere tranquillo e solare riesce anche a sfogare la sua potenza. I cambiamenti d’aria non sono un problema però si preferisce arrestare qualsiasi attività con l’alta stagione. Adorando l’aria aperta può anche dormire fuori. Coabitare con i gatti non si consiglia per il suo istinto innato da cacciatore. I suoi simili non sono un problema ma per stare sotto lo stesso tetto deve aver imparato i codici canini per socializzare. È molto riservato se non conosce una persona, ma è facile da dissuadere quindi come cane da guardia non è affidabile, anzi non è proprio il suo ruolo con il carattere che si ritrova. Lo stile di vita, come per quasi tutti i cani da lavoro, è stare in campagna all’aria aperta per scorrazzare senza vincoli di spazio. Ciò nonostante, si adegua alla vita in città nel piccolo appartamento però gli si devono far fare delle passeggiate nei parchi e tra gli spazi verdi. Si consiglia di farlo vivere in una casa con giardino o terrazzo per tenerlo libero e fargli sfogare le sue energie. Questi ambienti si devono recintare per prevenire che scappi per il suo forte istinto di cacciatore.

PREZZO

Per sapere il costo di un cucciolo pedigree Kooikerhondje occorre andare nel Paese natio. Il prezzo di qualsiasi esemplare varia in base all’età al sesso e alle origini. In Italia non è molto conosciuto, ma possiamo stabilire un budget di spesa per il sostentamento mensile che è di 30 euro. 

ASPETTO GENERALE

Le dimensioni di questa razza sono medie, risulta robusta ma non grossolano. E’ più lungo che alto ma la differenza è minima tanto da non vedersi in maniera marcata. Per la sua struttura corporea può essere accostato ad un Setter o uno Spaniel. L’andatura è sciolta, leggera con un ottimo allungo degli arti. 

TESTA E COLLO

La testa ha una forma lievemente a cuneo con le giuste proporzione per la sua struttura corporea. Il muso ha la stessa lunghezza del cranio e quest’ultimo risulta leggermente arrotondato. Il tartufo è di colore nero ma nei cuccioli può essere pigmentato con colori chiari. Gli occhi sono piccoli con una forma delicatamente a mandorla con colori scuri. Le orecchie ricoperte di pelo ondulato sono pendenti sulle guance, con la punta arrotondata e girate verso l’interno. Il collo è corto, ben saldo al corpo e non ha giogaia.

TRONCO E CODA

Il tronco è più lungo che alto ben proporzionato, con una linea dorsale piatta senza gobbe è molto uniforme. La groppa tende a discende di poco. La coda ricoperto di pelo, anch’esso ondulato, parte con una base doppia e si assottiglia in punta, ma non si nota perché il pelo va a formare una sorta di frangia quando la coda sta in movimento.

ARTI

Gli arti sono vigorosi, energici e possenti. Risultano tutti e quattro in appiombo con una buona muscolatura. Gli arti anteriori sono uniti e di buona lunghezza. Gli arti posteriori risultano paralleli tra di loro e molto diritti se visti da dietro con una struttura ossea massiccia.

PELO E MANTELLO

Il pelo è liscio, soffice e ondulato con una sottopelo lanoso. Il colore del mantello unisce varie tonalità: il rosso, arancio e bianco. E’ ammesso solo il rosso come colore predominante. 

PADRONE IDEALE

Il Nederlandse riesce a adattarsi a qualsiasi padrone per la sua docilità e determinazione nel lavoro. Occorre stare attenti in che età si adotta poiché da cucciolo è molto sensibile e tende a spaventarsi con qualsiasi cosa accade attorno a lui, tra qualche oggetto caduto o chiunque sconosciuto che gli sta vicino. L’educazione deve essere con metodi affettuosi, dolci e pacati, escludendo l’aggressività e maniere brusche. Per impartire gli ordini sono utili gli spuntini per incoraggiare e premiare il vostro amico a quattro-zampe. È un cane dinamico e solare che adora giocare con i bambini, quindi un padrone con una grande famiglia fa al suo caso, ma i piccoli devono avere un comportamento sereno e non trattarlo come un pupazzo urlandogli contro. Nato come cane da lavoro, un proprietario cacciatore apprezza le sue doti, ma deve essere educato da cucciolo per imparare il suo compito principale. È attivo e gli piace stare all’aria aperta infatti può stare solo con anziani non sedentari ma che gli permettono delle passeggiate quotidiane. Deve essere stimolato fisicamente e mentalmente e questo fa sì che un padrone sportivo può adottarlo senza avere grandi difficoltà. Può praticare sport canini come: canicross, agility, freestyle e ricerca. I padroni novizi riescono a gestirlo, ma bisogna stare attenti alla sua eccessiva frenesia. Le sue dimensioni gli permettono di seguire un proprietario viaggiatore ovunque vada, però serve un importante lavoro di socializzazione per adeguarsi in qualunque luogo e con chiunque esemplare. Se non lo si porta dietro e resta a casa solo, bisogna stare attenti alla sua paura per la solitudine e questo lo farà diventare distruttivo. Se si vuole adottare esclusivamente come cane da compagnia non è la razza ideale.

ALIMENTAZIONE

Il cibo che assume viene commisurato all’attività fisica che svolge questo gli consente di non prendere peso e bruciare le giuste calorie. Non ci sono preferenze per la dita alimentare, si sazia anche con delle crocchette di alta qualità. Può mangiare dalla cucina fatta in casa alla dita basica tradizionale basata su carne cruda, verdure e cereali.

TOELETTATURA

Non occorre una toelettatura fatta da un professionista, ma avendo un pelo semi-lungo si deve pettinare due volte a settimana per mantenere il mantello in buona salute e prevenire la formazione di nodi. Durante tutto l’anno la perdita di pelo è regolare. 

PATOLOGIE

Questa razza non risulta predisposta a patologie particolari anzi non vi è alcuna patologia nota, ma come qualsiasi altro cane deve essere tenuto sotto regolare controllo veterinario e correttamente vaccinato.

CENNI STORICI

Il Kooikerhondje sembrerebbe un cane autoctono del suo Paese natio, l’Olanda. Tra il diciassettesimo e diciottesimo secolo è stato usato dai cacciatori per attirare le anatre nelle trappole. Non era molto conosciuta come razza e questo l’ha portata all’estinzione. Si narra che dopo la seconda guerra mondiale la Baronessa van Hardenbroek van Ammerstol, abbia distribuito delle foto per cercare di trovare qualche esemplare rimasto e rimettere in piedi questa razza. Dopo tanta ricerca trovò l’esemplare capostipite che si chiamava Tommy, ed era una femmina. Da qui fu apprezzata, in particolare nei dipinti di molti pittori come  Veemer e Sten. Nel 1966 è stato riconosciuto dal Raad van Beheer (il Kennel Club Olandese). Per le sue dimensioni piccole è stato inserito tra i cani da compagnia. Il suo nome si basa sul ruolo che ha ricoperto nella vita il cacciatore perchè ‘Kooiker’s hondjes’ significa letteralmente ‘Cani di Kooiker’ e ‘kooiker’ vuol dire cacciatore. Oggi al di fuori dei Paese Bassi è una razza non conosciuta infatti non c’è diffusione neanche nel nostro Paese.

NOMI

Questo è un cane da caccia cane dal pelo ondulato. Risulta una razza antica tanto da essere presente in alcune opere di Sten e Veemer. Per dargli un nome adatto potete affidarvi alle tantissime lettere dell’alfabeto e scegliere quelle più insolite e meno usate, proprio come noi che abbiamo optato per la lettere O. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro amico a quattro-zampe.

  • Femmina: Ortega e Olivia
  • Maschio: Osvaldo e Otello

CHICCHE

Il National Dog Show che viene fatto ogni anno è un’evento nazionale, che va in onda su NBC il giorno del Ringraziamento e dal 2018 in competizione possiamo trovare anche il Nederlandse Kooikerhondje insieme ad altri 2.000 cani.