Home Cani Salute dei Cani Mal d’orecchio nel cane in estate: causa, sintomi e cura

Mal d’orecchio nel cane in estate: causa, sintomi e cura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11
CONDIVIDI

Il mal d’orecchio nel cane in estate, in particolare è molto frequente come patologia per Fido. Vediamo quali le cause, i sintomi e il trattamento.

cane
Mal d’orecchio del cane in estate.(Foto Pixabay)

Esistono determinate razze di cani come ad esempio il terranova o il labrador che adorano nuotare e di conseguenza andare al mare. In particolare proprio queste razze grazie a questa loro predisposizione vengono addestrate per il salvataggio in mare.

Ma a prescindere da questo ci sono anche tanti altri animali con questa attitudine, ma ciò spesso comporta un imprevisto che è quello del mal d’orecchio nel cane in estate in particolare, in quanto è in questo periodo che ci rechiamo al mare per divertirci insieme a Fido.

Potrebbe interessarti anche:Le razze di cani più intelligenti: questi pelosetti sono dei veri geni

Cause del mal d’orecchio nel cane in estate

Le orecchie del cane puzzano
Le orecchie del cane puzzano: cosa rende l’odore così insopportabile (Foto Pixabay)

Le cause del mal d’orecchio nel cane in estate, fanno cadere il primo sospetto sull’acqua, che può penetrare nel condotto uditivo durante una nuotata o un lavaggio. Questo perché i cani in acqua sono come bambini al primo giorno di mare.

Si eccitano diventano più esuberanti del solito, in quanto sono dei veri e propri appassionati del mare. Successivamente si può pensare agli spifferi e i colpi d’aria o ai corpi estranei come le spighe forasacco nel cane. Anche se le cause possono essere diverse ad esempio otiti allergiche o anche quelle determinate da intolleranze alimentari.

Potrebbe interessarti anche: Il cane starnutisce: quando bisogna preoccuparsi e quando no

Sintomi

cane
Mal d’orecchio del cane in estate: impariamo ad identificare i sintomi..(Foto Pixabay)

Poter identificare il mal d’orecchio nel cane è abbastanza semplice, l’animale è al quanto esplicito nelle sue manifestazione di dolore, in questo caso. Potrai interpretare la possibile patologia attraverso i seguenti sintomi:

  • il cane scuote la testa;
  • rifiuta le carezze nella zona delle orecchie;
  • tende a grattarsi l’orecchio in modo frequente;
  • il cane ha la pelle sensibile e seborroica (oleosa e con un odore marcato);
  • ha tappi di cerume o cerume in eccesso nel condotto uditivo;
  • perde il pelo;
  • perde l’equilibrio;
  • gira in tondo;
  • ha dolore;
  • il cane è depresso.

L’otite nel cane come nell’uomo, è molto dolorosa e se si interviene con ritardo può portare alla perforazione del timpano e al propagarsi dell’infezione all’orecchio medio e interno, molteplici complicazioni fino alla paralisi del nervo facciale e a disturbi dell’equilibrio. Ragion per cui al minimo segnale di Fido dei sintomi appena citati, porta l’animale a visita dal veterinario.

Potrebbe interessarti anche:Otite nel cane: sintomi e segnali per riconoscerla

Diagnosi e trattamento del mal d’orecchio nel cane in estate

Prendere la temperatura al cane
La diagnosi avviene osservando l’interno del condotto uditivo con un otoscopio per cercare le cause dell’otite nel cane. (Screenshot Instagram)

La diagnosi del mal d’orecchio del cane in estate, il veterinario potrà effettuarla facendo una prima visita fisica all’animale; osservando l’interno del condotto uditivo con un otoscopio per cercare le cause dell’otite nel cane (corpi estranei, tumori, ecc.); se ritiene può prendere un campione di essudato auricolare per l’osservazione al microscopio o colture batteriche o fungine se necessario.

Contemporaneamente si informa della storia pregressa del cane ed eventuali incidenti che sono potuti succedere. Nel momento in cui il padrone del cane, dichiarerà di essere stato al mare con il suo amico a quattro zampe, il veterinario non rimarrà stupito di ritrovarsi davanti ad un classico mal d’orecchio nel cane estivo.

Stabilita la causa e la gravità della situazione, il veterinario stabilirà la terapia possibile, che ricordiamo è individuale, ogni animale ha bisogno del suo trattamento e per questo bisogna recarsi da un veterinario professionista.

Il trattamento prevede innanzitutto la pulizia dell’orecchio e l’utilizzo dei corticosteroidi per ridurre l’infiammazione. Quando invece l’otite è una conseguenza di altre malattie, come allergie o problemi ormonali, è necessario seguire un trattamento specifico per queste malattie.

Non sostituiamoci mai ad uno specialista e soprattutto non utilizziamo mai i nostri medicinali per curare i nostri amici a quattro zampe. Il veterinario saprà cosa consigliarci e anche qualche metodo naturale come: l’olio essenziale di tea tree, l’acqua e sale, aceto di mele o il tè verde. Questi rimedi saranno utili per alleviare il dolore al nostro amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche: Malattie estive del cane: le principali patologie più frequenti

Raffaella Lauretta