Home Cani Razze di cani Norfolk terrier: razza, caratteristiche, carattere e salute

Norfolk terrier: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Il Norfolk Terrier all’inizio della sua origine veniva unito insieme al Norwich Terrier, ma con il tempo è stata fatta la differenza grazie al portamento delle orecchie, infatti il Norfolker è il cane con le orecchi pendenti, mentre il Norwich le porta in modo erette. Di taglia piccola ma compatto e sbrigativo. Risulta simpatico, allegro, dolce e giocherellone. Molto visto, attento e vigile come un vero terrier. Nato come cane da caccia per i piccoli animali adesso è usato come cane da compagnia. Perfetto per i bambini, gli anziani dinamici e gli inesperti con i quattro-zampe. È docile, obbedisce al padrone ed è facile da educare. Preferiscono stare sempre in movimento e non chiusi in casa facendo la vita da pantofolai, anzi possono diventare distruttivi se si annoiano. Nel suo Paese d’origine era apprezzato per la caccia ai topi e con il tempo è diventato un gran predatore di tassi e volpi. Nei Paesi europei la diffusione di questo cane è molto limitata. In Italia non ci sono tantissimi esemplari, infatti quelli che si trovano vengono importati.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da caccia e compagnia
  • Taglia:Piccola
  • Vita Media:13-15 anni
  • Altezza maschio:23-26 cm
  • Altezza femmina:23-26 cm
  • Peso maschio:6-9 Kg
  • Peso femmina:6-9 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il Norfolk Terrier è un cane attivo perché adora stare in movimento e soddisfare le sue esigenze fisiche; obbediente per la sua intelligenza di capire subito gli ordini; solare e riesce stare con tutti i membri della famiglia;  giocherellone con i bambini e ama correre dietro alle palle per poterci giocare. Non è un cane da guardia, ma sa allertare in caso di intrusi, grazie al suo coraggio e la fedeltà verso il padrone. La sua allegria gli permette di non essere troppo diffidente e aggressivi con gli estranei. Nato come cane da caccia ma reso un compagno di vita, non ha perso la sua natura da predatore per i piccoli animali come: tassi, volpi e topi. L’istinto da predatore non gli permette di vivere in modo sereno con i gatti perché possono diventare le sue prede. Coabitare con i suoi simili non è un grosso problema in quanto non sono litigiosi, ma bisogna insegnarli la socializzazione da cucciolo. I cambiamenti climatici possono creare dei problemi in quanto il caldo afoso non è retto da questa razza, infatti si consiglia di spostare le attività di mattina presto o tarda serata, in cui l’aria è più fresca. Per l’inverno non riescono a reggere le intemperie ed è consigliabile tenerlo in casa. Lo stile di vita è versatile, riesce a adattarsi in qualsiasi luogo dall’appartamento alla campagna. Il caos della città o la quiete della campagna non fanno differenza per quest’esemplare. L’importante sono delle uscite quotidiane. Se si sta in una villa con giardino occorre recintare il perimetro per evitare che segui qualche pista e scappi. Se sta in campagna bisogna insegnargli il richiamo così non si perde tra il verde per inseguire la preda.

PREZZO

Il costo per acquistare un Norfolk Terrier è abbastanza alto, specie se si parla di un pedigree registrato. Il prezzo varia in base al sesso e all’età. Si può arrivare ad una cifra di 1500 euro per adottare questa razza. Per il mantenimento mensile date le sue dimensioni occorre un budget di 15 euro.

ASPETTO GENERALE

Il Norfolk Terrier è uno dei terrier di taglia piccola. Questo gli permette di essere svelto e scattante. L’andatura è sciolta e elastica con gli arti che hanno un ottimo allungo. Durante il movimento il dorso resta perfettamente in modo orizzontale. Nonostante sia basso risulta forte e con buona struttura ossea molto compatta. 

Norfolk terrier cucciolo
Norfolk terrier cucciolo

TESTA E COLLO

Il testa è abbastanza grande, infatti risalta di più a differenza del tronco che è più piccolo. Ha un cranio lievemente rotondo con stop definito e evidente e tartufo di colore nero. Gli occhi sono leggermente tondeggianti che vanno a formare un ovale. Abbastanza ravvicinati tra di loro hanno un colore che va dal marrone scuro al nero. Le orecchie hanno attaccatura a media altezza con una forma a V. Le dimensioni sono medie e la punta risulta lievemente rotonda. Vengono riportare ripiegate su i lati degli occhi, oppure in modo eretto. Il collo è corto ma massiccio e ben saldo al tronco.

TRONCO E CODA

Il tronco è consistente, ben compatto con la linea dorsale perfettamente in modo orizzontale. Il dorso è corto con torace calibrato e costole arrotondate. La coda ha attaccatura alta con una media lunghezza per dare il giusto equilibro al cane che è piccolo di statura. Viene spesso tagliata, ma in caso contrario è portata ad unico. 

ARTI

Gli arti anteriori hanno spalla rivolta all’indietro con una lunghezza quasi uguale a quella del braccio. L’avambraccio è piccolo ma robusto. Gli arti posteriori sono muscolosi con ginocchia ben angolate e garretti diritti. I piedi hanno forma rotonda con cuscinetti doppi. Le unghia sono piccole e di colore nero.

PELO E MANTELLO

Il pelo è secco, rigido e ruvido al tatto. Doppio con un sottopelo fitto. Non ha la stessa lunghezza su tutto il corpo, infatti Sul collo sulle spalle il pelo è più lungo e sulla testa e sulle orecchie è corto. Il mantello può essere di colore rosso, grano, nero focato o brizzolato. Non sono ammesse dallo standard le macchie bianche.

PADRONE IDEALE

Per adottate questa razza è necessario armarsi di dolcezza, tatto e tanto amore. Bisogna essere affettuosi, sensibili e far sentire il cane parte della famiglia a tutto tondo. Non occorre usare dei metodi bruschi e violenti per educare questo cane, perché ama soddisfare il padrone ed è obbediente. Visto che è pur sempre un terrier, può capitare che emerge il suo lato testardo ma basta un po’ di fermezza per riportarla sulla giusta strada. Se non avete un giusto pugno fermo nelle situazioni in cui vuole predominare o se siete inesperti con i quattro-zampe, vi potete aiutare con le ricompense di snack, ma senza esagerare per evitare di farlo ingrassare. Per i bambini è l’amico perfetto, adora giocare e saltellare ovunque, rincorrere la palla e fare giochi che lo tengono in movimento. Adora la famiglia e ricevere attenzioni. Per gli anziani sono consigliati per le loro dimensioni piccole e la facilità che ci vuole per gestirli, ma bisogna dargli un po’ di spazio per sprigionare la sua energia e non rinchiuderlo in casa facendolo fare la vita da sedentario. Devono poter fare tanto esercizio fisico ed essere attivi sia fisicamente che mentalmente, infatti si consiglia ad un padrone sportivo ed energico. La loro taglia li permette di accompagnare i proprietari in tutti i loro spostamenti, ecco perché un padrone viaggiatore è perfetto per questo cane che vuole scoprire ed esplorare. Bisogna evitare di lasciarli in casa senza un compito o uno svago in assenza dei padroni perché può combinare pasticci in quanto si annoiano di stare soli.

ALIMENTAZIONE

Tende a prendere subito peso e quindi si necessita di un’attenzione particolare quando consuma i pasti. E’ sufficiente un pasto al giorno. Si consiglia una dieta tradizionale e completa per non creare problemi di salute. Ci si può basare su carne cruda, verdure fresche e cereali. Sono ben gradite le crocchette, ma bisogna fare attenzione alla quantità che ingerisce, al di fuori del pasto principale.

TOELETTATURA

Il cane in questione ha un pelo delicato ed ha bisogno di essere curato in modo minuzioso. Si deve fare molta attenzione alla formazione dei nodi sul manto e per evitare la crescita bisogna spazzolarlo tutte le settimane. La toelettatura va fatta almeno due volte l’anno. Durante il periodo di muta la caduta del pelo è regolare.

PATOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie. Cliccate qui per approfondire.

  • Otite;
  • Atrofia Progressiva della Retina;
  • Obesità;
  • Insufficienza della valvola mitralica;
  • Displasia dell’anca;
  • Lussazione della rotula.

CENNI STORICI

Le origini di questa razza derivano dalla città da cui ha preso il nome, la contea di Norfolk nel nord dell’Inghilterra. Il primo esemplare che ha dato origine alla stirpe si chiamava Rags, questo emerge dalle caratteristiche fatte su questa razza.  ùLa sua nascita deriva dagli incroci dei cani esistenti nella contea di proprietà dei contadini della zona. di altri contadini l Norfolk Terrier è un cane che mescola le sue origini a quelle degli altri Terriers inglesi. Nel 1932 ci fu la registrazione al Kennel Club e qui veniva unita con il Norwich. Le due razze sono molto simili, ma la differenza la fanno le orecchie. Infatti, nel 1964 il Norwich Terrier era il cane con le orecchie erette, invece il Norfolk Terrier viene chiamato l’esemplare con le orecchie pendenti. E’ nato per essere preparato come un cacciatore di piccoli animali nelle zone di campagna, come ad esempio i ratti: le volpi, i tassi e i topi. Con il passare degli anni è diventato una buon cane da compagnia Questa razza venne riconosciuta ufficialmente nel 1960 dall’FCI, ma negli Stati Uniti e in Italia è stata diffusa più tardi tramite le immigrazioni, ciò nonostante non è diffusa.

NOMI

Questo cane dal volto simpatico e occhioni neri molto dolci è una cane per tutta la famiglia. Per dargli un nome adatto potete farsi trasportare dall’ebbrezza della natura. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro amico a quattro-zampe.

  • Femmina: Marina e Zinna
  • Maschio: Tornado e Cappero

CHICCHE

Un esemplare di questa razza può essere anche definito un cane reale per i meriti della padrone che lo ha adottato. Stiamo parlando del Norfolk Terrier, chiamato d’Artagnan, della modella inglese, nonché l’aristocratica Lady Victoria Frederica Isabella Hervey, figlia del sesto marchese di Bristol.