Home Cani Sgridare il cane, i 5 errori più comuni da evitare

Sgridare il cane, i 5 errori più comuni da evitare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:10
CONDIVIDI

Sgridare il cane a volte è indispensabile, ma bisogna farlo bene. Ecco i 5 errori più comuni e come evitarli

Sgridare il cane: 5 errori da evitare

Quando cerchiamo di addestrare il nostro cane è fondamentale imparare a comunicare con lui al meglio, per assicurarci che lui riesca a capire come comportarsi e cosa ci aspettiamo da lui nelle varie situazioni.

In alcuni casi ci capita di dover rimproverare il nostro cane, magari perché ha combiato un guaio o non ha rispettato i comandi. Tanti padroni, però, spesso sbagliano quando si tratta di sgridare il cane: magari esagerano o semplicemente rimproverano Fido in maniera errata.

Cerchiamo quindi di capire quali sono i 5 errori più comuni quando si sgrida un cane, e come fare per correggerli al meglio.

Sgridare il cane: errori comuni e pratiche adatte

cane sente paura
Sgridare il cane: 5 errori da evitare

1) SGRIDARE IL CANE QUANDO E’ TROPPO TARDI
Sgridare il cane in ritardo, quando ormai non sta facendo nulla di sbagliato ed è passato un po’ di tempo da quando ha combinato il guaio è inutile e controproducente: l’animale, infatti, non capisce perché lo stai rimproverando e questo gli genera insicurezza e incertezza.
Usa un NO semplice e deciso mentre fa qualcosa che non va, ed evita di sgridare il cane in continuazione, altrimenti non riuscirà a capire quando sbaglia.

2) ESAGERARE CON I RIMPROVVERI
Anche se il tuo cane l’ha combinata proprio grossa, è inutile esagerare con i rimproveri: la maniera giusta per sgridare il cane è per non più di un minuto e senza metodi inappropriati, come aggressività, reazioni improvvise, chiuderlo in una stanza.
Per capire se hai esagerato, osserva la reazione del tuo cucciolo: se il cane guarda altrove, si lecca, senza sosta, ha lo sguardo triste o mostra i denti vuol dire che devi fermarti.

3) AVVICINARE IL MUSO AI SUOI BISOGNI
Se il cane fa i bisogni in casa le possibilità sono due: o non ce la fa più a trattenersi, o non ha ancora imparato a esprimere la tristezza per la tua assenza.
Avvicinare il muso ai bisogno in maniera violenta e aggressiva è sbagliato, perchè il cane potrebbe recepire il messaggio di dover mangiare le sue feci.
Per insegnargli a fare i bisogni fuori, portalo a spasso con regolarità e complimentati quando fa i bisogni fuori casa: il rinforzo positivo funziona molto meglio!

4) IMPEDIRE AL CANE DI RINGHIARE
Ringhiare è uno dei modi che il tuo cane ha a disposizione per comunicare il proprio malessere: con questo metodo, Fido comunica il proprio fastidio o la voglia di essere lasciato in pace.
Sgridare il cane quando ringhia è sbagliato e può portarlo addirittura ad attaccare: se il tuo cane ringhia spesso, è meglio rivolgersi a un professionista per capire cosa succede.

5) ESSERE INCOERENTE NELL’EDUCAZIONE
L’incoerenza è l’errore più grande che si possa fare quando si tratta di educare un cane: ad esempio, non puoi sgridarlo se fa qualcosa che normalmente gli lasci fare.
Il tuo cane ha bisogno di regole stabili e di sicurezza, per evitare che possa sentirsi confuso e disorientato.

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI