Home Cani Segugio polacco: un cane da caccia eccezionale

Segugio polacco: un cane da caccia eccezionale

CONDIVIDI

Il Segugio Polacco (Gonczy Polski, nella lingua madre) è una razza canina che viene, chiaramente, dalla Polonia, riconosciuta e classificata dalla F.C.I. nel proprio Gruppo 6, quello dei segugi e cani per pista di sangue, per l’appunto. La morfologia che abbiamo oggi sarà sicuramente frutto di incroci con il Bloodhoud, al quale assomiglia molto nell’aspetto, si tratta di cani molto diffusi in Polonia, mentre fuori da questi confini sono piuttosto rari. Sono cani dotati di ossa larghe e massicce. sono cani potenti più che veloci. adatti alla caccia pesante e non da pista.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE:

È un cane di taglia media, di costituzione forte e compatta, con ossatura possente, relativamente massiccio, con arti proporzionati. La silhouette esprime più potenza e resistenza che velocità. Gli occhi hanno espressione dolce, tranquilla; sono disposti obliquamente. Le orecchie sono attaccate basse, piuttosto lunghe, pendenti liberamente, leggermente arrotondate alle estremità. La parte bassa del padiglione è ripiegata e a stretto contatto con la testa. La coda è attaccata bassa,grossa e discende più in basso del garretto. Pelo: di lunghezza media, grosso, con sottopelo spesso, un poco più lungo nella regione lombare, nella parte posteriore degli arti posteriori e nella parte inferiore della coda. Colore: la testa e le orecchie, con l’eccezione delle facce laterali del cranio, sono di colore focato; le orecchie un poco più fulve del resto. Arti, regione sternale e cosce sono ugualmente focati. Il corpo è nero oppure grigio scuro quasi nero. Taglia: maschi 56-65 cm; femmine 55-60 cm.

CARATTERE E ATTITUDINI:

È impiegato sia come cane da caccia sia per la ricerca su pista di sangue. È un cane molto equilibrato, attaccato al suo padrone, docile e degno di fiducia. Non è mai aggressivo e sa essere molto dolce anche con i bambini. Può essere un ottimo cane da casa se gli viene assicurato il giusto esercizio fisico. Nel linguaggio degli antichi cacciatori polacchi veniva chiamato Podzary (bruciato), per il suo colore caratteristico. La sua diffusione è buona in Polonia, mentre al di fuori di questo paese viene considerata una razza molto rara.

B.M