Home Cani Razze di cani Schnauzer

Schnauzer

CARATTERE

Glo Schnauzer hanno carattere forte, impetuoso anche se equilibrato. Sono affezionati al padrone e alle persone di famiglia, sicuri con i bambini e diffidenti verso gli estranei. Lo Schnauzer è un ottimo cane da compagnia, di indole tenace e impetuosa, è molto affezionato al padrone e alla famiglia

CARATTERISTICHE

Tipo d’impiego: cane da guardia e compagnia – Taglia: medio piccola – Vita Media: 12 anni – Altezza: Maschio 45-50 cm Femmina 45-50 cm – Peso: Maschio 14-20 kg Femmina 14-20 kg.

ASPETTO GENERALE

A parte la taglia -media, gigante e nana-, l’aspetto è praticamente uguale per tutte e tre le razze Schnauzer. Il cane si presenta robusto, compatto, di costruzione quadrata, dal pelo duro.

TESTA E COLLO

La testa è robusta, allungata, con apofisi occipitale non molto saliente. Lo stop è chiaramente delineato. Gli assi craniofacciali appaiono paralleli. Il muso termina a cono moderatamente tronco. Gli occhi, scuri, sono di forma ovale e in posizione semilaterale. Le orecchie sono attaccate alte, portate erette se amputate; nei soggetti con orecchie integre devono essere a forma di “V”, con punta a piega ribattuta. Collo muscoloso.

TRONCO E CODA

Dorso corto, robusto, leggermente discendente. Torace ampio, rene alto che si fonde con l’inserzione della coda. La coda veniva tradizionalmente amputata all’altezza della terza vertebra: è attaccata alta e viene portata all’insù, a sciabola o falcetto.

ARTI

Gli arti sono diritti e solidi. La scapola degli arti anteriori è aderente alla parete toracica. Gli arti posteriori hanno coscia moderatamente lunga e ampia. I piedi sono corti e di forma rotonda con dita compatte. I cuscinetti sono resistenti.

PELO

Pelo: ruvido, duro, forte e spesso; il sottopelo denso e lanoso. Tipici segni distintivi della razza sono una dura barba sul mento e gli occhi adombrati da cespugliose sopracciglia.

MANTELLO

Colore: – monocolore nero con sottopelo nero – pepe e sale.

CENNI STORICI

Lo Schnauzer è una razza di origine tedesca della regione del Württemberg, dove si hanno sue notizie dal XVI secolo. Le origini sono molto antiche e comuni a quelle dei Terrier, nati per la caccia, dai quali lo Schnauzer deriva. In seguito la selezione della razza si è orientata verso la creazione di un cane da guardia e difesa. Intorno alla fine del Quattrocento un cane simile all’odierno Schnauzer apparve in molte stampe e dipinti come accompagnatore di cavalli e diligenze. La FCI distingue tre razze: n. 182 (Schnauzer), n. 181 (Riesenschnauzer), n. 183 (Zwergschnauzer). Dalla razza media si sono sviluppate le altre due.

STILE DI VITA

Le attitudini cambiano a seconda della taglia: lo Schnauzer nano è esclusivamente un cane da compagnia, il medio è un cane da guardia e il gigante è un cane da difesa, anche se si tratta di razze molto eclettiche che imparano a svolgere facilmente altri tipi di lavoro per il grande equilibrio psicofisico, la sportività, la resistenza e l’energia.

PATOLOGIE

Cani rustici, robusti e longevi. Sono ben protetti dal freddo e possono vivere sia in casa sia in giardino in qualsiasi stagione dell’anno. Il pelo necessita di toelettatura: deve essere strippato.

PADRONE IDEALE

Il padrone deve costruire un rapporto con lo Schnauzer e stabilire una naturale gerarchia. Evitare di portare il cane alla guardia di cose. Essendo molto protettivo e possessivo. Ama stare in famiglia deve commettere l’errore di porlo a guardia di cose: lo Schnauzer che sulla quale veglierà sempre. Tutti gli Schnauzer sono di facile addestramento in mano a un educatore esperto, mentre pongono qualche problema al neofita perché sanno essere piuttosto duri e caparbi: per ubbidire devono rispettare e stimare molto il padrone.