Home Cani Razze di cani Samoiedo

Samoiedo

CARATTERE

Un cane dolcissimo e affettuoso, molto vivace e so ma piuttosto indipendente come tutti i nordici, anche se tra questi è sicuramente il più docile. Adora i bambini. Nato come cane da slitta, è oggi usato quasi esclusivamente come cane da compagnia e da esposizione. Non va mai impiegato per compiti di guardia e difesa, a cui non è assolutamente adatto. È simpatico e giocherellone fino a tarda età. Un cane coraggioso ma raramente aggressivo.

CARATTERISTICHE

Tipo d’impiego: cane da slitta e compagnia – Taglia: media – Vita Media: 12-14 anni – Altezza: Maschio 55-59 cm Femmina 52-55 cm – Peso: Maschio 20-30 kg Femmina 17-25 kg.

ASPETTO GENERALE

Un bellissimo cane di media taglia, di tipo Spitz, che dimostra chiaramente le sue origini. Il suo mantello bianco e soffice costituisce una caratteristica distintiva della razza. Il corpo è possente.

TESTA E COLLO

La testa è a forma di cuneo, con cranio largo e piatto e muso di media lunghezza, appuntito ma non troppo fine. Canna nasale diritta e stop ben definito ma non marcato. Collo, di media lunghezza, forte. Gli occhi sono scurissimi, a mandorla, profondi, con espressione viva e intelligente. Le orecchie diritte, non troppo lunghe, leggermente arrotondate all’estremità .

TRONCO E CODA

Il corpo è profondo e compatto. Il petto è largo e profondo; il dorso di media lunghezza è largo e muscoloso. Rene corto e molto forte, groppa piena e leggermente avvallata. Il torace è ampio e profondo. La coda ha un’attaccatura alta.

ARTI

Gli arti sono diritti, muscolosi, con buona ossatura. I piedi sono ovali e con dita arcuate mentre i cuscinetti sono elastici.

PELO

Pelo fitto, diritto, ruvido, non coricato; piuttosto lungo, ma mai ondulato né arricciato. Sottopelo spesso, chiuso, soffice e corto.

Collare attorno al collo, più folto nei maschi. Pelo più corto e liscio su testa e parte anteriore degli arti. Parte posteriore delle cosce con culottes. Le femmine hanno un pelo più corto e più soffice.

MANTELLO

Colore: bianco puro, bianco e biscotto.

Cenni storici

Le origini del Samoiedo sono nordiche. Prende il nome dalla tribù dei Samoyedi che lo selezionò in assoluta purezza nel Grande Nord per la pastorizia ma anche la slitta e la caccia. I loro cani però non erano bianchi, anzi il colore predominante pare fosse il nero. Il colore bianco nasce con l’allevamento moderno della razza, che iniziò parallelamente in Inghilterra e negli Stati Uniti partendo dai due cani allevati dai Samoyedi: il “tipo orso” e il “tipo lupo”. Dopo un periodo di incertezza, la paternità della razza fu dapprima attribuita all’Inghilterra e oggi, definitivamente, alla Russia del Nord e Siberia con il patrocinio del Nordic Kennel Union (NKU). Il primo standard della razza è del 1909.

STILE DI VITA

Un cane attivo che può adattarsi alla vita in appartamento. Ha bisogno di ampi spazi e ama il clima rigido.

PATOLOGIE

Un cane robusto e longevo. Tra le patologie più ricorrenti: cimurro, displasia dell’anca, sordità, malattia di Von Willebrand e atrofia progressiva della retina.

PADRONE IDEALE

Il padrone deve essere affettuoso e dolce, presente nella vita del cane. Deve essere educato fin da cucciolo in maniera coerente e non aggressiva. Testardo e poco obbediente, non è un cane adatto a tutti. Un cane docile, che sa essere di compagnia per il proprio padrone e anche per i bambini, ai quali si affeziona molto.