Home Gatti Gatto in casa o fuori casa: è positivo far uscire il gatto?

Gatto in casa o fuori casa: è positivo far uscire il gatto?

CONDIVIDI

Gatto in casa o fuori casa: sentiamo il parere dell’esperto per capire se far uscire il gatto o meno

Gatto in casa o fuori casa? Pro e contro

Il gatto è un animale molto indipendente e curioso per natura: grande amante della scoperta e delle avventure, il nostro amico felino vorrebbe avere sempre a disposizione spazi aperti da esplorare. A volte, però, i padroni possono essere spaventati all’idea di far uscire il gatto liberamente e tendono a preferire l’idea di tenere il proprio gatto in casa.

Ma i gatti stanno meglio in casa o fuori casa? La domanda è lecita, e a porsela sono numerosissimi padroni di amici a quattro zampe di razza felina. Cerchiamo quindi di capire meglio se uscire liberamente è pericoloso o meno per il gatto, e rispondiamo al dubbio in questione: gatto in casa o fuori casa?

Gatto in casa o fuori casa? Aspetti positivi e negativi del lasciarlo uscire

Gatto in casa o fuori casa? Pro e contro

Quando il nostro gatto è libero di uscire dall’ambiente domestico a cui è abituato può essere un’esperienza davvero stimolante: tra cespugli e alberi su cui arrampicarsi, insetti e piccoli animali da cacciare e i tiepidi raggi del sole sotto cui impigrirsi, il nostro micio ha davvero a disposizione molto con cui divertirsi!

Inoltre, un gatto che viene lasciato libero di uscire una volta al giorno può fare i propri bisogno non solo nella lettiera, ma anche in mezzo alla natura. Questo aspetto non è indispensabile come può esserlo per un cane, ma è comunque importante per mantenere il nostro amico gatto attivo, energico e curioso.

Riguardo, invece, agli aspetti negativi di un gatto fuori casa bisogna ricordare sicuramente la possibilità di incidenti e brutti incontri, che possono sfociare in litigi con altri gatti o, peggio, nell’avvelenamento a causa dei famigerati bocconcini messi in giro da chi non ama gli animali.

Inoltre, gli incontri con gatti randagi possono essere causa di contagio con malattie infettive, tra cui alcune gravi come l’AIDS felino, il cimurro, pulci e zecche, infezioni da funghi o vermi intestinali.

Tuttavia, se dopo aver valutato pro e contro si sceglie di lasciare il gatto libero di uscire di casa ci sono delle regole importanti da seguire:

  • Rispettare il calendario delle vaccinazioni e dei regolari controlli dal veterinario;
  • Sterilizzare il tuo micio, soprattutto se si tratta di una femmina, per evitare gravidanze indesiderate. Questo vale in particolare se sai di non poterti occupare dei piccoli.
  • Rendi riconoscibile il tuo gatto con una targhetta identificativa che riporti nome, indirizzo, numero di telefono per rintracciarti facilmente se dovesse smarrirsi.
  • Per lo stesso motivo, metti al tuo gatto il microchip in modo che sia sempre identificabile.
  • Infine, se hai tagliato le unghie al gatto (pratica errata e dannosa per la sua salute), non lasciarlo uscire perché non è in grado di difendersi da incontri spiacevoli con altri animali.

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI