Home Cani Razze di cani Petit Basset Griffon Vendeen: razza, caratteristiche, carattere e salute

Petit Basset Griffon Vendeen: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Il Petit Basset Griffon Vendeen è un cane di taglia medio-piccola, corposo di pelo, abbastanza robusto ma elegante nel portamento. Sempre stato usato per la caccia alla piccola selvaggina, in particolare per i conigli in quanto le sue dimensioni gli permettono di entrare fin dentro la tana. Un lavoratore instancabile che riesce anche a lavorare in muta e quindi stare bene con il gruppo, cacciando ogni tanto anche i fagiani. Definito coraggioso per tutti i tipi di terreno su cui riesce a lavorare, senza avere timore tra i boschi per le varie zone cespugliose. Obbediente e facile da addestrare, infatti può essere adottato da proprietari inesperti. Con il temperamento che lo forma, può stare con gli anziani che gli permettono qualche passeggiata all’aperto. Perfetto per tutta la famiglia, poiché è legato al padrone ma è anche un giocherellone con i bambini. Non è sospettoso con gli estranei, infatti non ci si può contare su di lui per un eventuale compito da guardiano.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da caccia
  • Taglia:Medio-Piccolo
  • Vita Media:12-13 anni
  • Altezza maschio:34-38 cm
  • Altezza femmina:34-38 cm
  • Peso maschio:11-19 Kg
  • Peso femmina:11-19 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Lo stile di vita del Petit Bassett è attivo e dinamico essendo un cane giocherellone, alquanto testardo e molto vivace. Ciò nonostante, risulta obbediente ed è facile da addestrare. Perfetto per tutta la famiglia, sa essere affettuoso con i bambini ed è il compagno ideale per gli adulti. Essendo un ex cacciatore, quindi cane da lavoro ha bisogno di molto movimento di conseguenza deve poter stare in spazi grandi ed aperti, infatti vivere in piccoli appartamenti non è la miglior soluzione, anche se comunque riesce a adattarsi. La casa in campagna è a scelta giusta, però attenzione a recintare bene il perimetro poiché tende a scappare per seguire le sue piste. Usato come cacciatore di selvaggina, in particolare per il coniglio in quanto le sue dimensioni gli permettono di entrare fin dentro la tana. Un corridore eccezionale viene utilizzato anche per la caccia al fagiano. Riesce a lavorare su qualsiasi tipo di terreno, anche quelli più difficili tra i cespugli. I cambiamenti climatici non sono un problema poiché il manto che si ritrova in inverno lo protegge e così riesce a lavorare anche con la pioggia e il tanto freddo. In estate, invece si consiglia di fargli fare le attività in ore fresche per evitare il forte caldo. La coabitazione con i felini è possibile solo se sono cresciuti insieme fin da cuccioli. Lavorando in muta può convivere con i suoi simili perché ci sarà una buona interazione tra di loro. Non si può fare affidamento nel compito da guardino in quanto è socievole e accoglienti con tutti, anche estranei.

PREZZO

E’ un cane conosciuto anche in Italia, ma non molto diffuso come qualche altra razza. Il costo varia per il sesso, l’origine e l’età e si aggira tra i 600 e 800 euro. Per il mantenimento mensile occorre un budget di 30 euro, così ci potranno soddisfare le sue esigenze.

ASPETTO GENERALE

Come ogni cane Basset ha la struttura più lunga che alta. Di taglia medio-piccola, risulta elegante nell’aspetto e portamento. La sua andatura è libera, leggera e armoniosa. Questa razza viene classificata morfologicamente come tipo braccoide.

Petit basset griffon vendeen adulto
Petit basset griffon vendeen adulto

TESTA E COLLO

La testa è tondeggiante con cranio convesso. Lo stop abbastanza pronunciato con tartufo in vista e di colore nero. Gli occhi hanno forma ovoidale, incavati e di piccole dimensioni con una colorazione scura. Le orecchie sono schiacciate, pendente su i lati e la parte finale è ad ovale allungato. L’attaccatura è bassa e sono rivolte verso l’interno. Il collo è massiccio, muscoloso, abbastanza lungi ma con l’assenza di giogaia.

TRONCO E CODA

Il tronco è piccolo, con dorso lungo e grande. Il garrese è lievemente in rilievo con rene compatto e arcuato. Il torace è grande e disceso fino al gomito con costole rotonde. La coda è doppia alla base e man mano si restringe in punta, l’attaccatura è medio-alta e viene portata in modo eretto.

ARTI

Gli arti anteriori presentano spalla lunga ed inclinata con gomito lievemente attaccato al corpo. L’avambraccio è doppio. Gli arti posteriori hanno coscia possente e non troppo arrotondata con garretto vasto ed angolato. I piedi sono vigorosi e ben raccolti con cuscinetti ed unghia forti.

PELO E MANTELLO

Il pelo è duro di media lunghezza con la presenza della frange ma non troppo lunghe e copiose. Il manto ha svariati colori e quelli ammessi dallo standard sono: nero pezzato di bianco; nero marcato di fulvo; nero con marcature color sabbia; fulvo a pezzatura bianca; fulvo con gualdrappa nera e macchie bianche se tricolore; fulvo carbonato; Sabbia carbonato con macchie bianche; sabbia carbonato.

PADRONE IDEALE

Possiamo definirlo un cane adatto quasi a qualunque padrone. Occorre solo avere qualche accorgimento durante la fase d’addestramento. Il cane ha un lato del carattere molto testardo e bisogna tenergli testa per non fargli prendere il sopravvento mentre si insegnano gli ordini. Deve essere educato da cucciolo per ottenere un temperamento educato, obbediente e docile. Ci si può aiutare con gli snack, in particolare per insegnargli a rispondere al richiamo che è indispensabile per un corridore. È un giocherellone adatto per stare con i bambini che sono suoi amici, se rispettano la sua natura senza trattarlo come giocattolo. Risulta dolce e affettuoso e questo gli permette di vivere con anziani ma devono sempre permettergli delle lunghe passeggiate così i suoi bisogni vengono soddisfatti. Vivace corridore è un cane attivo ed energico, infatti deve poter correre in spazi grandi e fare molto moto per sfogare tutto tondo la sua energia. Questo lo può fare con l’aiuto di un padrone sportivo, poiché eccelle anche in qualche sport canino. A differenza del Grand Griffon può essere adottato come primo cane e quindi gli inesperti possono fare le loro prime esperienze con i quattro-zampe, proprio grazie al Petit. Il Bassett avendo un passato da cacciatore, un padrone che potrebbe essere l’amico del quattro-zampe è un cacciatore che vuole usarlo per il lavoro, non avrà problemi nell’educarlo e insegnargli i principi fondamentali da seguire quando si è a caccia. Le sue dimensioni gli permettono di seguire il padrone ovunque però deve aver imparato a socializzare al di fuori del luogo in cui è cresciuto. Le assenze dei proprietari le sopporta solo se è stato abituato da cucciolo in modo progressivo, in caso contrario si annoia con molta facilità e quindi diventa distruttivo e pasticcione, infatti si consiglia di non rimanere troppo a lungo fuori.

ALIMENTAZIONE

La razza Vendeen è facile da sfamare bastano delle crocchette di buona qualità, però deve poter seguire una dieta semplice senza esagerare con le porzioni in quanto può portare problemi allo stomaco. Si consiglia di farlo mangiare una volta al giorno, preferibilmente di sera, così non lavora con la pancia piena.

TOELETTATURA

Il pelo non è abbondante, ma moderato proprio come le spazzolate che occorrono a questa specie. Si consiglia di farlo in modo particolare dopo il ritorno dai boschi per le battute di caccia. La maggior parte si deve pettinare per togliere i residui di sporco ed eliminare il pelo morto. Durante tutto l’anno la caduta del pelo è moderata.

PATOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie. Cliccate qui per approfondire.

  • Otite;
  • Displasia dell’anca;
  • Ernia del disco.

CENNI STORICI

Le origini del Petit Basset Griffon Vendéen, proprio come tutti i bassetti, si devono al Grand Griffon. Il primo che ha incrociato queste razze è stato il conte d’Elva nel XIX secolo. Lo scopo era di creare una specie con degli arti diritti. Le due razze per secoli lo standard ufficiale con la sola differenza della taglia. Il Petit è sempre stato utilizzato per la caccia al coniglio in quando non poteva rendersi utile per animali più grandi, viste le sue dimensioni. Era molto agile e riusciva a scovare la selvaggina dalla tana. Il Paese natio del Basset è la Francia, ad un certo punto della storia la caccia con questi esemplari è stata arrestata, ma, ciò nonostante, gli allevamenti hanno tenuto testa per allevarli senza farli rischiare l’estinzione. Solo nel 1947 grazie l’allevatore appassionato di questa specie, Abel Dezamy, si sono divise le due razze dando vita al club solo per i Petit Basset Griffon Vendéen. Nella nazione più romantica, si usa ancora per cacciare, ma nella restante Europa questa razza viene adottata esclusivamente come cane da compagnia.

NOMI

Questo cane dalle piccole-medie dimensioni ha un pelo morbido e delicatamente ondulato. Per dargli un nome adatto potete farvi incuriosire dalle molteplici parole che si possono creare con ogni lettere dell’alfabeto, noi abbiamo scelto la P. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro amico a quattro-zampe.

  • Femmina: Priccy e Piglet
  • Maschio: Pookie e Proteo

CHICCHE

Uno dei tanti esemplari di questa razza, è stato il vincitore del Crufts 2013, una delle più grandi mostre canine al mondo. Il cagnolino è Jilly di solo quattro anni che ha gareggiato contro ventimila cani ed ha conquistato, il primo giorno della fiera, il titolo di Hound Group per poi vincere la competizione ‘il Best of Show’ il quarto giorno.