Home Cani Salute dei Cani Ernia ombelicale nel cane: cos’è, sintomi, diagnosi e cura

Ernia ombelicale nel cane: cos’è, sintomi, diagnosi e cura

Il tuo amico a quattro zampe ha uno strano bozzo sulla pancia? Potrebbe trattarsi di ernia ombelicale nel cane: scopriamone di più.

ernia ombelicale cane
(Foto Adobe Stock)

Individuare l’ernia ombelicale nel cane è fondamentale. Infatti, sebbene si tratti di un disturbo abbastanza comune, il fatto che la situazione non si risolva da sé entro poco tempo dovrebbe far scattare un campanello d’allarme. Ecco tutto quello che c’è da sapere per proteggere la salute di Fido.

Ernia ombelicale nel cane: cos’è, quali sono le cause

L’ernia è la fuoriuscita di un qualcosa di interno dalla cavità all’interno della quale dovrebbe essere contenuto.

Essa può manifestarsi in diverse parti del corpo, come ombelico, inguine e diaframma. A seconda dello specifico caso, può verificarsi la fuoriuscita di intestino, organi o grasso.

Riguardo l’ernia ombelicale nel cane, i piani muscolari dell’addome dell’animale non si saldano come dovrebbero. Ciò comporta lo spostamento del contenuto addominale nell’apertura sottocutanea.

Solitamente, le cause di tale disturbo sono congenite: l’ernia si manifesta alla nascita. Dopo il parto, infatti, la madre recide il cordone ombelicale dei cuccioli con i denti.

In alcuni casi, potrebbe verificarsi un inadeguato processo di cicatrizzazione della zona precedentemente occupata dal cordone, che determina la formazione dell’ernia.

Più raramente, invece, il problema potrebbe insorgere in animali adulti, a causa di traumi e lesioni.

Potrebbe interessarti anche: Ernia perineale nel cane: cos’è e qual è il suo trattamento

Sintomi e rischi

Come individuare tempestivamente l’ernia ombelicale nel cane?

pancia dura e gonfia nel cane
(Foto Adobe Stock)

Il sintomo più evidente è rappresentato dal bozzo sottocutaneo in corrispondenza della zona ombelicale di Fido, al di sotto delle costole. A seconda dei casi, questa protuberanza può assumere dimensioni molto diverse.

In ogni caso, il rigonfiamento appare morbido e liscio al tatto. Inoltre, premendo su di esso, il bozzo dovrebbe rientrare all’interno senza difficoltà.

Occorre portare immediatamente l’animale dal veterinario, qualora manifesti i seguenti sintomi:

  • Debolezza;
  • Anoressia;
  • Dolore nella zona del rigonfiamento;
  • Arrossamento e irritazione;
  • Depressione nel cane.

Come vedremo nel prossimo paragrafo, infatti, sebbene le ernie ombelicali tendano a rientrare spontaneamente, in alcuni casi potrebbero verificarsi delle complicazioni molto rischiose per la salute di Fido.

Il tuo cane ha un’ernia ombelicale? Clicca su SUCCESSIVO per scoprire le possibili modalità di intervento finalizzate a risolvere il problema