Home Cani Razze di cani Lapinkoira: razza, caratteristiche, carattere e salute

Lapinkoira: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Il Lapinkoira o chiamato anche in tantissimi altri nomi che nel tempo gli sono stati dati è un esemplare di media-grande misura, robusto, dal pelo folto e morbido. Viene definito coraggioso, fedele al padrone e perfetto per tutta la famiglia. Dolce, affettuoso e amorevole è il cane perfetto per i più piccoli, gli piace giocare insieme e li protegge a tutti i costi. Deve essere stimolato per fare esercizio fisico e mantenersi in forma. Non è difficile da gestire e educare. Può essere adottato dagli inesperti e anziani per il suo temperamento tranquillo e calmo. È intelligente e capisce gli ordini impartiti. Il suo compito in passato era la guardia delle renne e delle proprietà dei Lapponi. Oggi è un cane esemplare per la compagnia, vengono anche usati dalla protezione civile e danno dei risultati ottimi sul campo da lavoro. In Finlandia è tra i 10 cani più apprezzati e viene usato anche esclusivamente come cane da esposizione, ma al di fuori del Paese d’origine non si conosce tantissimo, infatti con ansia aspettiamo la sua diffusione in Italia.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da guardia per le renne; cane da pastore; cane da compagnia
  • Taglia:Medio-Grande
  • Vita Media:15-16 anni
  • Altezza maschio:47-52 cm
  • Altezza femmina:41-47 cm
  • Peso maschio:27-30 Kg
  • Peso femmina:25-28 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Lo stile di vita del Suomenlapinkoira è adattabile in qualsiasi luogo. Può vivere in appartamento tra il caos e smog della città, può stare in una villetta con giardino all’esterno oppure un terrazzo coperto. Altre soluzioni si trovano in case in campagna in cui è libero senza vincoli, in montagna, il luogo da cui proviene, tra i boschi pieni di betulle. Si consiglia di recintare questi posti per evitare che scappi. Anche se si adatta ovunque è preferibile farlo stare nel suo habitat naturale. Legato alla famiglia gli fa da custode, li protegge da tutto e tutti. È un ottimo cane d’allarme dato il suo passato da guardiano. Essere un esemplare primitivo ha con un forte istinto predatorio, ma non morde se viene controllato con la giusta educazione. Non risulta aggressivo con gli estranei, ma se la famiglia è in pericolo diventa incontrollabile. Il Lapinkoira è stato il cane da guardia delle renne e delle proprietà dei Lapponi e questo senso di protezione lo porta con sé da sempre, infatti è un eccellente guardiano leggermente scostante con gli estranei. Il pelo e sottopelo lo proteggono dal freddo e le intemperie. In estate occorre tenerlo lontano dal sole nelle ore più calde, si preferiscono delle lunghe passeggiate all’ombra. La coabitazione con i gatti deve essere da cuccioli per avere una convivenza serena. Per quanto riguarda familiarizzare con i suoi simili è facile data l’essere pacifico in particolare le femmine che risultano più socievoli dei maschi. La parola chiave del temperamento di questo cane è tranquillità. Ha un carattere calmo, sereno ed equilibrato. E’ vivace al punto giusto da poter essere un compagno fedele per la vita.

PREZZO

Non è diffuso nel nostro Paese come dovrebbe perché nella città natia è molto richiesto. Il costo si base sull’età, sul sesso e le origini. Per un cucciolo di pedigree registrato ci vogliono 1200 euro, ma per i purosangue si può arrivare fino ai 1800 euro. Il prezzo da fissare per le spese di sostentamento è circa 40 euro. 

ASPETTO GENERALE

Il Lapinkoira è di taglia medio-grande con una struttura ossea possente, muscoloso e solido. Coperto da tantissimo pelo poiché è la versione a pelo lungo. Infatti esistono due tipi il Lapinkoira a pelo lungo e il Lapinporokoira a pelo corto. Il movimento non è fisso, anzi cambia con facilità dal galoppo al trotto, ma resta un andatura naturale e sciolta. E’ anche definito un ottimo corridore tanto da essere veloce e agile come cane.

Lapinkoira cucciolo
Lapinkoira cucciolo

TESTA E COLLO

La testa è potente, molto grande con un cranio lievemente arrotondato e una forma bombata. Lo stop è marcato con tartufo di colore nero o con la stessa colorazione del mantello. Gli occhi, hanno un colore marrone scuro, con piccole dimensioni hanno una forma ovale e abbastanza ravvicinati. Le orecchie con una grandezza media, hanno attaccatura alta con una forma triangolare sono portate erette. Ricoperte di pelo esternamente con il colore del mantello e internamente hanno un colore più chiaro. Il collo è robusto con una folta copertura del pelo di lunghezza media. 

TRONCO E CODA

Il tronco è lievemente marcato con la presenza di muscoli. Il dorso è rettilineo con rene corto e groppa di lunghezza media. Il torace è profondo e longilineo con costole cerchiate e petto visibile. La coda ha attaccatura alta con un pelo corposo portata sul dorso.

ARTI

Gli arti anteriori hanno una struttura ossea potente e sono paralleli tra di loro. Le spalle lievemente inclinate con il braccio lungo quanto la scapole. Il gomito ha una posizione più bassa  della cassa toracica. Gli arti posteriori sono diritti con coscia di media lunghezza. Le gambe hanno tendini marcati con ginocchio che punta in avanti. Il garretto è leggermente disceso con l’angolazione in evidenza. I piedi sono ricurvi con una forma ovale e ricoperti di pelo. 

PELO E MANTELLO

Ha un pelo abbastanza generoso e la differenza tra femmina e maschio si nota dalla criniera copiosa dei maschi, che hanno un pelo più lungo. Il sottopelo è morbido. Non ha un pelo omogeneo, infatti sugli arti è più corto rispetto al resto del corpo. Il colore del mantello può variare ma la base deve rimanere di un colore dominante a differenza delle macchie.

PADRONE IDEALE

Questa razza è difficile da trovare in Italia, ma chi ha la fortuna di adottarla deve essere un padrone che sa dare amore, dolcezza e presenza nella vita del cane. I metodi da usare per l’educazione devono essere coerenti, efficienti e cordiali. L’aggressività e il pugno fermo non funzionano con questa razza. Il Lapinkoira è intelligente, obbediente e capisce subito cosa ci si aspetta da lui. Vive per il padrone e la famiglia, tanto da non mangiare per giorni se non è con il padrone. I bambini sono sotto la sua ala protettiva, li salvaguardia e adora giocare con loro. È tranquillo e sereno come cane da compagnia, può essere adottato anche dagli anziani data la sua docilità, ma gli devono garantire un minimo di passeggiate all’aria aperta perché non è una razza sedentaria è comunque uno Spitz. Nasce come cane da guardia per le renne e la proprietà, quindi un cane da lavoro. Solo con il tempo è diventato anche un compagno per la vita casalinga. Il suo passato lo porta ancora oggi a fare tantissimo esercizio fisico per mantenersi in forma.  Fare degli sport canini o giochi che lo soddisfino mentalmente e fisicamente, lo aiuterebbe a non diventare noioso e pantofolaio. Potrebbe essere aiutato da un padrone sportivo. Le sue dimensioni sono medio-grandi ed è difficile trasportarlo in tanti luoghi, ma con il carattere che si ritrova riesce a adattarsi in qualsiasi posto e questo gli permette di seguire il padrone ovunque. Se il proprietario è amante dei viaggi e il cane non può accompagnarlo non si consiglia il Lapphund perché non ama stare in solitudine e lontano dai padroni. Stare solo lo può far diventare distruttivo e turbolento ecco perché le assenze devono essere brevi, massimo di qualche ora. Considerare il ‘Cane Finlandese della Lapponia’ come prima adozione è un’ottima scelta perché è pieno di qualità, obbedisce agli ordini e subito crea un legame con il padrone. Durante le sessioni di educazione si può ricorrere a qualche snack per ricompensarlo delle giuste azioni.

ALIMENTAZIONE

Non è una razza che soffre di sovrappeso, anzi molto robusta e attiva da mantenersi in forma e non soffrire di peso. Si preferisce un pasto al giorno e si consiglia di sera. L’alimentazione da seguire è quella tradizionale a base di carne cruda, verdura fresca e farinacei. Oppure si raccomanda una dita con il cibo casalingo cucinato dal padrone.

TOELETTATURA

Anche se dal pelo lungo non occorre una particolare cura per il suo manto, solo delle spazzolate due volte a settimana per evitare che il pelo morto posso cadere in casa. Le pettinate aiutano ala non perdere tanto pelo ed avere una buona pulizia del mantello per rimanere in buona salute. Il sottopelo che perde durante la muta, essendo lanoso è facile da aspirare e togliere dai vestiti. 

PATOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie. Cliccate qui per approfondire.

  • Displasia dell’anca;
  • Atrofia progressiva della retina.

CENNI STORICI

Il Lapinkoira è un cane proveniente dalla Finlandia. Le sue origini sono secolari ma non c’è nulla di scritto che attesta la provenienza oppure se è un cane autoctono. Non si sa nemmeno da quale incrocio provenga, l’unica cosa certa è che i Lapponi della Scandinavia per anni lo hanno accudito. Lo usavano come custode delle renne e per la guardia dei bambini e delle proprietà. Per decenni il popolo Sami nella Russia settentrionale lo ha usato come cane da guardia. Nel 1945 fu approvato il primo standard della razza dal Kennel Club finlandese e il cane venne chiamato Lapinkoira in finlandese e in italiano Lapphund. Un venti anni dopo, nel 1967 la comunità cinofila cambiò il nome in ‘Cane di Lapponia’. Lo standard negli anni è stato modificato fino ad arrivare agli anni 70 e rimanere quello che tutti oggi conosciamo. Molto di recente, quasi dieci anni fa nel 1993 il cane ha ricambiato il nome chiamandosi ‘Cane finlandese di Lapponia’. Oggi possiamo vedere due tipi di questa razza a pelo lungo il Lapinkoira chiamato anche ‘Cane finlandese della Lapponia’ o ‘Suomenlapinkoira’ e il Lapinporokoira oppure ‘lapponi Herder’ a pelo corto. Nel suo Paese è molto apprezzata come razza è tra le dieci più famose. Al di fuori del Paese natio verrà presto conosciuta data la sua popolarità.

NOMI

Questo cane con un pelo abbondante è molto apprezzato e conosciuto nel suo Paese natio, la Finlandia. Nato come cane da guardia delle renne adesso è anche un ottimo compagno a quattro-zampe. Per trovare un nome adatto dovete cercare tra l’alfabeto italiano e scegliere una lettera per sbizzarrirvi nel dargli un nomignolo adatto a lui. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro cane.

  • Femmina: Anya e Altea
  • Maschio: Aikido e Aragon

CHICCHE

Questa razza finlandese, tra le montagne di abeti e betulle, fa da guardia alle renne e viene definito ‘il cane di babbo natale’. Possiamo anche vederli in una puntata dell’Arca di Noè, il programma su canale5 degli amici a quattro-zampe.